Piccole cose di valore non quantificabile

Pagina 3 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Bess il Mar 12 Ott 2010, 12:19

Gaufre ha scritto:Non ho tempo di approfondire anche se vorrei, ma ricordo che:

- il "delitto d'onore" è stato abrogato solo nel 1981
- la legge sulla violenza sessuale parlava di delitti contro la morale e non contro la persona fino al 1996!!!

Purtroppo anch’io in questo periodo non ho tempo per intervenire più tanto … comunque mi collego a quello che ha scritto Gaufre per dire che il riconoscimento a livello sociale/collettivo di un problema non può a mio parere essere scisso da quelli che sono gli strumenti “pubblici” (norme, servizi, finanziamenti, …) finalizzati a mitigarlo. La legge sullo stalking è passata solo lo scorso anno, per dire. E, a parte le vittime, non mi pare vi sia a livello della società civile e, di riflesso, a livello politico una “reale” presa di posizione su questo tema, come se la cosa non ci riguardasse. Rimaniamo incollati davanti alla tele che racconta di un caso, ma poi la cosa finisce lì (vedi articolo di Diamanti di ieri su Repubblica che se trovo posto). E se finisce lì è perché alla fine non ci interessa (e questo vale anche per altri temi sociali, ovviamente …disoccupazione, evasione, ecc…).

Io vorrei vivere in un paese che insorge nel momento in cui vengono tagliati i fondi ai centri antiviolenza e non solo che rabbrividisce di fronte ad un caso.

Da quello che so, i centri antiviolenza sono gli unici che si occupano a livello locale di dare assistenza e aiuto alle vittime (alcuni hanno anche le case rifugio). Sono centri portati avanti da volontari e vivono di donazioni e di fondi pubblici, sia locali che nazionali.
Nel pacchetto che conteneva anche la legge sullo stalking era previsto un fondo per questi centri, ma molte risorse poi non sono arrivate (se trovo l’articolo, posto).
Quest’anno sono previsti ulteriori tagli e so che diversi centri hanno difficoltà e devono chiudere le case rifugio.
Perché non si parla anche di questo? Se non c’è una rete locale e puntuale di aiuto nel tempo si può avere anche la normativa migliore e le pene più dure, ma manca un pezzo importantissimo per “chiudere” il cerchio di reale sostegno alle vittime

Mi scuso, ho scritto in fretta e ho mischiato varie cose … non sono riuscita a leggere tutti i vostri post e forse sono andata "fuori" tema o ripetuto cose già dette…non so...

Ora devo scappare, a più tardi



Ultima modifica di Bess il Mar 12 Ott 2010, 12:20, modificato 1 volta
avatar
Bess
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1672
Data d'iscrizione : 08.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Dylan67 il Mar 12 Ott 2010, 12:20

scusate se mi permetto ..ci sono dei posti nel mondo dove la donna viene ancora considerata un essere inferiore purtroppo ...lo ammetto..
ma nei secoli scorsi questa pratica terribile... anche qui da noi era molto piu' radicata.... solo che non si avevano notizie

oggi la violenza sulle donne e' un problema che viene accolto con molta sensibilita'(e meno male) quindi le notizie arrivano subito anche se a volte i media ci ricamano sopra
io sono convinto che i casi siano molto piu' sporadici di un tempo
ma che siano risaltati giustamente appunto dai media
oggi esiste finalmente una maggiore fermezza per questi reati


e poi in fondo mica tutti gli uomini son cosi..e voglio sperare che non tutta la societa' sia cosi malata
avatar
Dylan67
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Cantastorie il Mar 12 Ott 2010, 12:23

tentativo di spiegazione

Imparare COME ci si relaziona con l'ALTRO

Agenzie educative

- Famiglia
- Scuola
- Altri significativi con cui si interagisce Direttamente (i vicini, la piazzetta, l'allenatore sportivo, la sezione locale di partito o di sindacato o di coop o di quel che ve pare ...(ei fu) e blablablabla)

- Altri con cui NON si interagisce...ma che si "subisce da passivi" - Massmedia/tra cui si muove la pubblicità e le loro Rappresentazioni


E' una scala discendente di "condizionamento" Lepidè
Per un bambino, il MONDO inizialmente ha i confini della sua famiglia e apprende-introietta quelle che sono le modalità di interazione che là imperano (rispetto..non rispetto...dialogo...equità..iniquità...ascolto ..blablablabla)
Accanto alla famiglia, si aggiunge la scuola ...dalla materna in poi... - che offre altri modelli di "interazione" e rafforza - laddove è BRAVA - i concetti di riferimento di IMPEGNO ...di apprendimento/Rendimento/Gratificazione......eblablablabla.
In questa fase si rafforza il rapporto tra PARI (coetanei) e il modo di rapportarsi con loro e tra loro è il nucleo su cui poi si svilupperanno identità e personalità adulte (ahinoi o ahiloro o fortunaloro)

A famiglia e scuola si aggiungono gli Altri significativi con cui i ragazzini interagiscono nella loro QUOTIDIANITA'...e da là apprendono/confrontano altre modalità di interazione/modelli di riferimento.


Se le varie agenzie di socializzazione --- famiglia, scuola, altri significativi, massmedia vari - RISPECCHIANO un modello di riferimento univoco....il pargolo interiorizza e ripropone QUEL MODELLO.

Se le agenzie di socializzazione sono multiple e offrono piu' piani, piu' modelli, piu' riferimenti....è vero che aumenteranno i "confitti" e il "Libero arbitrio individuale-scelta"...ma è vero che l'ADULTO - risultato finale sarà in grado di Adattarsi/modificare il proprio modo di "Pensare" da cui discende il suo modo di "Agire"


chissà se ho scritto chiaramente...boh..vedete n po' vvoi
Xenas aiutameeeeeeeeeeeeee collega triste triste triste
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da mariele4ever il Mar 12 Ott 2010, 12:31

xenas ha scritto:...

Puoi dire che le ragazzine si vestono come piccole squillo perchè lo vedono in televisione ma non che gli uomini sono violenti perchè vedono tette e culi.


Be', qualcuno che percepisca il messaggio in modo sbagliato potrebbe sempre esserci non credi?


Ultima modifica di mariele4ever il Mar 12 Ott 2010, 12:46, modificato 1 volta
avatar
mariele4ever
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Prov. Bari

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da xenas il Mar 12 Ott 2010, 12:34

mariele4ever ha scritto:
xenas ha scritto:...

Puoi dire che le ragazzine si vestono come piccole squillo perchè lo vedono in televisione ma non che gli uomini sono violenti perchè vedono tette e culi.


Be', qualcuno che percepisca il messaggio in modo sbagliato potrebbe sempre esserci non credi?

ma non legato alla televisione. Il. fatto che una donna vestita in modo provocante debba essere oggetto di attenzione da parte di uomini poco educati è una cosa sociale mica si vede in televisione. Mica che ne so jerry scotti mette le mani nel sedere alle letterine......

ma la società dice che se una donna veste in un modo non opportuno (rispetto alle regole sociali) merita trattamenti poco rispettosi.


avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 12:36

Scusate, io vorrei solo dire una cosa: qui non si nega che esistano modelli educativi che vengono impartiti da famiglia e scuola. Forse però questi modelli educativi stanno entrando sempre più in crisi, per le oggettive difficoltà a gestire il quotidiano per mancanza di politiche sociali, e l' ALTRO di cui parlava Canta nel suo post, in realtà sta prendendo il sopravvento (internet, cinema, pubblicità e tv offrono sempre più spesso immagini e modelli femminili "fruibili" e dunque equiparabili agli oggetti, da possedere, usare o violare). Non credete che questo impedisca in parte lo sradicamento di certi comportamenti violenti nei confronti delle donne? Perché sottovalutarne l'influenza?
Grazie Bess per il tuo post che offre un punto di vista diverso da quelli che finora sono emersi.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da mariele4ever il Mar 12 Ott 2010, 12:40

Non dico che se li merita ma che potrebbe aspettarseli... non dimentichiamo mai che ad ogni azione corrisponde una reazione: se ti vesti da squillo perché ti piace provocare (non vedo quale altro potrebbe essere il motivo), metti in conto che qualcuno possa sentirsi provocato e magari possa avere anche una reazione spropositata a questa provocazione.


Ultima modifica di mariele4ever il Mar 12 Ott 2010, 12:46, modificato 1 volta
avatar
mariele4ever
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Prov. Bari

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Dylan67 il Mar 12 Ott 2010, 12:41

azz a volte a leggere questi temi mi innervosisco ..ma non con voi sia ben inteso ..c'e l'ho con tutto il mondo
quante violenze ci sono al mondo?
la violenza sulle donne... sui minori..sui diritti dell'umanita'
sull'informazione..
oggi stanno tentando di far diventare i lavoratori schiavi ma nessuno sembra accorgersene
parlano di malasanita' e quindi fanno i tagli ..ma non dove ci son gli sprechi..tagliano il personale..oggi c'e un infermiere ogni 60 malati..
e poi ci lamentiamo se facciamo le file..nei laboratori medici degli ospedali
e le scuole? a si quelle dovrebbero diventare private ci dicono....
cosi vanno avanti solo coloro che hanno i soldi..o che ungono per benino
invece di creare degli insegnanti validi....
e cosi via... dicono societa' civile..e ci trattano come se fossimo degli ignoranti

e in effetti i veri giochi di potere noi gli ignoriamo.....

scusate se son finito ot

avatar
Dylan67
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 12:42

xenas ha scritto:
mariele4ever ha scritto:
xenas ha scritto:...

Puoi dire che le ragazzine si vestono come piccole squillo perchè lo vedono in televisione ma non che gli uomini sono violenti perchè vedono tette e culi.


Be', qualcuno che percepisca il messaggio in modo sbagliato potrebbe sempre esserci non credi?

ma non legato alla televisione. Il. fatto che una donna vestita in modo provocante debba essere oggetto di attenzione da parte di uomini poco educati è una cosa sociale mica si vede in televisione. Mica che ne so jerry scotti mette le mani nel sedere alle letterine......

ma la società dice che se una donna veste in un modo non opportuno (rispetto alle regole sociali) merita trattamenti poco rispettosi.

Il sedere delle letterine è visibile, a lungo inquadrato dalle telecamere e dunque fruibile. Diventa oggetto. Si assimila il corpo a una cosa da usare.
Mi sembra talmente ovvio... e non riesco a capire come non si possa non vederlo. Non è che perché manca il gesto fisico (la palpata) non passi ugualmente il messaggio che il corpo in questione sia un oggetto.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da mariele4ever il Mar 12 Ott 2010, 12:45

Quoto.
avatar
mariele4ever
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3303
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Prov. Bari

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Cantastorie il Mar 12 Ott 2010, 12:49

Dylan67 ha scritto: scusate se mi permetto ..ci sono dei posti nel mondo dove la donna viene ancora considerata un essere inferiore purtroppo ...lo ammetto..
ma nei secoli scorsi questa pratica terribile... anche qui da noi era molto piu' radicata.... solo che non si avevano notizie

oggi la violenza sulle donne e' un problema che viene accolto con molta sensibilita'(e meno male) quindi le notizie arrivano subito anche se a volte i media ci ricamano sopra
io sono convinto che i casi siano molto piu' sporadici di un tempo
ma che siano risaltati giustamente appunto dai media
oggi esiste finalmente una maggiore fermezza per questi reati


e poi in fondo mica tutti gli uomini son cosi..e voglio sperare che non tutta la societa' sia cosi malata

Si Dylan, sono passi lenti e non li si possono nemmeno esportare-diffondere rapidamente.
Un esempio parallelo è quello delle seconde generazioni di emigranti da altri paesi con riferimenti/regole/modi di vivere arroccati: penso all'ultimo caso di quel padre e figlio pakistani da anni in Italia che hanno ucciso la madre-moglie e ferito gravemente la figlia-sorella perchè la parte femminile si è ribellata all' ordine IMMUTABILE che assegna al padre il diritto di scegliere-consegnare la propria figlia ad un marito di suo gradimento - ossia UGUALE a lui.

Quei due uomini hanno scelto l'Occidente per vivere, ma Vivono secondo un Ordine originario in netto contrasto con luogo d'arrivo, un Ordine che assegna alle figure maschili il potere di decidere sulle scelte di vita delle figure femminili, scelta matrimoniale compresa ovviamente.
E' assente/negata l'Integrazione.....per es. penso alle Regole Australiane per gli stranieri che vogliono fermarsi a vivere là: l'apprendimento e l' accettazione del modello Diritti-doveri che vige in quello stato è indispensabile per poter lavorare là.
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Vale82 il Mar 12 Ott 2010, 12:53

io credo che dare la colpa ai modelli offerti dai media sia riduttivo...........e anche troppo comodo..............la violenza sulle donne esiste da sempre, non nasce certo ora con le ragazze seminude in tv
non so se la situazione sia migliorata o peggiorata rispetto al passato (difficile da dirsi perchè si denunciava troppo poco.........e in realtà lo si fa ancora adesso) credo però che sia cambiato il punto di partenza: prima la violenza era l'espressione più spregevole del potere assoluto che l'uomo aveva sulla donna (che essendo del tutto priva di qualunque forma di autonomia era davvero un oggetto in mano prima alla famiglia d'origine, poi al marito), ora credo che la ferocia che questi uomini riversano con tanto accanimento sulle donne sia una sorta di punizione per non averlo più questo potere.
Non credo che questo possa essere imputato alla tv ma ad una mentalità schifosa che, nonostante tutti i passi in avanti che ci illudiamo di aver fatto, in realtà di fondo non è cambiata affatto.
avatar
Vale82
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1781
Data d'iscrizione : 07.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Dylan67 il Mar 12 Ott 2010, 12:55

Cantastorie ha scritto:
Dylan67 ha scritto: scusate se mi permetto ..ci sono dei posti nel mondo dove la donna viene ancora considerata un essere inferiore purtroppo ...lo ammetto..
ma nei secoli scorsi questa pratica terribile... anche qui da noi era molto piu' radicata.... solo che non si avevano notizie

oggi la violenza sulle donne e' un problema che viene accolto con molta sensibilita'(e meno male) quindi le notizie arrivano subito anche se a volte i media ci ricamano sopra
io sono convinto che i casi siano molto piu' sporadici di un tempo
ma che siano risaltati giustamente appunto dai media
oggi esiste finalmente una maggiore fermezza per questi reati


e poi in fondo mica tutti gli uomini son cosi..e voglio sperare che non tutta la societa' sia cosi malata

Si Dylan, sono passi lenti e non li si possono nemmeno esportare-diffondere rapidamente.
Un esempio parallelo è quello delle seconde generazioni di emigranti da altri paesi con riferimenti/regole/modi di vivere arroccati: penso all'ultimo caso di quel padre e figlio pakistani da anni in Italia che hanno ucciso la madre-moglie e ferito gravemente la figlia-sorella perchè la parte femminile si è ribellata all' ordine IMMUTABILE che assegna al padre il diritto di scegliere-consegnare la propria figlia ad un marito di suo gradimento - ossia UGUALE a lui.

Quei due uomini hanno scelto l'Occidente per vivere, ma Vivono secondo un Ordine originario in netto contrasto con luogo d'arrivo, un Ordine che assegna alle figure maschili il potere di decidere sulle scelte di vita delle figure femminili, scelta matrimoniale compresa ovviamente.
E' assente/negata l'Integrazione.....per es. penso alle Regole Australiane per gli stranieri che vogliono fermarsi a vivere là: l'apprendimento e l' accettazione del modello Diritti-doveri che vige in quello stato è indispensabile per poter lavorare là.

si canta purtroppo lo so... in certi luoghi della terra siamo ancora nel medio evo per quanto riguarda i diritti delle donne e non solo .....
avatar
Dylan67
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 12:58

Due precisazioni:

io penso, a differenza di Mariele, che una donna abbia il diritto di vestirsi come vuole, e che se si mette una gonna corta e una scollatura non lo faccia per provocare, ma perché si sente bene se si veste in quel modo.

Vorrei ricordare a Canta, che risponde a Dylan citando il caso della famiglia pakistana in Italia, che in Italia ci sono stati casi simili con protagonisti italianissimi. E' un modello, quello della dominazione maschile, che viene esercitato anche in Italia. Bastava guardare Presa Diretta un paio di settimane fa per capirlo... magari si esercita in maniera diversa e più subdola, lasciando credere alle donne di essere emancipate solo perché lavorano; poi in realtà di lavori ne fanno tre, perché continuano a occuparsi di figli e casa pur avendo un impiego.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Dylan67 il Mar 12 Ott 2010, 13:03

Vale82 ha scritto:io credo che dare la colpa ai modelli offerti dai media sia riduttivo...........e anche troppo comodo..............la violenza sulle donne esiste da sempre, non nasce certo ora con le ragazze seminude in tv
non so se la situazione sia migliorata o peggiorata rispetto al passato (difficile da dirsi perchè si denunciava troppo poco.........e in realtà lo si fa ancora adesso) credo però che sia cambiato il punto di partenza: prima la violenza era l'espressione più spregevole del potere assoluto che l'uomo aveva sulla donna (che essendo del tutto priva di qualunque forma di autonomia era davvero un oggetto in mano prima alla famiglia d'origine, poi al marito), ora credo che la ferocia che questi uomini riversano con tanto accanimento sulle donne sia una sorta di punizione per non averlo più questo potere.
Non credo che questo possa essere imputato alla tv ma ad una mentalità schifosa che, nonostante tutti i passi in avanti che ci illudiamo di aver fatto, in realtà di fondo non è cambiata affatto.

non sono d'accordo vale forse una volta questo discorso era veritiero
oggi dalla maggiorparte degli uomini puoi ricevere solo solidarieta'
perche oramai siamo consapevoli dell'importanza della donna per tutto e in tutto
e ripeto sono convinto che gli uomini violenti siano sempre di meno

sono invece d'accordo sul fatto che la violenza non dipenda esclusivamente dalle immagini televisive che ci propinano
avatar
Dylan67
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 944
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Cantastorie il Mar 12 Ott 2010, 13:03

x Gaufre:
io non ho scritto che non tv, pubblicità, internet non hanno influenza...
ma si aggiungono ad altro che Plasma prima o contemporaneamente a loro.
Quindi certo, va considerato ma NON come se fosse l'unica variabile nel deserto...è affollatissimo quel deserto.


A prop. della visione tetteculi in tv, è qualcosa che è figlio dell'intrattenimento "sottovuoto"...ossia di quelle trasmiss. tv di Striscia quotidiana....che dovendo dar spazio al "nulla" usano il nulla piu' gradevole all'occhio.

Sul fatto che l'abbigliamento dia adito a "fraintendere" quello dipende secondo me dall'Educazione complessiva degli omini (piccoli uomini)....esattamente come per il mio prozio era lecito "fraintendere" che una donna "non accompagnata" significasse/concedesse approcci.
Io ricordo per es. benissimo le difficoltà di relazione di una mia zia separata e poi divorziata agli inizi anni 70. Un incubo di chiacchiere/supposizioni/illazioni : era la sola divorziata nel suo quartiere...e ci mancava poco venisse considerata "puttana"...non sto parlando di un secolo fa...ma di 30 anni fa eh.
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Vale82 il Mar 12 Ott 2010, 13:09

Dylan67 ha scritto:
Vale82 ha scritto:io credo che dare la colpa ai modelli offerti dai media sia riduttivo...........e anche troppo comodo..............la violenza sulle donne esiste da sempre, non nasce certo ora con le ragazze seminude in tv
non so se la situazione sia migliorata o peggiorata rispetto al passato (difficile da dirsi perchè si denunciava troppo poco.........e in realtà lo si fa ancora adesso) credo però che sia cambiato il punto di partenza: prima la violenza era l'espressione più spregevole del potere assoluto che l'uomo aveva sulla donna (che essendo del tutto priva di qualunque forma di autonomia era davvero un oggetto in mano prima alla famiglia d'origine, poi al marito), ora credo che la ferocia che questi uomini riversano con tanto accanimento sulle donne sia una sorta di punizione per non averlo più questo potere.
Non credo che questo possa essere imputato alla tv ma ad una mentalità schifosa che, nonostante tutti i passi in avanti che ci illudiamo di aver fatto, in realtà di fondo non è cambiata affatto.

non sono d'accordo vale forse una volta questo discorso era veritiero
oggi dalla maggiorparte degli uomini puoi ricevere solo solidarieta'
perche oramai siamo consapevoli dell'importanza della donna per tutto e in tutto

e ripeto sono convinto che gli uomini violenti siano sempre di meno

sono invece d'accordo sul fatto che la violenza non dipenda esclusivamente dalle immagini televisive che ci propinano


certo Dylan, davo per scontato che la mia non fosse una generalizzazione, era inserita nel contesto............mi riferivo ovviamente agli uomini violenti, non a tutti gli uomini
avatar
Vale82
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1781
Data d'iscrizione : 07.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 13:10

Cantastorie ha scritto:x Gaufre:
io non ho scritto che non tv, pubblicità, internet non hanno influenza...
ma si aggiungono ad altro che Plasma prima o contemporaneamente a loro.
Quindi certo, va considerato ma NON come se fosse l'unica variabile nel deserto...è affollatissimo quel deserto.
Ma infatti non è l'unica variabile, però vista la crisi dei modelli educativi odierni (è sotto gli occhi di tutti), è un elemento chiave. Io noto spesso che nemmeno ci si rende conto di quanto il martello mediatico ci influenzi...

Cantastorie ha scritto:
A prop. della visione tetteculi in tv, è qualcosa che è figlio dell'intrattenimento "sottovuoto"...ossia di quelle trasmiss. tv di Striscia quotidiana....che dovendo dar spazio al "nulla" usano il nulla piu' gradevole all'occhio.

Sul fatto che l'abbigliamento dia adito a "fraintendere" quello dipende secondo me dall'Educazione complessiva degli omini (piccoli uomini)....esattamente come per il mio prozio era lecito "fraintendere" che una donna "non accompagnata" significasse/concedesse approcci.
Io ricordo per es. benissimo le difficoltà di relazione di una mia zia separata e poi divorziata agli inizi anni 70. Un incubo di chiacchiere/supposizioni/illazioni : era la sola divorziata nel suo quartiere...e ci mancava poco venisse considerata "puttana"...non sto parlando di un secolo fa...ma di 30 anni fa eh.
No, per me tetteculi in tv è molto più subdolo del semplice intrattenimento sottovuoto, perché offre un'immagine femminile che mi offende e mi svilisce come donna e come persona.
Comunque con te concordo sul fatto che i passi da fare siano ancora enormi.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Violatrix il Mar 12 Ott 2010, 13:13

Bernini... il Ratto di Proserpina





Anche portare la moglie in braccio oltre la soglia è una memoria del Ratto delle Sabine. Vorrei ricordare che ratto come rapimento si traduce in RAPE in inglese, che significa stupro. Rapire, stuprare... esistono dall'inizio dei tempi.

L'appartenenza al ceppo giudaico si trasmette per matrilinearità perché era facilissimo che le donne venissero stuprate da chissà chi quando erano ancora tribù del deserto... e quindi, datosi che mater semper certa est, pater numquam...

Non bastano 10/20/30 anni per cambiare una cosa che è propria dell'uomo, ad ogni latitudine, longitudine e in ogni cultura... certo che se ci si incazza e si ha una "iperreazione" è meglio.

_________________________________
Se vuoi perdere la fede diventa amico di un prete.
(G. I. Gurdjieff)
avatar
Violatrix
Fondatrice
Fondatrice

Messaggi : 12554
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Große Kuchen

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 13:15

Dylan67 ha scritto:
oggi dalla maggiorparte degli uomini puoi ricevere solo solidarieta'
perche oramai siamo consapevoli dell'importanza della donna per tutto e in tutto
e ripeto sono convinto che gli uomini violenti siano sempre di meno

sono invece d'accordo sul fatto che la violenza non dipenda esclusivamente dalle immagini televisive che ci propinano
Dylan, credo che tu possa parlare unicamente per te... io non vedo assolutamente riconosciuta l'importanza delle donne, anzi!
Molto spesso mi capita di sentire commenti di uomini (istruiti, peraltro) che parlano delle loro donne come se si trattasse di macchine da sfoggiare...
La violenza non dipende solo da quelle immagini, ma anche da quelle immagini, che propongono un modello di donna svilente.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Cantastorie il Mar 12 Ott 2010, 13:16

Gaufre ha scritto:

Vorrei ricordare a Canta, che risponde a Dylan citando il caso della famiglia pakistana in Italia, che in Italia ci sono stati casi simili con protagonisti italianissimi.

L'esempio dei pakistani era riferito all'osservazione di Dylan a prop. di situazioni differenti delle donne a diverse latitudini.
I casi italianissimi - di mariti-conviventi che maltrattano-uccidono ex mogli-conviventi - ha come nocciolo l'incapacità maschile di riconoscere l'autonomia identitaria femminile: la donna lavora sì, ma Per la necessità familiare (non per la realizzazione di sè). L'ente famiglia, nonostante gli strombazzamenti a parole in sua tutela, a livello di politiche d'aiuto-assistenza è SOLO: è solo se hai un anziano da curare, se hai bimbi piccoli, se hai un malato mentale, se hai un malato con patologia cronica, se hai un disabile...e il PESO di vita di queste situazioni ricade sulla parte femminile, su quella parte che storicamente, per radici si è sempre occupata della CURA dei membri della famiglia. Aggiungo ma non per ultimo che il vero Ammortizzatore sociale dalle nostre parti e' sempre la Famiglia nei casi di disoccuapzione e di precarietà. Senza una famiglia solida (non nel senso economico ma nel senso di supporto sostegno costante intendo) ogni "questione sociale" si decuplica sia come impatto che come disperazione. E il futuro diventa lumicino....e il presente è la sola dimensione possibile (con tutto il carico di Schifezze che questo comporta)
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 13:29

Cantastorie ha scritto:
Gaufre ha scritto:

Vorrei ricordare a Canta, che risponde a Dylan citando il caso della famiglia pakistana in Italia, che in Italia ci sono stati casi simili con protagonisti italianissimi.

L'esempio dei pakistani era riferito all'osservazione di Dylan a prop. di situazioni differenti delle donne a diverse latitudini.
I casi italianissimi - di mariti-conviventi che maltrattano-uccidono ex mogli-conviventi - ha come nocciolo l'incapacità maschile di riconoscere l'autonomia identitaria femminile: la donna lavora sì, ma Per la necessità familiare (non per la realizzazione di sè). L'ente famiglia, nonostante gli strombazzamenti a parole in sua tutela, a livello di politiche d'aiuto-assistenza è SOLO: è solo se hai un anziano da curare, se hai bimbi piccoli, se hai un malato mentale, se hai un malato con patologia cronica, se hai un disabile...e il PESO di vita di queste situazioni ricade sulla parte femminile, su quella parte che storicamente, per radici si è sempre occupata della CURA dei membri della famiglia. Aggiungo ma non per ultimo che il vero Ammortizzatore sociale dalle nostre parti e' sempre la Famiglia nei casi di disoccuapzione e di precarietà. Senza una famiglia solida (non nel senso economico ma nel senso di supporto sostegno costante intendo) ogni "questione sociale" si decuplica sia come impatto che come disperazione. E il futuro diventa lumicino....e il presente è la sola dimensione possibile (con tutto il carico di Schifezze che questo comporta)
No, ci sono ancora casi di familiari che si accaniscono sulle donne per questioni d'onore: vedi il caso recente di Brunetta Morabito, per citarne uno, ferita dal fratello a colpi di pistola perché aveva avuto un figlio senza essere sposata. La puntata di Presa diretta a cui mi riferivo spiegava bene la bugia della parità tra sessi, e l'assenza di politiche sociali per la famiglia a cui tu fai riferimento nel tuo post. Ma si parlava anche dei modelli che ci vengono propinati e che perpetuano questo stato di cose.

http://www.presadiretta.rai.it/dl/portali/site/puntata/ContentItem-97cbc237-7305-4d48-90de-5bcab4ef39f4.html
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da G.Kaplan il Mar 12 Ott 2010, 13:32

Gaufre ha scritto:Dylan, credo che tu possa parlare unicamente per te... io non vedo assolutamente riconosciuta l'importanza delle donne, anzi!
Molto spesso mi capita di sentire commenti di uomini (istruiti, peraltro) che parlano delle loro donne come se si trattasse di macchine da sfoggiare...
La violenza non dipende solo da quelle immagini, ma anche da quelle immagini, che propongono un modello di donna svilente.

Ma questo Gaufre lo fanno anche le donne, eh..

Vi leggo con interesse ma mi trovo in difficoltà a partecipare perchè non riesco a generalizzare.. personalmente ho sempre avuto punti di riferimento maschili ottimi.. non riesco a vedere il maschio come bestia assatanata tout court
avatar
G.Kaplan
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 09.04.10
Località : Zona Pacciani

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Gaufre il Mar 12 Ott 2010, 13:37

G.Kaplan ha scritto:
Gaufre ha scritto:Dylan, credo che tu possa parlare unicamente per te... io non vedo assolutamente riconosciuta l'importanza delle donne, anzi!
Molto spesso mi capita di sentire commenti di uomini (istruiti, peraltro) che parlano delle loro donne come se si trattasse di macchine da sfoggiare...
La violenza non dipende solo da quelle immagini, ma anche da quelle immagini, che propongono un modello di donna svilente.

Ma questo Gaufre lo fanno anche le donne, eh..

Vi leggo con interesse ma mi trovo in difficoltà a partecipare perchè non riesco a generalizzare.. personalmente ho sempre avuto punti di riferimento maschili ottimi.. non riesco a vedere il maschio come bestia assatanata tout court
G.K., nemmeno io ho questa visione degli uomini, ma noto che raramente tra il mio variegato gruppo di amici e conoscenti (cosmopolita e di diverse estrazioni sociali) si fanno apprezzamenti alle donne che ne contemplino le qualità intellettuali, e non solo quelle fisiche. Con le donne mi capita molto meno, ma è segno della "mascolinizzazione" del genere.
Il mio discorso comunque è lontanissimo dal vedere l'uomo come bestia assatanata... se leggi bene i miei post lo capirai. Molto spesso il perpetuarsi di certi modelli educativi è dovuto alle donne stesse.
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da xenas il Mar 12 Ott 2010, 13:58






vi aggiungo anche il testo che rappresenta una parte del discorso sociale

Se una ragazza, vuole di sera
andare sola per strada
non lo può fare
non è corretto
che non sia accompagnata

Andare sola per la città
e non c'è niente di male
ma una ragazza
chissà perché
questo non lo può fare

Andare sola, per la città
mi sembra un fatto normale
ma una ragazza
chissà perché
questo non lo può fare

E' un incantesimo strano, che la colpisce da sempre
mentre il duemila, non è più tanto lontano

Tutte le sere rinchiusa in casa
ma questa volta ha deciso
e vuole andare
per la città
sola col suo sorriso

Sola per strada col suo sorriso
e chi può farle del male
se ci saranno
mille ragazze
che la vorranno imitare!..
avatar
xenas
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6085
Data d'iscrizione : 02.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole cose di valore non quantificabile

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum