Giorgio e il re censito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 01:21

Rubo (autorizzato) una serie di recensioni dalla pagine fb di un amico, anche lui indelebilmente segnato da una serie di brani che han rovinato la nostra generazione


Giorgio e
il re censito. chiedimi tutto ma gli alberi no. una canzone che riesce
a piombarti nel più denso degli imbarazzi e sono uno che a scavare
nella merda ci si diverte. la tematica ecologista, il confronto col
padrone che fa tanto albero degli zoccoli e avercelo uno zoccolo a
portata di mano glielo tireresti in testa dopo
averlo costretto a dipingersi la faccia come nella copertina. questo
disco deve assumersi la responsabilità del declino dell'occidente.





Giorgio e
il re censito. ora vi parlerei volentieri di questo vinile che, lo
giuro, possiedo anche in copia originale, perchè a volte pensi di
averci degli amici e il giorno del compleanno fai invece i conti con la
cruda realtà. ora dicevo, ve ne parlerei volentieri partendo dal titolo
carico di rimandi semantici ma sto cercan...do
il cric della macchina e ... certo è proprio una sagoma 'sto
proietti... pensavo di averlo messo qui e... vabbè vado che ho
l'indirizzo di proietti e mi son ricordato una cosa




[degli Oliver Onions, faccio notare! ]


Ultima modifica di mambu il Sab 23 Ott 2010, 11:51, modificato 2 volte
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 01:29

Giorgio e
il re censito. potremmo partire dalla celebrazione del tempo libero
acquisito dalla società di massa e dall'allargamento a fasce sempre più
ampie di popolazione di abitudini come le vacanze, a costo di ripiegare
su soluzioni in economia come la roulotte che fu la grande regina delle
mie estati bambine col 124 a sessanta
all'ora che attraversare la penisola per andare da parenti era già
bruciarsi tutte le ferie da un autogrill all'altro. e invece mi piace
soffermarmi su lui che canta e sui bamini che gli rispondono da uno
schermo di televisore. ecco, mi ci sono soffermato. ssssì







Giorgio e
il re censito. la rivoluzione sessuale ai suoi apici. tutte le notti si
toccano là dove i sogni non muoiono. la teorizzazione della mutanda
onirica dunque. perfetto come è perfetta la chitarra che suona il riff
sul mi cantino. ma si baciano in tutti i posti 'sti saltafossi dei
ragazzi che si amano? anche sulla rotula?
allora gli mollo una ginocchiata nei denti e non ne parliamo più.
attenzione all'ascolto prolungato si sono evidenziati casi di lesione
permanente dei corpi cavernosi. come dici? cosa sono i corpi cavernosi?
è duro da spiegare.





Ultima modifica di mambu il Sab 23 Ott 2010, 01:24, modificato 1 volta
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 01:33

Giorgio e
il re censito. avete voluto il divorzio... io che avevo occhiaie e mi
son tolto le voglie e faccio notte dove non ti mandan via e, suprema,
io che mangio aria per non stare a casa mia. nego dunque la valenza
sociale del domestico desco in ragione della mia volubilità tutta
moderna e poi tadaààà ci son caduto. e non dire
mai la verità. insomma tutto regolare e poi ci caschi perchè le donne
sanno quel che fai. un caso di analfabetismo sentimentale di ritorno.






Giorgio e
il re censito. cresceranno i seni, chi ti prende in giro sono dei
ragazzi scemi ma le risatine dietro sono come dei pugnali, piangi e ti
si appannano gli occhiali. che altro aggiungere? solo che una roba
identica l'aveva scritta e cantata guccini qualche anno prima ma al
bardo di pavana gliele perdonate tutte, settari
di merda che siete. fa il paio con la pubblicità della crema per i
foruncoli con il tipo che gli amici chiamavano "brufolo bill". una
generazione minata. peccato poi non l'abbiano fatta saltare in aria
disattendendo le speranze.




Ultima modifica di mambu il Sab 23 Ott 2010, 01:25, modificato 1 volta
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 01:37

Giorgio e
il re censito. e poi dipende dai punti di vista che a me se uno è
stronzo non mi smuove di una virgola ma se "hai chiamato la volante
quella notte e volevi farmi mettere in manette" allora sei infame e non
meriti perdono.







Giorgio e
il re censito. prima canino e ora dente. la musica che morde. egli, il
dente appunto, novello petronio, ci regala una cena di trimalcione post
moderna i cui esiti devastanti potete leggere sui volti vinti dal vizio
dei convenuti. e lui, dente, s'aggira cariato tra i tavolini fatto come
una pigna. sbava per lei. poi uno grosso lo vede e lo afferra. lo sbatte fuori e l'atmosfera ne guadagna. fuori il dente fuori il dolore.




Ultima modifica di mambu il Sab 23 Ott 2010, 01:26, modificato 1 volta
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 01:40

Giorgio e
il re censito.erano gli anni della discografia selvaggia, gli anni
delle classifiche che segnavano il tempo, quel tempo di merda, con le
canzoni che ci meritavamo e ci meritiamo. il mondo della canzone
popolato di squali che solo la fatica nostra di scaricare ogni notte
dalla rete ha cancellato. già me l'immagino la ...telefonata
tra discografico e autore, due papponi coi raiban a goccia e il
baffetto. "ahò, ci ho un pezzo nuovo pe donatella. è robba forte"
"mandamela che gli do n'occhiata. come se intitola" "pensavo a qualcosa
de intrigante, un ti vedo e non ti vedo tipo "Il porco romantico" "me
piace. manda che vedemo che se po ffà".







Giorgio e
il re censito. abbiate solo pietà di me che queste canzoni me le porto
tutte incastonate nella memoria insieme a certi versi del carducci e al
numero di una di vent'anni fa. sta di fatto che violentami violentami
miao gli fa le pugne pure a quell'altra testa di cazzo ciclopica della
squillo jo, che ogni volta che se ne
parla c'è sempre uno che dice "si ma jo squillo e le kandeggina rock
erano mitiche, erano punk". ma vaffanculo dico io che son uno che trova
sempre modo e maniera. ma si parla di marcella bella sorella di
quell'altro virus della canzone italiana che risponde al nome di
gianni. bella lì. ricordati che non sono un maschio canta lei e questo
fa presupporre che si siano incontrati che lui era uscito da un paio di
ore dal carcere dell'ucciardone dopo una lunga detenzione in cui le sue
voglie si erano dovute adattare a quello che passava il convento.




Ultima modifica di mambu il Sab 23 Ott 2010, 01:27, modificato 1 volta
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 02:03

Giorgio e
il re censito. questa è troppo anche per me. risalirò come carpa dal
fiume? cos'è che farai col costume da carpa? ma non c'è uno straccio di
zio pescatore, tutti abbiamo uno zio pescatore taciturno, che te lo
poteva spiegare come vivono le carpe. e le mani cucciole, cosa cazzo
sono le mani cucciole, dai nek sforzati e
cerca di spiegarti. ma lo capisci che sei la prova vivente caro nek che
l'aborto è in certi casi un imperativo categorico. e ci può stare che
vai carponi dopo esserti passato il rossetto per farlo ridere anche se
lui penserà tu sia una drag queen lobotomizzata e passi che lui è il
figlio che non vuoi ma quando canti "la moto venderò" ecco, quando
canti così, mi viene voglia di venire lì e chiuderti come una sdraio.






Giorgio e
il re censito. se c'era un abele da uccidere sotto un cielo di rame non
entro nel merito che giornate strane ce ne abbiamo avute tutti alzi la
mano chi non ce l'ha avuta. è la cadenza di questo canto, l'incedere
della parola come il motorino che entra in riserva, ah maledetto omero
maestro di fantasmagoriche similitudini,
che mi ha sempre messo a disagio, al punto da impedirmi qualsiasi
attenzione al testo e agli arrangiamenti. tendo a classificarlo in ogni
caso come uso improprio della canapa.




Ultima modifica di mambu il Sab 23 Ott 2010, 01:27, modificato 1 volta
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da mambu il Sab 04 Set 2010, 02:06

Giorgio e
il re censito.questo scialpi qui era a seveso quando è successo quel
popò di casino della nube tossica. e per fuggire il pericolo se n'è
andato di certo a vivere a cernobil. è un mutante e sarebbe entrato di
diritto in un romanzo di Dick. non a caso il teso è un magistrale
riadattamento in note di cronache del dopobomba e allora raccherole che quando canta di profilo si vede che ha le branchie, mutante maledetto.







Giorgio e
il re censito. cionfoli io lo metto nel mio cuore accanto a dino
campana e al pittore ligabue. un frate cantante ha un avvenire
garantito tra falò di boiscaut e concerti nelle cattedrali e quando da
noi se ne avrebbe avute le palle oberate potevi sempre andare a
spaccare il cazzo agli indios, che i frati ce l'hanno tra
i loro diversi vizi questa roba qui di importunare l'indio, e aprire
altri mercati. invece lui, nutrito di una briciola di successo in
bilico tra sanremo e l'oratorio, accecato dalla fica molla tutto e giù
a recuperare il tempo. quando è uscito dalla stanza ancora nudo ha
capuito che di lui il mondo non voleva più ricordarsi. non preoccuparti
cionfolo, è successo pure a jerry lee lewis. maledetti del rockerrolle




Ultima modifica di mambu il Sab 04 Set 2010, 02:11, modificato 1 volta
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giorgio e il re censito

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum