( CINEMA) vincentennial

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da maimeri il Sab 28 Mag 2011, 12:58

ieri, cento annni fa nasceva vincent price



una delle figure più iconiche del cinema horror psicanalitico degli anni passati, con attori come peter cushing, christopher lee, e precedentemente bela lugosi e boris karloff ha segnato un'epoca nella cinematografia definita erroneamente di serie b solo perchè generalmente realizzata a basso costo.

celebre per la sua voce caratteristica e il suo stile raffinato, price era di famiglia benestante e si laureò in storia dell'arte a yale.

sua è la voce del video "thriller" di michael jackson e la sua ultima apparizione più famosa è nel film di tim burton "edward mani di forbice".

malato di parkinson e di enfisema da tempo, muore nel '93 di tumore al polmone.

la sua filmografia è ricchissima e certament enon ha interpretato solo film dell'horrore, ma certamente quello è il genere che l'ha reso più famoso in tutto il mondo, soprattutto per le celebri trasposizioni cinematografiche di alcuni dei più celebri racconti di edgar allan poe, tutti girati nella prima metà degli anni '60: i vivi e i morti, il pozzo e il pendolo, i racconti del terrore, la tomba di ligeia, interpretato con elizabeth shepherd nella parte di ligeia, tutti diretti da roger corman ( oscar alla carriera nel 2010) regista statunitense di culto del genere horror di serie b e pigmalione di gente come scorsese, coppola, jonathan demme, joe dante e james cameron.


a saint louis, sua città natale verranno fatte delle celebrazioni per ricordare l'artista

sito ufficiale dell'iniziativa-evento

pagina facebook dedicata al vincentennial
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 13:40

Chi l'ha conosciuto lo ricorda come un gentiluomo un po' fuori tempo, , cultore d'arte e collezionista di buon gusto. Una persona gentile e piena di humour, un po' il contrario dei personaggi che lo resero famoso, melliflui e inquietanti.

Con Preminger fu a un passo dal diventare un divo di prima classe con due film stupendi: Vertigine (Laura) e Il castello di Dragonwick (un film da recuperare assolutamente: il plot di barbablu che diventa una riflessione sulle radici della società americana).

"Purtroppo" fu troppo bravo nel rappresentare questi personaggi negativi e ciò lo inchiodò a un genere, anche se con risultati che ci fanno godere ancora; come dimenticare il grido d'aiuto della mosca? Brrrrrr...

Corman ebbe il grande merito di liberare il suo talento umoristico, pur rimanendo nell'horror di serie b. Il suo duello di magia con Boris Karloff - con i due assistenti pasticcioni interpretati dal mitico peter Lorre e da un giovanissimo Nicholson - mi fa pisciare addosso solo a ripensarci risate
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da lepidezza il Sab 28 Mag 2011, 16:11

volto familiare ma urge ripasso.
Le scene che descrive mambu m'hanno incuriosito.
Grazie maimè!
vada per il carbonio 14! sì sì!
avatar
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 28 Mag 2011, 16:17

mambu ha scritto:
Con Preminger fu a un passo dal diventare un divo di prima classe con due film stupendi: Vertigine (Laura) e Il castello di Dragonwick (un film da recuperare assolutamente: il plot di barbablu che diventa una riflessione sulle radici della società americana).

Mi piace Preminger e tutti gli attori in quel film, ma trovo che Vertigine (Laura) è veramente "assurdo". In alcuni punti toccava il ridicolo per quanto sembrava assolutamente non credibile e quasi infantile, come sceneggiatura.

L'unico che ho salvato è il personaggio di Clifton Webb.
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 17:21

Amantide_Religiosa ha scritto:
mambu ha scritto:
Con Preminger fu a un passo dal diventare un divo di prima classe con due film stupendi: Vertigine (Laura) e Il castello di Dragonwick (un film da recuperare assolutamente: il plot di barbablu che diventa una riflessione sulle radici della società americana).

Mi piace Preminger e tutti gli attori in quel film, ma trovo che Vertigine (Laura) è veramente "assurdo". In alcuni punti toccava il ridicolo per quanto sembrava assolutamente non credibile e quasi infantile, come sceneggiatura.

L'unico che ho salvato è il personaggio di Clifton Webb.

è vero che è un film "assurdo" :neve:
in ossequio alle convenzioni del genere delitto e suo scioglimento sono astrusi e arzigogolati, tanto da spostare il centro del film dalla detection al ritratto di un'ossessione (o l'ossessione di un ritratto? )
è una sovrapposizione di punti di vista e il fulcro della visione è un fantasma, una donna che ci appare come un catalizzatore di ossessioni e nevrosi dei vari personaggi (i tre principali, Webb, price e Andrews, ma non solo).

il colpo di genio è poi l'irruzione della donna reale. A parte la bellezza della scena dell'apparizione, quello che dovrebbe riportare il film al "realismo" è invece uno sprofondamento nel sogno/incubo e lo spettatore è portato a non credere più in quello che vede, a dubitare della rappresentazione. Anche la storia d'amore (obbligatoria nelle produzioni di allora) tra l'eroina e il protagonista maschile ha il sapore della compensazione onirica. L'eroe, il detective uomo d'azione tutto d'un pezzo, il perfetto eroe americano, nel momento dell'addormentamento è un fallito, un uomo che hga distrutto tutto quello che aveva costruito, la sua vita, la sua immagine per nutrirsi di un fantasma; un ritratto e alcuni racconti.
L'amore tra i due ha una semplicità, una imediatezza anche non verbale che è prettamente onirica anche se - o forse proprio per questo - ci sono scene di un erotismo fortissimo (lei che gli accende la sigaretta OINK! )

C'è poi la soluzione e il crimine punito, come era obbligatorio nel cinema americano di quegkli anni, ma noi non ci crediamo più. Sappiamo di aver visto l'autodistruzione di un uomo che non ha retto allo svelamento dell'ilusione, ha visto che la società è un balletto di ombre. E questo per una donna che non sapremo mai chi era, un'altra ombra, un palinsesto su cui ognuno incide i suoi desideri. oppure anche noi accettiamo di sognare con Andrews occhiolino

moltiplicazione del punto di vista, dissoluzione della realtà, ossessioni mobose, compensazione onirica...
praticamente è il film che Lynch ha sempre cercato di fare ma non gli è mai riuscito così bene :neve:
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da maimeri il Sab 28 Mag 2011, 18:14

niente, ne sapete a strapacchissimi più di me anche di questo e non riesco a starvi dietro

perchè eroticissima la cosa della donna che gli accende la sigaretta???
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 18:45

ognuno ha le sue ossessioni, maime' timidone



figurati che mi ricordo di Margaret Sheridan solo perché in La cosa da un altro mondo fuma senza filtro e senza bocchino e ogni tanto si toglie dalle labbra i frustuli di tabacco tra pollice e anulare OINK!

avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 28 Mag 2011, 19:35

si mambu però non è credibile appunto. Non si capisce perchè il dedective debba essere ossesionato da lei. Nemmeno il giornalista, che la conosce meglio, se per questo ma almeno Webb è credibile nella sua recitazione. Nel film Laura, a parte la bella faccia di Tierney, non si riesce a capire la ragione di tutto questo amore/ossesione. Poi lei che appare e il dedective è già lì pronto a prenderla in moglie, per non parlare poi di come riesce a "risolvere" il caso.....ma se non fa un cass tutto il tempo?! risate

Io adoro il cinema noir di quel periodo, ho una marea di film però questo veramente mi ha lasciato cosi: ... sudo freddo :neve:


Un film stupendo invece è La donna del ritratto. chissà

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 20:05

e va be'... se citi la donna del ritratto non vale
(e in anche questo la sigaretta è importante nel gioco della seduzione)



però anche qui l'incubo arriva ad avvitarsi nel nonsenso, e l'esperienza diventa così estrema per il "normale" professore che si può solo negarla

in fondo i due film hanno molte cose in comune, proprio a partire dall'ossessione. e l'ossessione non ha bisogno di essere motivata, il suo oggetto è solo un pretesto. solo che nel film questa è solo il punto di partenza perché poi entrano in gioco l'azione e il caos, una cascata di eventi che imprigiona il prof il cui peccato è un'unica deviazione: aver provato interesse per una donna dubbia; e da questo unico peccato la dannazione.

molto lineare nonostante le apparenze insomma, mentre Laura è pieno di vicoli ciechi e falsi movimenti, di azioni senza motivazione razionale. per me è proprio questa la sua grandezza, è uno sguardo nell'abisso di una condizione umana in cui tutti portano una maschera e nessuno comunica se non con i suoi fantasmi, cioè con le maschere che sovrappone agli altri.
qui la donna non è generatrice di dannazione, impasto di fascino e menzogna, conoscenza e mistero. è la visione degli uomini che "la disegna così" :neve:
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 20:15

P.S.: mi pare evidente che adoro Vertigine/ Laura e che sono disposto a tutto per sostenerlo.

a proposito di razionalità delle ossessioni risate
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da maimeri il Sab 28 Mag 2011, 20:25

si mambu, capisco benissimo il discorso dello smoke fetish ma volevo capire che valora aveva anche nell'ambito del film la scena di lei che accende l sigaretta a lui ( il film non l'ho visto oppure non me lo ricordo)
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 21:13

maime', per lo stesso codice di autocensura che imponeva che in un film ogni reato fosse punito, non potevano limonare né non dico trombare, ma nenahce alludere vagamente all'atto sessuale. E alura dovevano trovare il modo di suggerirlo con azioni simboliche; col ballo a due, che potrebbe sembrare la metafora più ovvia, era difficile perchè era anch'esso rigorosamente codificato ed esaminato fotogramma per fotogramma. Quindi spesso l'accendersi le sigarette, lo scambiarsele... divenne la rappresentazione dell'intimità; condito da adeguati scambi di sguardi; ma anche il porgersi cocktail ("Gradisci una bibita?" risate ), il sorseggiarli languidamente...

Il problema a vederle oggi che certe scene erotic-smoke sono francamente ridicole, magari le guardiamo con un po' di tenerezza ma non sono né realistiche né simboliche.
Qui no OINK!
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da maimeri il Sab 28 Mag 2011, 21:30

capito mambu, insomma tra bibite e sigarette mi pare che mi stai facendo al'allegoria del kama sutra, io queste cose le vedevo più come espressione di atteggiamenti trasgressivi, la donna che fuma o che beve l'alcolico, insomma appannaggi da dark lady o da avventurieri e che effettivamente sottointendevano un implicito libertinaggio sessuale ma non un'allussione addirittura a pratiche "altre". poi gradisci una bibita non ci vedo davvero niente di torbido manco a s-cervellarmi ....
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da mambu il Sab 28 Mag 2011, 21:46

"gradisci una bibita?" era un esempio della comicità attuale di certe scene

dagli anni '30 era la traduzione usata per drink risate (e in teoria è ancora quella corretta)
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 28 Mag 2011, 22:02

mambu ha scritto:P.S.: mi pare evidente che adoro Vertigine/ Laura e che sono disposto a tutto per sostenerlo.

a proposito di razionalità delle ossessioni risate

nessuno è perfetto fischio OINK!
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 28 Mag 2011, 22:14

mambu ha scritto:
maime', per lo stesso codice di autocensura che imponeva che in un film ogni reato fosse punito, non potevano limonare né non dico trombare, ma nenahce alludere vagamente all'atto sessuale. E alura dovevano trovare il modo di suggerirlo con azioni simboliche; col ballo a due, che potrebbe sembrare la metafora più ovvia, era difficile perchè era anch'esso rigorosamente codificato ed esaminato fotogramma per fotogramma. Quindi spesso l'accendersi le sigarette, lo scambiarsele... divenne la rappresentazione dell'intimità; condito da adeguati scambi di sguardi; ma anche il porgersi cocktail ("Gradisci una bibita?" risate ), il sorseggiarli languidamente...

Il problema a vederle oggi che certe scene erotic-smoke sono francamente ridicole, magari le guardiamo con un po' di tenerezza ma non sono né realistiche né simboliche.
Qui no OINK!

Io le trovo ancora oggi molto sexy, sensuali e di classe, con Lauren Bacall e la Dietrich in cima alla lista. ZiZì

avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Emmaris il Sab 28 Mag 2011, 23:18

Amantide_Religiosa ha scritto:

L'unico che ho salvato è il personaggio di Clifton Webb.

Io ho un'adorazione per Clifton Webb, grandissimo attore. sorriso
avatar
Emmaris
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2380
Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da maimeri il Sab 28 Mag 2011, 23:40

mambu ha scritto:"gradisci una bibita?" era un esempio della comicità attuale di certe scene

dagli anni '30 era la traduzione usata per drink risate (e in teoria è ancora quella corretta)


tipo conte swarosky : gradisce un cordiale?
:neve:
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 28 Mag 2011, 23:43

Emmaris ha scritto:
Amantide_Religiosa ha scritto:

L'unico che ho salvato è il personaggio di Clifton Webb.

Io ho un'adorazione per Clifton Webb, grandissimo attore. sorriso

zizizizizzi un eccellente attore davvero. sorriso Tra l'altro molto ben doppiato anche in italiano. chissà
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da piedonex il Dom 29 Mag 2011, 10:56

ne ho visti molti di film con Vincent, ma non so perchè, per me sarà sempre il papà di Edward mani di forbice
avatar
piedonex
Admin Piedonex
Admin Piedonex

Messaggi : 23648
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Lombardia

Tornare in alto Andare in basso

Re: ( CINEMA) vincentennial

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum