la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Pagina 12 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da G.Kaplan il Gio 05 Ago 2010, 18:24

LucyGordon ha scritto:Mi state prendendo per il culo vero?

.............ok non lo compro tanto Rossa non mi da un euro

Panna bello il tuo avataro..............lo sò che sta al Jamboree è li che ho visto il quadro e lei

No, ma come? metti che diventa famosissima (come pittrice), poi ti mangi le mani.. Rossa via, fai questo investimento
avatar
G.Kaplan
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 09.04.10
Località : Zona Pacciani

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da willywonka2009 il Lun 09 Ago 2010, 21:21

ho guardato i "quadri" di Ludmilla...

dall'alto della mia ignoranza artistica, posso solo dire che a me non piacciono mi danno l'idea di una crosta formata da un'accozzaglia di cose,
il cui messaggio al momento mi sfugge....

non so

da lontano mi ricordano le immagini fitte e colorate di salvatore fiume, ma da vicino.... preferisco astenermi.

comunque i miei gusti fan paura ai piu'.... per cui non badatemi sorrisodiscuse
avatar
willywonka2009
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2838
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 09:15

qualcuno che ne capisce mi sa dire qualcosa su

Gunther Von Hagens?

avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 11:37

xenas ha scritto:qualcuno che ne capisce mi sa dire qualcosa su

Gunther Von Hagens?

Non che pensi di capirne molto, ma credo che l'immagine postata intenda raffigurare un San Bartolomeo (il suo martirio è stato effettuato per scuoiamento).
Von Hagens non è un artista ma un anatomopatologo che ha fatto fortuna grazie a una scoperta geniale che permette di conservare in uno stato perfetto i corpi umani.
Ha trasformato la medicina e l'anatomia in show, non solo con le sue mostre di corpi umani, ma anche con cose più estreme (autopsie aperte al pubblico).
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 11:57

Gaufre ha scritto:
xenas ha scritto:qualcuno che ne capisce mi sa dire qualcosa su

Gunther Von Hagens?

Non che pensi di capirne molto, ma credo che l'immagine postata intenda raffigurare un San Bartolomeo (il suo martirio è stato effettuato per scuoiamento).
Von Hagens non è un artista ma un anatomopatologo che ha fatto fortuna grazie a una scoperta geniale che permette di conservare in uno stato perfetto i corpi umani.
Ha trasformato la medicina e l'anatomia in show, non solo con le sue mostre di corpi umani, ma anche con cose più estreme (autopsie aperte al pubblico).

si sul suo tipo di arte si ho letto sul suo sito e su wikipedia.... volevo avere commenti su cosa ne pensate voi estimatori dell'arte... se è arte.... a me ipnotizza... con un certo disgusto...
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 12:04

xenas ha scritto:
Gaufre ha scritto:
xenas ha scritto:qualcuno che ne capisce mi sa dire qualcosa su

Gunther Von Hagens?

Non che pensi di capirne molto, ma credo che l'immagine postata intenda raffigurare un San Bartolomeo (il suo martirio è stato effettuato per scuoiamento).
Von Hagens non è un artista ma un anatomopatologo che ha fatto fortuna grazie a una scoperta geniale che permette di conservare in uno stato perfetto i corpi umani.
Ha trasformato la medicina e l'anatomia in show, non solo con le sue mostre di corpi umani, ma anche con cose più estreme (autopsie aperte al pubblico).

si sul suo tipo di arte si ho letto sul suo sito e su wikipedia.... volevo avere commenti su cosa ne pensate voi estimatori dell'arte... se è arte.... a me ipnotizza... con un certo disgusto...
Per me non è arte... è uno show, come ho già detto sopra. Ma né più né meno come l'arte di alcuni artisti contemporanei, che è più una presa in giro che altro: vedi Hirst.

avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 12:08

Gaufre ha scritto:
xenas ha scritto:
Gaufre ha scritto:
xenas ha scritto:qualcuno che ne capisce mi sa dire qualcosa su

Gunther Von Hagens?

Non che pensi di capirne molto, ma credo che l'immagine postata intenda raffigurare un San Bartolomeo (il suo martirio è stato effettuato per scuoiamento).
Von Hagens non è un artista ma un anatomopatologo che ha fatto fortuna grazie a una scoperta geniale che permette di conservare in uno stato perfetto i corpi umani.
Ha trasformato la medicina e l'anatomia in show, non solo con le sue mostre di corpi umani, ma anche con cose più estreme (autopsie aperte al pubblico).

si sul suo tipo di arte si ho letto sul suo sito e su wikipedia.... volevo avere commenti su cosa ne pensate voi estimatori dell'arte... se è arte.... a me ipnotizza... con un certo disgusto...
Per me non è arte... è uno show, come ho già detto sopra. Ma né più né meno come l'arte di alcuni artisti contemporanei, che è più una presa in giro che altro: vedi Hirst.

perchè quando dico queste cose ad un mio caro amico a cui piace l'arte contemporanea mi taccia come MISERABILE IGNORANTE!
UAUAUA!

volevo sapere se ero la sola!!!!
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 12:12

Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea. In Italia soprattutto: basta pensare che James Bondi, il nostro caro ministro, ha detto che lui proprio non la capisce e non l'apprezza. Ottima scelta, per uno che deve occuparsene...
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 12:14

Gaufre ha scritto:Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea. In Italia soprattutto: basta pensare che James Bondi, il nostro caro ministro, ha detto che lui proprio non la capisce e non l'apprezza. Ottima scelta, per uno che deve occuparsene...

bhe si mi riferivo a delle cose specifiche non a tutto... anche se l'arte dovrebbe arrivare anche senza aver studiato.... ti tocca il cuore e ti apre la mente... a mio parere
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 12:25

xenas ha scritto:
Gaufre ha scritto:Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea. In Italia soprattutto: basta pensare che James Bondi, il nostro caro ministro, ha detto che lui proprio non la capisce e non l'apprezza. Ottima scelta, per uno che deve occuparsene...

bhe si mi riferivo a delle cose specifiche non a tutto... anche se l'arte dovrebbe arrivare anche senza aver studiato.... ti tocca il cuore e ti apre la mente... a mio parere
No, Xenas... secondo me nemmeno Michelangelo lo capisci senza averlo studiato... puoi apprezzare la bellezza dell'opera, ma capirla, senza avere dei riferimenti culturali è impossibile.
L'opera d'arte la puoi leggere a diversi livelli: più superficiali e più profondi. Nell'arte contemporanea poi, manca anche la componente relativa alla bellezza estetica e spesso anche quella relativa alla perizia tecnica. Se mancano queste due cose, anche il livello di lettura più superficiale e immediato decade. Arte = bello è un'equazione che non funziona più da oltre cento anni...
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 12:32

Gaufre ha scritto:
xenas ha scritto:
Gaufre ha scritto:Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea. In Italia soprattutto: basta pensare che James Bondi, il nostro caro ministro, ha detto che lui proprio non la capisce e non l'apprezza. Ottima scelta, per uno che deve occuparsene...

bhe si mi riferivo a delle cose specifiche non a tutto... anche se l'arte dovrebbe arrivare anche senza aver studiato.... ti tocca il cuore e ti apre la mente... a mio parere
No, Xenas... secondo me nemmeno Michelangelo lo capisci senza averlo studiato... puoi apprezzare la bellezza dell'opera, ma capirla, senza avere dei riferimenti culturali è impossibile.
L'opera d'arte la puoi leggere a diversi livelli: più superficiali e più profondi. Nell'arte contemporanea poi, manca anche la componente relativa alla bellezza estetica e spesso anche quella relativa alla perizia tecnica. Se mancano queste due cose, anche il livello di lettura più superficiale e immediato decade. Arte = bello è un'equazione che non funziona più da oltre cento anni...

lo so... il mio amico me lo ripete :sorriso4:

ma continuo ad essere dubbiosa.

non è immediata, non è bella, devi studiare ogni singola opera per apprezzarla, non ha perizia tecnica....

chi decide e in base a cosa che quella è arte e che è arte fatta bene?
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Ven 03 Set 2010, 12:43

Gaufre ha scritto:Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea.

Quotissimo.

In effetti io ho un rapporto difficile con lla pittura contemporanea, e l'arte in generale contemporanea.

Mi piacciono poche cose, capisco ancora meno. Però ci sono anche cose che non capisco che mi possono piacere. Non so se rendo l'idea.

Però quella foto che hai postato mi fa morire Gaufre. :sorriso4: Non è l'artista che mi stupisce, ma tutto quei giornalisti e fotografi che l'hanno circondato....manco fosse messia. chissà

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 12:50

xenas ha scritto:
Gaufre ha scritto:
xenas ha scritto:
Gaufre ha scritto:Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea. In Italia soprattutto: basta pensare che James Bondi, il nostro caro ministro, ha detto che lui proprio non la capisce e non l'apprezza. Ottima scelta, per uno che deve occuparsene...

bhe si mi riferivo a delle cose specifiche non a tutto... anche se l'arte dovrebbe arrivare anche senza aver studiato.... ti tocca il cuore e ti apre la mente... a mio parere
No, Xenas... secondo me nemmeno Michelangelo lo capisci senza averlo studiato... puoi apprezzare la bellezza dell'opera, ma capirla, senza avere dei riferimenti culturali è impossibile.
L'opera d'arte la puoi leggere a diversi livelli: più superficiali e più profondi. Nell'arte contemporanea poi, manca anche la componente relativa alla bellezza estetica e spesso anche quella relativa alla perizia tecnica. Se mancano queste due cose, anche il livello di lettura più superficiale e immediato decade. Arte = bello è un'equazione che non funziona più da oltre cento anni...

lo so... il mio amico me lo ripete :sorriso4:

ma continuo ad essere dubbiosa.

non è immediata, non è bella, devi studiare ogni singola opera per apprezzarla, non ha perizia tecnica....

chi decide e in base a cosa che quella è arte e che è arte fatta bene?

Nemmeno Michelangelo o Mantegna sono immediati... devi studiare per capirli. La componente estetica - relativa al bello - esiste anche nell'opera contemporanea (guarda certi video di Bill Viola, per esempio). Spesso anche la perizia tecnica c'è... non bisogna generalizzare. Certo che non puoi giudicare l'arte contemporanea con i parametri validi per un'opera del Rinascimento, per dire. Perché la concezione stessa dell'arte è cambiata, viviamo in un'altra epoca e ci esprimiamo con modi e linguaggi diversi.
Non ci vuole nessuno sforzo intellettuale per apprezzare la bellezza di un dipinto di Michelangelo; ci vuole invece per poterlo interpretare. E' la stessa cosa con gli artisti contemporanei.
Quanto a chi decide... decide chi studia, chi è un profondo conoscitore della materia quale fortuna critica avrà un'opera. Ma non solo. Lo può decidere anche il mercato, il pubblico. Su piani diversi, ovviamente. Tutti questi fattori messi insieme conferiscono popolarità a un'opera (il che è ancora diverso dall'attribuzione di un giudizio critico sull'opera stessa). Non esistono poi dei giudizi assoluti; alcuni artisti incontrano il favore della critica e del pubblico, altri meno.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 12:54

Amantide_Religiosa ha scritto:
Gaufre ha scritto:Xenas, io non faccio di ogni erba un fascio: adoro l'arte contemporanea, ma molte mascherate di certi artisti le detesto.
Comunque, è vero che non si educa il pubblico all'arte contemporanea.

Quotissimo.

In effetti io ho un rapporto difficile con lla pittura contemporanea, e l'arte in generale contemporanea.

Mi piacciono poche cose, capisco ancora meno. Però ci sono anche cose che non capisco che mi possono piacere. Non so se rendo l'idea.

Però quella foto che hai postato mi fa morire Gaufre. :sorriso4: Non è l'artista che mi stupisce, ma tutto quei giornalisti e fotografi che l'hanno circondato....manco fosse messia. chissà
L'ho scelta apposta... esemplificava molto bene il concetto che volevo esprimere. Molta attenzione mediatica, pochi contenuti.
E Hirst si prende pure gioco di chi lo compra, secondo me: ha venduto il suo Vitello d'oro (attenzione ai falsi idoli!!!) per svariati milioni di euro...
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Ven 03 Set 2010, 12:57

Grande però risate

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da bellaprincipessa il Ven 03 Set 2010, 13:37

Amantide_Religiosa ha scritto:Grande però risate

é un ottimo "markettaro" (nel senso che usa bene il marketing e si vende bene!!)
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14741
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da G.Kaplan il Ven 03 Set 2010, 14:23

Gaufre ha scritto:
No, Xenas... secondo me nemmeno Michelangelo lo capisci senza averlo studiato... puoi apprezzare la bellezza dell'opera, ma capirla, senza avere dei riferimenti culturali è impossibile.
L'opera d'arte la puoi leggere a diversi livelli: più superficiali e più profondi. Nell'arte contemporanea poi, manca anche la componente relativa alla bellezza estetica e spesso anche quella relativa alla perizia tecnica. Se mancano queste due cose, anche il livello di lettura più superficiale e immediato decade. Arte = bello è un'equazione che non funziona più da oltre cento anni...

Peccato :sorriso4:
avatar
G.Kaplan
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 09.04.10
Località : Zona Pacciani

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 14:27

G.Kaplan ha scritto:
Gaufre ha scritto:
No, Xenas... secondo me nemmeno Michelangelo lo capisci senza averlo studiato... puoi apprezzare la bellezza dell'opera, ma capirla, senza avere dei riferimenti culturali è impossibile.
L'opera d'arte la puoi leggere a diversi livelli: più superficiali e più profondi. Nell'arte contemporanea poi, manca anche la componente relativa alla bellezza estetica e spesso anche quella relativa alla perizia tecnica. Se mancano queste due cose, anche il livello di lettura più superficiale e immediato decade. Arte = bello è un'equazione che non funziona più da oltre cento anni...

Peccato :sorriso4:
:sorriso4: mi fai sentire meno sola!!!!!! amici
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da G.Kaplan il Ven 03 Set 2010, 14:54

xenas ha scritto:
G.Kaplan ha scritto:
Gaufre ha scritto:
No, Xenas... secondo me nemmeno Michelangelo lo capisci senza averlo studiato... puoi apprezzare la bellezza dell'opera, ma capirla, senza avere dei riferimenti culturali è impossibile.
L'opera d'arte la puoi leggere a diversi livelli: più superficiali e più profondi. Nell'arte contemporanea poi, manca anche la componente relativa alla bellezza estetica e spesso anche quella relativa alla perizia tecnica. Se mancano queste due cose, anche il livello di lettura più superficiale e immediato decade. Arte = bello è un'equazione che non funziona più da oltre cento anni...

Peccato :sorriso4:
:sorriso4: mi fai sentire meno sola!!!!!! amici


:sorriso4:
In un museo di Berlino ho visto un cubo di ottone poggiato per terra e non l'ho capito
Però sarà stato sicuramente un capolavoro, voglio dire, per essere lì ...
avatar
G.Kaplan
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 09.04.10
Località : Zona Pacciani

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 15:06

G.Kaplan ha scritto:

:sorriso4:
In un museo di Berlino ho visto un cubo di ottone poggiato per terra e non l'ho capito
Però sarà stato sicuramente un capolavoro, voglio dire, per essere lì ...

Legittimo che tu te lo chieda...
Però ogni tanto mi sembra di sentire i discorsi di mia suocera ultraottantenne, che per esempio critica l'architettura contemporanea perché non è 'carina', e vorrebbe che ancora si costruissero edifici carichi di stucchi e dorature, altrimenti non sono belli. Poco importa, se tempi, usi, costumi, tecnologie sono cambiate. Lei vuole vedere quelle cose perché le sono familiari. E' il mondo in cui è cresciuta, e si sente ancora ferma là.
Se invece di andare a Berlino vai a Urbino e vedi la Flagellazione di Piero della Francesca, o agli Uffizi a vedere La Calunnia di Botticelli, li capisci senza aver studiato? Perché il loro significato va oltre a ciò che rappresentano formalmente. Così come il tuo cubo di ottone, probabilmente (ipotizzo perché non so di che opera parli).
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da G.Kaplan il Ven 03 Set 2010, 15:52

Gaufre ha scritto:
Legittimo che tu te lo chieda...
Però ogni tanto mi sembra di sentire i discorsi di mia suocera ultraottantenne, che per esempio critica l'architettura contemporanea perché non è 'carina', e vorrebbe che ancora si costruissero edifici carichi di stucchi e dorature, altrimenti non sono belli. Poco importa, se tempi, usi, costumi, tecnologie sono cambiate. Lei vuole vedere quelle cose perché le sono familiari. E' il mondo in cui è cresciuta, e si sente ancora ferma là.
Se invece di andare a Berlino vai a Urbino e vedi la Flagellazione di Piero della Francesca, o agli Uffizi a vedere La Calunnia di Botticelli, li capisci senza aver studiato? Perché il loro significato va oltre a ciò che rappresentano formalmente. Così come il tuo cubo di ottone, probabilmente (ipotizzo perché non so di che opera parli).

Non so, penso di sì... li capisco nel senso che CAPISCO che sono capolavori. :sorriso4:
Se io vedessi per la prima volta la cappella Sistina (tanto per rimanere in Italia :sorriso4: ), senza sapere NULLA nè dell'autore, nè di cosa rappresenti, rimarrei senz'altro senza fiato e con la consapevolezza di aver visto qualcosa di meraviglioso (esiste anche la sindrome di Stendhal). Poi è ovvio, lo studio sull'autore e l'Opera è fondamentale per dargli un significato oggettivo (ma anche per cultura e piacere personale.)
Se vedo il "cubo di ottone" (lo chiamo così perchè neanch'io so di che opera parlo :sorriso4:) non mi rimane proprio nulla, senz'altro anche lui avrà un significato concettuale complesso però... boh..
non so
Comunque io non sono affatto contro l'Arte contemporanea, l'Architettura poi.. solo che ho l'impressione che in certi casi si tratti più di acuto marketing, come diceva principessa, che altro.
avatar
G.Kaplan
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 09.04.10
Località : Zona Pacciani

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da G.Kaplan il Ven 03 Set 2010, 15:56



:sorriso4:
avatar
G.Kaplan
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 09.04.10
Località : Zona Pacciani

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da xenas il Ven 03 Set 2010, 16:16

G.Kaplan ha scritto:
Gaufre ha scritto:
Legittimo che tu te lo chieda...
Però ogni tanto mi sembra di sentire i discorsi di mia suocera ultraottantenne, che per esempio critica l'architettura contemporanea perché non è 'carina', e vorrebbe che ancora si costruissero edifici carichi di stucchi e dorature, altrimenti non sono belli. Poco importa, se tempi, usi, costumi, tecnologie sono cambiate. Lei vuole vedere quelle cose perché le sono familiari. E' il mondo in cui è cresciuta, e si sente ancora ferma là.
Se invece di andare a Berlino vai a Urbino e vedi la Flagellazione di Piero della Francesca, o agli Uffizi a vedere La Calunnia di Botticelli, li capisci senza aver studiato? Perché il loro significato va oltre a ciò che rappresentano formalmente. Così come il tuo cubo di ottone, probabilmente (ipotizzo perché non so di che opera parli).

Non so, penso di sì... li capisco nel senso che CAPISCO che sono capolavori. :sorriso4:
Se io vedessi per la prima volta la cappella Sistina (tanto per rimanere in Italia :sorriso4: ), senza sapere NULLA nè dell'autore, nè di cosa rappresenti, rimarrei senz'altro senza fiato e con la consapevolezza di aver visto qualcosa di meraviglioso (esiste anche la sindrome di Stendhal). Poi è ovvio, lo studio sull'autore e l'Opera è fondamentale per dargli un significato oggettivo (ma anche per cultura e piacere personale.)
Se vedo il "cubo di ottone" (lo chiamo così perchè neanch'io so di che opera parlo :sorriso4:) non mi rimane proprio nulla, senz'altro anche lui avrà un significato concettuale complesso però... boh..
non so
Comunque io non sono affatto contro l'Arte contemporanea, l'Architettura poi.. solo che ho l'impressione che in certi casi si tratti più di acuto marketing, come diceva principessa, che altro.

ti quoto. specie per la parte marketing.... Gaufre semplificando, se uno di questi grandi merkettari mette al guggenheim in una sala enorme un uovo di gallina al centro e sopra ci si filosofeggia dicendo cose tipo rappresenta l'univeeso nel vuoto cosmico ed essendo fonte di vita e vita in se in quanto contenuto rappresentail ventre della donna che alla fine è base dell'universo tutti a dire "che figata"... per me che passo li è solo un uovo... al centro di una stanza... e per farti rabbrividire (:sorriso4: al mio amico lo manda in besta) le tele di fontana per uno che le vede e nn si è fatto il pippotto sono solo tele bianche rotte!!!!

PS: l'ultima è una provocazione ma rende molto l'idea. Magari è una provocazione solo perchè di quelle so che cosa c'è dietro


baci
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da maimeri il Ven 03 Set 2010, 16:24

un momento, non è chese non hai studiato fontana non lo capisci, dipende anche dal tpo di ambiente in cui vivi, da cosa frequenti, magari uno non è molto esperto di arte contemporanea ma se ha un po' di occhio, dis ensibilità, capisce che il taglio di fontana ha un suo significato e che è un gesto di rottura simbolico ,quantomeno si incuriosisce. poi damien hirst, che a me non piace, è cmq considerato all'unanimità un genio assoluto, fosse non altro per il "coraggio" e la dirompenza delle sue opere.
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

12345678910

Messaggio Da Gaufre il Ven 03 Set 2010, 16:34

@ G.Kaplan
Divertente il video
Secondo me non capisci che sono capolavori... sai che lo sono, è diverso. Perché hanno avuto una fortuna critica enorme e si trovano su tutti i libri di storia dell'arte. Perché il Rinascimento italiano è universalmente considerato uno dei periodi in cui l'arte ha raggiunto uno dei maggiori momenti di sviluppo. Ma cosa le distingue dalle realizzazioni coeve di qualche autore minore, però altrettanto bravo nel maneggiare i pennelli? Ho scelto proprio due opere emblematiche per le loro indubbie qualità estetiche e concettuali. Due opere celeberrime di cui più o meno tutti abbiamo sentito parlare perché restano ancora avvolte da un certo mistero.
Non credo che sia un'ovvietà ribadire che l'utente medio di un museo non riesce a leggere né un'opera d'arte moderna né una contemporanea. Ne apprezza l'aspetto estetico, e nulla di più. Però con la stessa superficialità pretende che un unico metro di giudizio applicato a un quadro del Cinquecento possa funzionare anche per un'opera realizzata l'altro ieri. Se ci fosse più informazione, se si spiegasse che il valore dell'arte non si limita solo a certi fattori, questo non succederebbe.
Io metto la comprensione delle opere, siano esse moderne o contemporanee, sullo stesso piano: devono dire qualcosa al mio intelletto, non solo alla mia 'pancia'. Quando riescono a comunicare con entrambi, allora penso realmente di aver ottenuto una loro completa fruizione. Il mio punto di vista è: perché non dare all'arte contemporanea la stessa visibilità, lo stesso grado di divulgazione che ha l'arte moderna? Dopotutto è l'espressione più fedele e attuale di ciò che siamo al momento.
Questo va oltre ai discorsi pseudo-intellettualistici sul cubo di ottone o di acciaio: anche io penso che moltissima arte contemporanea sia tutta fuffa. Ma studio per cercare di fare dei distinguo.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: la "pancia" e la "testa", disquisizioni sull'arte...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 12 di 14 Precedente  1 ... 7 ... 11, 12, 13, 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum