Noi e la parola scritta

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mer 16 Dic 2009, 12:04

Penso che tutti noi ci siamo cimentati, almeno una volta, nel tentare di scrivere poesie. O magari ci sono poesie o testi di canzoni che ci rappresentano in maniera particolare.

Io ho scritto cose, da ragazzina, poi ho smesso e ho ripreso da non molto. Questa è una mia poesia (sempre in fase di elaborazione... tutte le volte che ci metto le mani cambierei qualcosa).

DI-SEGNI

Tu sei vetro, velluto e tabacco
e sangue scuro in un calamaio
e tracci segni sulla mia in-coscienza
completi
parziali
sentimentali
segni carnali ed epiteliali
di te su di me. Di me su di te.

Domandi dove io voglia scappare.
"Non importa, basta che sia via da ME"
ed il giallo asettico della tangenziale
mi sembra già ascesi
su involucri
distesi
come recipienti
di menti
in attesa
di lacrime e gocce non più trattenute
di te e di di me. Di me e di te.

E poi girandole, frasi spezzate,
ancora impacciate, accennate e ansimate
e infine passate di bocca in bocca
in quel bacio di ibisco inasprito
tu dici soltanto "Voglio essere in te
con te attorno a me."

E scende il nero dei vestiti
ma non il nero dei nostri sguardi.
Bianco su bianco la nostra pelle,
rosso nel rosso i pensieri
e "I desideri hanno forma ovale,"
mormoro io, in completo silenzio,
diventano mani nei nostri anfratti
e anfratti che urlano per farsi violare.

In questo specchio, deforme e corrotto,
ti vedo bello come un sogno,
terrificante come il bisogno
di te e di me. Di me e di te.



FINE.


Ultima modifica di Violatrix il Mar 22 Dic 2009, 20:49, modificato 1 volta

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da hermy2 il Mer 16 Dic 2009, 12:43

Violatrix ha scritto:Penso che tutti noi ci siamo cimentati, almeno una volta, nel tentare di scrivere poesie. O magari ci sono poesie o testi di canzoni che ci rappresentano in maniera particolare.

Io ho scritto cose, da ragazzina, poi ho smesso e ho ripreso da non molto. Questa è una mia poesia (sempre in fase di elaborazione... tutte le volte che ci metto le mani cambierei qualcosa).

DI-SEGNI

Tu sei vetro, velluto e tabacco
e sangue scuro in un calamaio
e tracci segni sulla mia in-coscienza
completi
parziali
sentimentali
segni carnali ed epiteliali
di te su di me. Di me su di te.

Domandi dove io voglia scappare.
"Non importa, basta che sia via da ME"
ed il giallo asettico della tangenziale
mi sembra già ascesi
su involucri
distesi
come recipienti
di menti
in attesa
di lacrime e gocce non più trattenute
di te e di di me. Di me e di te.

E poi girandole, frasi spezzate,
ancora impacciate, accennate e ansimate
e infine passate di bocca in bocca
in quel bacio di ibisco inasprito
tu dici soltanto "Voglio essere in te
con te attorno a me."

E scende il nero dei vestiti
ma non il nero dei nostri sguardi.
Bianco su bianco la nostra pelle,
rosso nel rosso i pensieri
e "I desideri hanno forma ovale,"
mormoro io, in completo silenzio,
diventano mani nei nostri anfratti
e anfratti che urlano per farsi violare.

In questo specchio, deforme e corrotto,
ti vedo bello come un sogno,
terrificante come il bisogno
di te e di me. Di me e di te.



FINE.

la vedo bene anche come testo di canzone
avatar
hermy2
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : momentaneamente sul pianeta @zz seconda galassia centrale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mer 16 Dic 2009, 13:24

hermy2 ha scritto:la vedo bene anche come testo di canzone

In effetti è nata come testo di canzone. Che poi non hanno inciso, ma vabbè...

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da hermy2 il Mer 16 Dic 2009, 13:26

Violatrix ha scritto:
hermy2 ha scritto:la vedo bene anche come testo di canzone

In effetti è nata come testo di canzone. Che poi non hanno inciso, ma vabbè...

c'ho l'occhio musicale

peccato però, falla tu
avatar
hermy2
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1041
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : momentaneamente sul pianeta @zz seconda galassia centrale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da mambu il Mer 16 Dic 2009, 18:29

"Tutti ci siamo cimentati"... è vero. Anch'io e quel che veniva fuori mi faceva tanto schifo che è finita subito

Sono un lettore molto severo e talvolta mi bastano poche righe o anche una sola parola per condannare uno scrittore o un poeta. Confesso anche che negli ultimi anni ho perso un po' di esercizio: la poesia è un linguaggio speciale e bisogna frequentarlo molto.Se no ci si accontenta delle canzonette.
Negli anni ho spesso scritto pezzi "alla maniera di", ma solo come tentativo pratico di analisi della scrittura di un poeta amato. E molti pezzi burleschi, ma non voglio cominciare subito a mandare a puttane il topic. Di mio salvo solo una serie di Poesie eufoniche, ma ne ricordo bene solo una

Atanòcca takatà
kakka
pipipopò
gaaaaaaa


Attendo fiducioso il Nobel
(se lo ha vinto Fo... )
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da mariele4ever il Mer 16 Dic 2009, 18:34

Violatrix ha scritto:
hermy2 ha scritto:la vedo bene anche come testo di canzone

In effetti è nata come testo di canzone. Che poi non hanno inciso, ma vabbè...

C'è sempre il gruppo di mio figlio che potrebbe farlo
avatar
mariele4ever
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Prov. Bari

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mer 16 Dic 2009, 20:50

mariele4ever ha scritto:
Violatrix ha scritto:
hermy2 ha scritto:la vedo bene anche come testo di canzone

In effetti è nata come testo di canzone. Che poi non hanno inciso, ma vabbè...

C'è sempre il gruppo di mio figlio che potrebbe farlo

E' interssante come cosa... Che musica fanno?

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da ubik il Mer 16 Dic 2009, 20:54

salvate il bassistaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
avatar
ubik
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7484
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da lilianward il Mer 16 Dic 2009, 20:57

Violatrix ha scritto:DI-SEGNI

Tu sei vetro, velluto e tabacco
e sangue scuro in un calamaio
e tracci segni sulla mia in-coscienza
completi
parziali
sentimentali
segni carnali ed epiteliali
di te su di me. Di me su di te.

Domandi dove io voglia scappare.
"Non importa, basta che sia via da ME"
ed il giallo asettico della tangenziale
mi sembra già ascesi
su involucri
distesi
come recipienti
di menti
in attesa
di lacrime e gocce non più trattenute
di te e di di me. Di me e di te.

E poi girandole, frasi spezzate,
ancora impacciate, accennate e ansimate
e infine passate di bocca in bocca
in quel bacio di ibisco inasprito
tu dici soltanto "Voglio essere in te
con te attorno a me."

E scende il nero dei vestiti
ma non il nero dei nostri sguardi.
Bianco su bianco la nostra pelle,
rosso nel rosso i pensieri
e "I desideri hanno forma ovale,"
mormoro io, in completo silenzio,
diventano mani nei nostri anfratti
e anfratti che urlano per farsi violare.

In questo specchio, deforme e corrotto,
ti vedo bello come un sogno,
terrificante come il bisogno
di te e di me. Di me e di te.
FINE.
Sai, e non ti montare la testa eh, ma il tuo stile mi ricorda quello del Morgan di qualche anno fa. Non so se sono io.. ma me lo ricorda.


Comunque anche io ovviamente, da adolescente, ho avuto il mio periodo in cui scrivevo.. ho scritto qualche racconto breve, un paio di poesiole. Però non sono portata.. con le parole non sono brava. Una volta in un delirio di onnipotenza ne ho data una al mio ex, che è pianista, per farmela mettere in musica, ma lui non ci ha nemmeno voluto provare perchè era troppo brutta
avatar
lilianward
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3173
Data d'iscrizione : 06.10.09
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mer 16 Dic 2009, 20:59

ubik ha scritto: salvate il bassistaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Nu. Lui non c'entra. Questa poesia l'ho scritta per un altro (sempre bassista). Ci ho la fissa...

Ma nessuno scrive poesie qui?

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da ubik il Mer 16 Dic 2009, 21:02

Violatrix ha scritto:
ubik ha scritto: salvate il bassistaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Nu. Lui non c'entra. Questa poesia l'ho scritta per un altro (sempre bassista). Ci ho la fissa...

Ma nessuno scrive poesie qui?

io solo raccontini

(parlavo del bassista del gruppo del figlio di zia mariele )
avatar
ubik
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7484
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mer 16 Dic 2009, 21:09

lilianward ha scritto:Sai, e non ti montare la testa eh, ma il tuo stile mi ricorda quello del Morgan di qualche anno fa. Non so se sono io.. ma me lo ricorda.

No, non mi monto la testa... ma grazie. I testi di Morgan sono bellissimi, secondo me. Forse è anche perché abbiamo ascoltato e letto (da quel che ho capito) le stesse cose da ragazzini e abbiamo la mente storta uguale.

In realtà mi hai beccato, maledetta Lilian, ebbe sì, sono io Morgan in incognito. E durante le dirette postavo dal BlackBerry qui sul forum, altroché la Mori e il suo telefonino.



lilianward ha scritto:Comunque anche io ovviamente, da adolescente, ho avuto il mio periodo in cui scrivevo.. ho scritto qualche racconto breve, un paio di poesiole. Però non sono portata.. con le parole non sono brava. Una volta in un delirio di onnipotenza ne ho data una al mio ex, che è pianista, per farmela mettere in musica, ma lui non ci ha nemmeno voluto provare perchè era troppo brutta

Ma noooo, dai! Le poesie non sono mai brutte... sono sprazzi della nostra psiche. Lo scoglio grande è cominciare a metterne una, poi le altre vengono. Ma ti ha detto così? Che era troppo brutta? Comunque questo topic era inteso anche per mettere poesie e testi altrui, eh! Testi di canzoni, traduzioni... cose così. Io ascolto musica e testo contemporaneamente, se posso e per me testo e musica sono inscindibili.

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da ubik il Mer 16 Dic 2009, 23:53

Le cose che pensano - Panella

In nessun luogo andai
per niente ti pensai
e nulla ti mandai
per mio ricordo
Sul bordo m'affacciai
d'abissi belli assai
Su un dolce tedio a sdraio
amore ti ignorai
invece costeggiai
i lungomai
M'estasiai. ti spensierai
m'estasiai, e si spostò
la tua testa estranea
che rotolò
Cadere la guardai
riflessa tra ghiacciai
sessanta volte che
cacciava fuori
la lingua e t'abbracciai
Di sangue m'inguaiai
Tu quindi come stai
Se è lecito che fai
in quell'attualità
che pare vera
Come stai, ti smemorai
ti stemperai e come sta
la straniera, lei come sta
Son le cose
che pensano ed hanno di te
sentimento. esse t'amano e non io
come assente rimpiangono te
Son le cose prolungano te
La vista l'angolai
di modo che tu mai
entrassi col viavai
di quando sei
dolcezza e liturgia
orgetta e leccornia
La prima volta che
ti vidi non guardai
da allora non t'amai
tu come stai (ah come stai)
Rimpiangono te
son le cose, prolungano te
certe cose
avatar
ubik
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7484
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da fear-of-the-dark il Gio 17 Dic 2009, 00:00

ubik ha scritto:Le cose che pensano - Panella

In nessun luogo andai
per niente ti pensai
e nulla ti mandai
per mio ricordo
Sul bordo m'affacciai
d'abissi belli assai
Su un dolce tedio a sdraio
amore ti ignorai
invece costeggiai
i lungomai
M'estasiai. ti spensierai
m'estasiai, e si spostò
la tua testa estranea
che rotolò
Cadere la guardai
riflessa tra ghiacciai
sessanta volte che
cacciava fuori
la lingua e t'abbracciai
Di sangue m'inguaiai
Tu quindi come stai
Se è lecito che fai
in quell'attualità
che pare vera
Come stai, ti smemorai
ti stemperai e come sta
la straniera, lei come sta
Son le cose
che pensano ed hanno di te
sentimento. esse t'amano e non io
come assente rimpiangono te
Son le cose prolungano te
La vista l'angolai
di modo che tu mai
entrassi col viavai
di quando sei
dolcezza e liturgia
orgetta e leccornia
La prima volta che
ti vidi non guardai
da allora non t'amai
tu come stai (ah come stai)
Rimpiangono te
son le cose, prolungano te
certe cose

grande ubik!!!
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da fear-of-the-dark il Gio 17 Dic 2009, 01:40

con una rosa-vinicio capossela

Con una rosa hai detto
vienimi a cercare
tutta la sera io resterò da sola
io per te..
muoio per te..
con una rosa sono venuto a te

bianca come le nuvole di lontano
come la notte amara passata invano
come la schiuma che sopra il mare spuma
bianca non è la rosa che porto a te

gialla come la febbre che mi consuma
come il liquore che strega le parole
come il veleno che stilla dal tuo seno
gialla non è la rosa che porto a te

sospirano nell'aria le rose spirano
petalo a petalo mostrano il color
ma il fiore che da solo cresce nel rovo
rosso non è l'amore
bianco non è il dolore
il fiore solo è il dono che porto a te

rosa come un romanzo di poca cosa
come la resa che affiora sopra al viso
come l'attesa che sulle labbra pesa
rosa non è la rosa che porto a te

come la porpora che infiamma il mattino
come la lama che scalda il tuo cuscino
come la spina che al cuore si avvicina
rossa così è la rosa che porto a te

lacrime di cristallo l'hanno bagnata
lacrime e vino versate nel cammino
goccia su goccia, perdute nella pioggia
goccia su goccia le hanno asciugato il cuor

portami allora portami il più bel fiore
quello che duri più dell'amor per sé
il fiore che da solo non specchia il rovo
perfetto dal suo cuore
perfetto dal dolore
perfetto dal dono che fa di sé
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da mambu il Gio 17 Dic 2009, 18:58

Congedo del viaggiatore cerimonioso di Giorgio Caproni

Amici, credo che sia
meglio per me cominciare
a tirar giù la valigia.
Anche se non so bene l'ora
d'arrivo, e neppure
conosca quali stazioni
precedano la mia,
sicuri segni mi dicono,
da quanto m'è giunto all'orecchio
di questi luoghi, ch'io
vi dovrò presto lasciare.

Vogliatemi perdonare
quel po' di disturbo che reco.
Con voi sono stato lieto
dalla partenza, e molto
vi sono grato, credetemi
per l'ottima compagnia.

Ancora vorrei conversare
a lungo con voi. Ma sia.
Il luogo del trasferimento
lo ignoro. Sento
però che vi dovrò ricordare
spesso, nella nuova sede,
mentre il mio occhio già vede
dal finestrino, oltre il fumo
umido del nebbione
che ci avvolge, rosso
il disco della mia stazione.

Chiedo congedo a voi
senza potervi nascondere,
lieve, una costernazione.
Era così bello parlare
insieme, seduti di fronte:
così bello confondere
i volti (fumare,
scambiandoci le sigarette),
e tutto quel raccontare
di noi (quell'inventare
facile, nel dire agli altri),
fino a poter confessare
quanto, anche messi alle strette
mai avremmo osato un istante
(per sbaglio) confidare.

(Scusate. E' una valigia pesante
anche se non contiene gran che:
tanto ch'io mi domando perché
l'ho recata, e quale
aiuto mi potrà dare
poi, quando l'avrò con me.
Ma pur la debbo portare,
non fosse che per seguire l'uso.
Lasciatemi, vi prego, passare.
Ecco. Ora ch'essa è
nel corridoio, mi sento
più sciolto. Vogliate scusare.)

Dicevo, ch'era bello stare
insieme. Chiacchierare.
Abbiamo avuto qualche
diverbio, è naturale.
Ci siamo - ed è normale
anche questo – odiati
su più d'un punto, e frenati
soltanto per cortesia.
Ma, cos'importa. Sia
come sia, torno
a dirvi, e di cuore, grazie
per l'ottima compagnia.

Congedo a lei, dottore,
e alla sua faconda dottrina.
Congedo a te, ragazzina
smilza, e al tuo lieve afrore
di ricreatorio e di prato
sul volto, la cui tinta
mite è sì lieve spinta.
Congedo, o militare
(o marinaio! In terra
come in cielo ed in mare)
alla pace e alla guerra.
Ed anche a lei, sacerdote,
congedo, che m'ha chiesto se io
(scherzava!) ho avuto in dote
di credere al vero Dio.

Congedo alla sapienza
e congedo all'amore.
Congedo anche alla religione.
Ormai sono a destinazione.

Ora che più forte sento
stridere il freno, vi lascio
davvero, amici. Addio.
Di questo, sono certo: io
son giunto alla disperazione
calma, senza sgomento.

Scendo. Buon proseguimento.
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Lun 21 Dic 2009, 15:18

Voyelles

A noir, E blanc, I rouge, U vert, O bleu; voyelles,
Je dirai quelque jour vos naissances latentes:
A, noir corset velu des mouches éclatantes
Qui bombinent autour des puanteurs cruelles,



A nera, E bianca, I rossa, U verde, O blu: vocali,
Io dirò un giorno le vostre origini segrete:
A, nero corsetto villoso delle mosche lucenti
Che ronzano intorno a fetori crudeli,

Golfes d'ombre; E, candeurs des vapeurs et des tentes,
Lances des glaciers fiers, rois blancs, frissons d'ombelles;
I, pourpres, sang craché, rire des lèvres belles
Dans la colère ou les ivresses pénitentes;



Golfi d'ombra; E, candori di vapori e di tende,
Lance di fieri ghiacciai, re bianchi, brividi di umbelle;
I, porpore, sangue sputato, riso di belle labbra
Nella collera o nelle ebbrezza penitenti;

U, cycles, vibrements divins des mers virides,
Paix des pâtis semés d'animaux, paix des rides
Que l'alchimie imprime aux grands fronts studieux;



U, cicli, vibrazioni divine di mari verdi,
Pace dei pascoli seminati di animali, pace delle rughe
Che l'alchimia scava nelle ampie fronti studiose.

O, supreme Clairion plein des strideurs étranges,
Silences traversés des Mondes et des Anges;
- O l'Oméga, rayon violet de Ses Yeux!



O, Tuba suprema piena di stridori strani,
Silenzi attraversati dai Mondi e dagli Angeli:
- O l'Omega, raggio violetto dei Suoi Occhi!

Arthur Rimbaud

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da fear-of-the-dark il Mar 22 Dic 2009, 17:04

io nn scrivo poesie, scrivo i miei pensieri....non so perchè lo sto scrivendo qui, ma in questo momento mi va di condividerlo....


Vuoti di memoria e mi aggrappo all’anta di questo armadio sempre troppo vuoto.

E “cosa volete di più al mondo?” ho letto tra di voi. Cari miei la ricerca è sempre infinita, la meta sempre troppo lontana. Vi dispiacerebbe farmi restare ancora qui appoggiata al legno noce e caldo? Aspettando che piova per usare l’ ombrello: mi fermo a guardare il sole che non è stato mai così splendente. La finestra urla qualcosa che non capisco , forse è il gatto che urla e non capisco. Ma no, non chiedetemi perché anche un panda sul mio letto guarda a questo sole con sospetto. Il muro in silenzio ascolta in pianoforte del piano di sotto suonare un jazz stralunato e singhiozzante. Vuoti di memoria :si perdono pezzi di terreno sul pavimento da sotto le scarpe. La signora al piano di sopra lucida una lampada aspettando il genio. Il marito, fermo nel suo letto, cerca il desiderio. Una signora astuta accende un'altra sigaretta, cercando nel fondo della borsa una bugia. Ma sì, forse meglio stare qui tra la lana e la seta . Magari avercela la seta e semmai anche un po’ di sete: mi spingerebbe altrove. Invece cara signora che ora guarda in alto, ebbene si io ho visto tutto ma, non si preoccupi, non parlerò. Ho poca voce e scarsa memoria. Già, vuoti di memoria per ritrovarmi addosso un nuovo look. … per quel cappello che sta solo e sconsolato e vorrebbe essere indossato già da un po’.
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da bellaprincipessa il Mar 22 Dic 2009, 17:22

fear-of-the-dark ha scritto:io nn scrivo poesie, scrivo i miei pensieri....non so perchè lo sto scrivendo qui, ma in questo momento mi va di condividerlo....


Vuoti di memoria e mi aggrappo all’anta di questo armadio sempre troppo vuoto.

E “cosa volete di più al mondo?” ho letto tra di voi. Cari miei la ricerca è sempre infinita, la meta sempre troppo lontana. Vi dispiacerebbe farmi restare ancora qui appoggiata al legno noce e caldo? Aspettando che piova per usare l’ ombrello: mi fermo a guardare il sole che non è stato mai così splendente. La finestra urla qualcosa che non capisco , forse è il gatto che urla e non capisco. Ma no, non chiedetemi perché anche un panda sul mio letto guarda a questo sole con sospetto. Il muro in silenzio ascolta in pianoforte del piano di sotto suonare un jazz stralunato e singhiozzante. Vuoti di memoria :si perdono pezzi di terreno sul pavimento da sotto le scarpe. La signora al piano di sopra lucida una lampada aspettando il genio. Il marito, fermo nel suo letto, cerca il desiderio. Una signora astuta accende un'altra sigaretta, cercando nel fondo della borsa una bugia. Ma sì, forse meglio stare qui tra la lana e la seta . Magari avercela la seta e semmai anche un po’ di sete: mi spingerebbe altrove. Invece cara signora che ora guarda in alto, ebbene si io ho visto tutto ma, non si preoccupi, non parlerò. Ho poca voce e scarsa memoria. Già, vuoti di memoria per ritrovarmi addosso un nuovo look. … per quel cappello che sta solo e sconsolato e vorrebbe essere indossato già da un po’.
ma é tutta farina del tuo sacco sorellina?
ma sei bravissima
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14742
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da fear-of-the-dark il Mar 22 Dic 2009, 17:34

denghiu princi.....
avatar
fear-of-the-dark
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12575
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mar 22 Dic 2009, 17:42

Quasi quasi cambio il titolo in "Noi e la parola scritta", che ne dite?

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da AndreaX2 il Mar 22 Dic 2009, 17:42

fear-of-the-dark ha scritto:denghiu princi.....

niente da dire, brava e poetica.
avatar
AndreaX2
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 990
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Torino

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da ubik il Mar 22 Dic 2009, 20:23

Violatrix ha scritto:Quasi quasi cambio il titolo in "Noi e la parola scritta", che ne dite?

ecco brava
avatar
ubik
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7484
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Violatrix il Mar 22 Dic 2009, 20:49

ubik ha scritto:
Violatrix ha scritto:Quasi quasi cambio il titolo in "Noi e la parola scritta", che ne dite?

ecco brava

Fatto.

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da athelas il Mar 22 Dic 2009, 20:51

fear-of-the-dark ha scritto:io nn scrivo poesie, scrivo i miei pensieri....non so perchè lo sto scrivendo qui, ma in questo momento mi va di condividerlo....


Vuoti di memoria e mi aggrappo all’anta di questo armadio sempre troppo vuoto.

E “cosa volete di più al mondo?” ho letto tra di voi. Cari miei la ricerca è sempre infinita, la meta sempre troppo lontana. Vi dispiacerebbe farmi restare ancora qui appoggiata al legno noce e caldo? Aspettando che piova per usare l’ ombrello: mi fermo a guardare il sole che non è stato mai così splendente. La finestra urla qualcosa che non capisco , forse è il gatto che urla e non capisco. Ma no, non chiedetemi perché anche un panda sul mio letto guarda a questo sole con sospetto. Il muro in silenzio ascolta in pianoforte del piano di sotto suonare un jazz stralunato e singhiozzante. Vuoti di memoria :si perdono pezzi di terreno sul pavimento da sotto le scarpe. La signora al piano di sopra lucida una lampada aspettando il genio. Il marito, fermo nel suo letto, cerca il desiderio. Una signora astuta accende un'altra sigaretta, cercando nel fondo della borsa una bugia. Ma sì, forse meglio stare qui tra la lana e la seta . Magari avercela la seta e semmai anche un po’ di sete: mi spingerebbe altrove. Invece cara signora che ora guarda in alto, ebbene si io ho visto tutto ma, non si preoccupi, non parlerò. Ho poca voce e scarsa memoria. Già, vuoti di memoria per ritrovarmi addosso un nuovo look. … per quel cappello che sta solo e sconsolato e vorrebbe essere indossato già da un po’.


bellissimo, pensieri in libertà
avatar
athelas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7874
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : provincia di Milano

http://iltesoroelarcobaleno.splinder.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Noi e la parola scritta

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum