['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 00:09

Cosa resterà di questi anni '80?

1980
.
La canzone principale del film "American gigolo", scritta da Giorgio Moroder, ottiene il primo posto in tutto il mondo. Grande successo anche per i Police, con l'album "Zenyatta mondatta" che monopolizza le top ten inglesi, trascinato dal singolo "Don't stand so close to me". Un giovane cantante americano al debutto trionfa con l'album che porta il suo nome, Christopher Cross. Altri grandi album nell'anno, "The river", di un giovane Bruce Springsteen, e "Emotional rescue", di un gruppo che già allora viene considerato di "vecchietti": i Rolling Stones. Mentre il movimento punk vive i suoi ultimi giorni di fuoco, con "London calling" dei Clash, escono due album molto importanti: i Dire Straits pubblicano il loro terzo lavoro, Making movies, mentre uno sconosciuto gruppo irlandese propone la sua opera prima: il disco é "Boy", loro sono gli U2. Ne sentiremo parlare ancora, credo.


1981
"For those about to rock" é il successo mondiale degli australiani AC/DC, i re dell'hard rock. "Bette Davis eyes" é il disco dell'anno, per la brava Kim Carnes, mentre l'arrivo di MTV fà entrare nelle case i primi video musicali, tra i quali spicca "Physical", con un'atletica Olivia Newton John. Celebration, dei Kool and the gang, porta anche negli anni 80 la disco fever dei 70, "Games people play" lancia gli Alan Parsons project.


1982
Se il 1982 a 45 giri non ha avuto un vincitore netto, la classifica degli album é stradominata per tutto l'anno da un sopravvissuto del progressive rock italiano anni 70: Franco Battiato.
Abbandonata l'ardita sperimentazione dei tempi di "Fetus" e "Pollution", Battiato esce con La voce del padrone, un disco con tematiche molto profonde ma furbamente "mascherate" in quelle che all'apparenza sono canzoni molto "facili", in modo da non spaventare chi compra un disco in cui ci sono gemme preziose come "Gli uccelli", a mio modesto parere la piú bella poesia italiana degli ultimi anni. "La voce del padrone" sarà il primo disco italiano a superare il milione di copie vendute, e suo malgrado, Battiato diventa una star.
A reggere le bordate della corazzata Battiato, in classifica per oltre un anno, ci provano la colonna sonora de "Il tempo delle mele", "Cocciante", con la bellissima "Celeste nostalgia", che non riuscirà mai a raggiungere il numero uno, il rock elettronico degli Alan Parsons project, con "Eye in the sky", e verso fine anno i Dire Straits, che con "Love over gold" riusciranno a spodestare il tiranno siciliano.

Arrivano dall'Australia i campioni del 1982: sono gli sconosciuti Men at work, che sbancano le classifiche con Business as usual, contenente le due super hit "Who can it be now" e "Down under".
Il loro rock molto facile e l'inconfondibile attacco di sax conquista le top ten mondiali, mentre il compositore Vangelis conosce improvvisa, grandissima fama con la colonna sonora del film "Momenti di gloria". Paul McCartney ottiene grande successo in accoppiata con Stevie Wonder, in "Ebony and ivory". Olivia Newton porta fin nel 1982 il successo di "Physical", ma le due hit maggiori dell'anno sono "Hard to say i'm sorry", dei Chicago, e soprattutto "Eye of the tiger", dei Survivor.
Il gruppo americano é un altro esempio dello stretto connubio cinema-musica dell'epoca, visto che la loro canzone é il tema di "Rocky 3". Successo grandissimo anche per Don't you want me, degli Human league.

1983

É un anno, il 1983, dominato dagli exploit di Thriller, che vende piú di 50 milioni di copie in tutto il mondo e fà diventare una stella di proporzioni galattiche Michael Jackson. In Italia arriva dopo metà anno, ma fa in tempo a dominare le classifiche di vendita dei 33 giri.
I Police realizzano forse il loro miglior album, "Synchronicity", con la stupenda "Every breath you take". Si fà notare un giovane cantautore italiano, che l'anno prima era arrivato ultimo a San Remo: Vasco Rossi.
Tra i singoli, siamo forse l'unico Paese al mondo in cui Hard to say i'm sorry é seconda, dietro "Carletto", di Corrado. L'uscita in tutto il mondo del film "Flashdance" proietta al primo posto delle classifiche "What a feeling", di Irene Cara.
gruppo inglese con uno strano personaggio come leader si fà un nome con due grandi hit: "Victims" e Do you really want to hurt me lanciano i Culture club di Boy George. Va fortissimo ovunque Irene Cara, mentre un altro disco da ricordare é "Total eclipse of the heart", di Bonnie Tyler. Primo numero uno per il duo degli Eurythmics, con "Sweet dreams". Gli U2 incidono "Sunday bloody sunday" sui tremendi fatti di Derry del 1972, ma nessuno ancora si accorge di loro. Ahinoi, invece, sta per arrivare l'epidemia Duran Duran: primo segno, "Hungry like the wolf". I Pink Floyd danno il taglio finale, "The final cut", alla loro esperienza musicale: senza Roger Waters, diventeranno tre macchine succhiasoldi senza un briciolo di originalità.



1984
É un anno, molto "open", almeno in Italia, dove non é ancora arrivato il ciclone Prince che con "Purple rain" si é abbattutto sul mondo anglosassone. Tra i vari aspiranti alla corona di disco dell'anno, hanno titoli Francesco De Gregori, due mesi in vetta con "La donna cannone", Raf, dominatore dell'estate con "Self control", Paul Young, con la bellissima "Love of the common people", e ancora, Gianna Nannini, con Fotoromanza, Amii Stewart, con "Friends", Stevie Wonder con "I just called to say i love you".
Ma nessuno di questi cantanti riesce nell'impresa dei tedeschi Alphaville, il gruppo dell'anno.
Il 12 maggio, entrano in classifica con "Big in Japan", a cui fanno seguito "Sounds like a melody" e Forever young: per otto mesi di fila, almeno un loro disco é nei primi 10, un risultato straordinario che vale tantissimo, in un mondo altamente volubile come quello dei 45 giri. La classifica degli album é un trionfo degli artisti italiani: Va bene, va bene così é il primo, grandissimo successo del futuro re del rock Vasco Rossi.

Van Halen ottengono grande successo con "Jump", mentre a fine anno un gruppo di superstar del pop inglese si riunisce con il nome di Band aid e incide "Do they know it's Christmas".
La canzone, bellissima, avrá grandissimo successo nel 1985, e sará il motore di tutta l'operazione "Live Aid". Tra i membri di Band aid ci sono anche i Duran duran, che hanno ottenuto nel corso dell'anno il loro primo numero uno, con "The reflex". "Borderline" é il primo disco da classifica di una italoamericana piuttosto tarchiatella, tale Madonna.

Sandy Marton vive la sua estate di gloria, con la mitica "People from Ibiza". Capello lungo, faccia da figlio di buona donna che la sa molto lunga, fá strage di cuori tra le teenagers italiane con la sua tastierona da tracolla: in realtá, é meno esotico di quanto faccia credere, e deve il suo successo a un grande creatore di fenomeni multimediali come Claudio Cecchetto, che si é stufato di cantare "gioca jouer".
Altri fenomeni da notte di mezza estate sono Il Gruppo italiano, quelli di "Tropicana" e "Anni ruggenti", i Novecento, con "Movin' on", e Mike Francis, italianissimo nonostante il nome, con "Survivor".



1985
George Michael domina l'inizio anno, da solo con "Careless whisper" e come 50% degli Wham con "Wake me up". tre fenomeni che escono da San Remo, sono Eros Ramazzotti, "Una storia importante" e la candidatura a diventare a breve il numero uno del pop italiano, Luis Miguel, idolo delle ragazzine con "Ragazzi di oggi", e soprattutto i Duran Duran.
Un anno dopo l'Inghilterra, arriva anche da noi la Duranmania: nel corso dell'anno, piazzeranno in vetta alla classifica di tutto, da "Wild boys", a "Save a prayer", fino all'insulsa "A view to a kill". La contrapposizione all'altro gruppo idolo delle ragazzine inglesi, gli Spandau ballet, in Italia regge poco.Il clamoroso successo dei Duran non fà comunque passare in secondo piano l'altro numero uno dell'anno, il supergruppo Usa for Africa, che sulla spinta dell'esempio inglese lancia la mitica We are the world, sempre contro la carestia in Etiopia. I due progetti di aiuti inglese e americano si fondono il 13 luglio in "Live aid", il piú grande concerto live della storia, che tra Londra e Philadelphia chiama sul palco decine di big della canzone, e raccoglie miliardi di telespettatori davanti al video e decine di milioni di dollari (di 20 anni fa..) a favore delle popolazioni africane colpite dalla carestia.
L'anno si chiude con miss Veronica Ciccone in testa a tutte le classifiche, e prossima regina incontrastata di tutto ció che é pop: "Like a virgin" sarà un serbatoio inesauribile di numeri uno. La classifica degli album premia invece Claudio Baglioni, con La vita é adesso, davanti al primo tentativo solista di Sting, "The dream of the blue turtles". Gli altri numeri uno sono gli inevitabili Duran, gli Spandau ballet, e Vasco Rossi, "Cosa succede in città". Arriva in Italia solo nel 1986 l'album dell'anno mondiale, "Brothers in arms".

1986
Madonna é regina unica e sola delle classifiche italiane: True blue domina le vendite degli album, e i vari singoli estratti, tra cui "Papa don't preach", "Open your heart", La isla bonita e "Live to tell", sono puntuali numeri uno tra i singoli.
La signorina Ciccone é anche un'abile utilizzatrice del nuovo mezzo di comunicazione che sta sempre piú prendendo piede in tv, il videoclip. Tutti i suoi singoli hanno il supporto di video molto ben fatti, che spopolano su MTV o sulla seguitissima trasmissione "Deejay television". E proprio con un video per l'epoca originalissimo, che unisce film e disegni animati, si mettono in evidenza gli sconosciuti A-ha.
Take on me lancia il trio norvegese ed é campione di incassi in tutta Europa, e il video é premiato ovunque. In Italia, il 1986 é un altro anno pieno di successi clamorosi e mai piú ripetuti, come si dirà piú avanti, ma anche di conferme ai vertici: "Adesso tu" é il grande successo di Eros Ramazzotti, che lancia il suo primo album al numero 1, "Nuovi eroi". Se io fossi un angelo é il tormentone dell'anno, a firma di Lucio Dalla, Battisti riesce ancora a sfornare un numero 1, "Don Giovanni". "Giulio Cesare" é il brano portante del successo di Antonello Venditti, "Venditti e segreti". Continua la contrapposizione tra i Duran Duran, con "Notorious", e gli Spandau ballet, con "Through the barricades". Ma l'Italia é solo sfiorata dai due grandi numero uno dell'anno, Whitney Houston e sua zia, Dionne Warwick.
Il miglior disco dell'anno, invece, musicalmente parlando, é "So", di Peter Gabriel, ex leader dei Genesis, il cui video "Sledgehammer" é il piú originale della stagione.
Grandi successi sono anche "Slippery when wet" dei Bon Jovi e il live di Bruce Springsteen e la E street band. Il successo del film "Top gun" lancia in orbita gli sconosciuti Berlin, con Take my breath away. I Survivor ripetono il successo di "Eye of the tiger" con "Burning heart", colonna sonora di "Rocky 4". L'inedita collaborazione tra i rapper Run DMC e il gruppo hard rock Aerosmith produce la simpatica e vendutissima "Walk this way". "Say you say me" é il piú grande successo nella pur brillante carriera di Lionel Richie.



1987
Madonna é un autentico fenomeno: riesce a dominare le classifiche anche con un disco davvero insulso, come "Who's that girl", al primo posto per più di 4 mesi. Ma i numeri uno dell'anno sono 5 capelloni scandinavi, gli Europe.
The final countdown é il dominatore delle classifiche italiane ed europee, e il gruppo di Joey Tempest diventa senza dubbio il piú famoso del vecchio continente. Grande successo per la rivisitazione di "Let it be" da parte del supergruppo dei Ferry Aid, nato per scopi umanitari dopo una tragedia nel mare inglese, che é costata la vita a più di 200 passeggeri di un battello. Umberto Tozzi vince San Remo ed Eurofestival, e arriva al numero uno con "Si puó dare di più" e Gente di mare. Ma l'artista italiano di maggior successo del 1987 é Zucchero, che con "Blues" realizza quello che sarà il disco italiano piú venduto di sempre.
Il fenomeno Whitney Houston arriva in Italia con il suo secondo album e il singolo "I wanna dance with somebody", và fortissimo anche George Michael con "Faith", e arriva finalmente il botto da parte degli U2: anche in Italia, "The Joshua tree" é campione di vendite.
The Joshua tree" é uno dei migliori lavori discografici di sempre, con almeno tre gemme purissime, tra cui "With or without you", che grazie anche al video molto suggestivo fà conoscere a tutti quelli che saranno i numeri uno assoluti dei prossimi 15 anni di rock. In termini di vendite, comunque, il numero uno dell'anno é la colonna sonora del fenomeno cinematografico "Dirty dancing", mentre "Licensed to ill" fà conoscere l'irriverente rap bianco dei Beastie boys. "Bad" di Michael Jackson ottiene una copertura mediatica senza precedenti, ma non é "Thriller". Cosí come "Tunnel of love" non é "Born to run"..Il singolo dell'anno é opera delle Bangles.
Walk like an egyptian é uno dei classici tormentoni degli anni 80, che premia il lavoro di un gruppo da tempo sulla breccia, ma mai prima d'ora così di successo. "La bamba" impazza dappertutto, mentre il singolo "Faith" preannuncia il grande successo dell'album di George Michael.

1988

Il 10 settembre 1988 la classifica dei singoli piú venduti in Italia vede al numero 1 Jovanotti, con "Gimme five", al numero 2 Jovanotti, con "Gimme five 2", e al numero 8..Jovanotti con "Go Jovanotti go"! L'uragano Cherubini travolge tutto e tutti, in una stagione che comunque per il mercato italiano non é proprio esaltante, con successi commerciali che hanno poco a che vedere con la musica di qualità: gli Eight wonder di Patsy Kensit, i M.A.R.S.S., Guesch Patti, il citato Charlie..arriva al numero uno anche la scanzonata banda di Renzo Arbore, con Si, la vita é tutta un quiz.Tra le canzoni che invece restano, "A groovy kind of love" di Phil Collins e le bellissime Wonderful life, dello sconosciuto Black, e "One moment in time", di Whitney Houston.
Se non altro, la musica d'autore trova spazio negli album, con la riuscitissima opera prima della cantautrice americana Tracy Chapman, che domina le classifiche con l'album omonimo. "Nothing like the sun" é forse il miglior lavoro da solista di Sting, e mentre esplode il fenomeno Luca Carboni, si confermano ai vertici Eros ramazzoti, Antonello Venditti e l'accoppiata di bolognesi d'oro Dalla-Morandi.

Si confermano gli U2 con un altro grandissimo album, Rattle & Hum, ma il fenomeno mondiale del 1988 é George Michael.
L'ex 50% degli Wham opta definitivamente per la carriera solista, e il successo che coglie con "Faith", singolo e album dell'anno, dimostrano che ha avuto ragione. Grande successo anche per gli INXS, con "Need you tonight" e per George Harrison, che con il video senza dubbio piú originale dell'anno porta al numero 1 Got my mind set on you. Trionfale ma effimero successo per Belinda Carlisle, con "Heaven is a place on heart", mentre "Sweet child o' mine" fà da trampolino al primo grande successo dei Guns 'n Roses, "Appetite for destruction".
Il gruppo di Axl Rose e della chitarra Slash é quanto di meglio in ambito hard rock dai tempi dei Deep Purple, e diventerà il nuovo punto di riferimento in materia per i prossimi anni. "It takes a nation of millions to hold us back" é invece il disco che proclama i Public Enemy fenomeni assoluti del rap. Nella sua prima "incarnazione" ottiene un grande successo Kylie Minogue con "I should be so lucky", mentre la stupenda Don't give up della coppia Peter Gabriel-Kate Bush aspira seriamente al titolo di canzone più bella del decennio.

1989
Madonna (Like a prayer, "Express yourself", la prima con un video molto contestato dalle comunitá cristiane) conferma il suo ruolo di regina delle classifiche, mentre l'estate lancia il duo dei Roxette ("The look", Listen to your heart) e regala un clamoroso successo a Edoardo Bennato, con "Viva la mamma". Gli sconosciuti Rocco & the carnations fanno il botto con la hit dell'estate, Marina. L'autunno porta invece il fenomeno assoluto dell'anno, la lambada.
É un nuovo ballo sudamericano, portato in Europa dal gruppo dei Kaoma(?), e diffusosi come una malattia, come neanche la disco dance ai tempi della "Febbre del sabato sera". Diventa un autentico fenomeno di costume, come succederà anni dopo con "Asereje", per esempio. Sarà anche la ultima numero uno degli anni 80, vanamente contrastata da Phil Collins con Another day in paradise.
La classifica degli album, se non altro, é invece tutta made in italy, con "Oro incenso e birra" di Zucchero, che ripete gli exploits di "Blues", e Liberi liberi, di Vasco Rossi. Il cantautore romagnolo ha attraversato da protagonista tutti gli anni 80, dall'esordio con ultimo posto a San Remo (come Zucchero, del resto) agli album che lo hanno fatto diventare il numero uno del rock nostrano. I due ex trombati del festival lasciano poco spazio alla concorrenza, tra cui si distinguono, comunque, Tina Turner ("Foreign affair"), la prima antologia dei Dire Straits, "Money for nothing", e i Simpy Red ("A new flame"). Al termine di dieci anni, resta da fare un veloce consuntivo: i quattro dischi probabilmente piú importanti, nelle categorie "45 giri italiani", "45 giri stranieri", "lp italiani", "lp stranieri" sono stati, a mio modesto avviso, La donna cannone, We are the world, La voce del padrone e The Joshua tree.

In un annata non proprio indimenticabile, trionfa il duo dei Milli Vanilli. "Girl you know it's true", "Girl, i'm gonna miss you", e soprattutto Blame it on the rain fanno di questa giovane accoppiata gli assoluti fenomeni delle classifiche internazionali.
Ma non é tutto oro ciò che luccica: nella primavera del 1990, si viene a sapere che i due nelle canzoni campioni delle hit in realtà avevano messo solo la faccia: la voce era in realtà di un trio di cantanti dietro le quinte, e i Milli muovevano solo la bocca. Lo scandalo che ne segue provoca un forte esaurimento nervoso per uno dei due componenti del duo, che di lí a poco preferirá il suicidio alla vergogna. Tristi storie, negli anni 80 della musica..Nessuno invece trova niente da ridire su un altro duo, i Roxette, che con "The look" e "Listen to your heart" iniziano la scalata alle vette della pop music. Vette raggiunte quest'anno da Paula Abdul, con l'album campione del 1989, "Forever your girl". I Fine young cannibals realizzano una delle canzoni più ricordate del decennio, She drives me crazy, mentre una non giovanissima Cher si propone come sexy star della canzone con "If i could turn back time". La colonna sonora di "Batman" riporta in vetta Prince, o comunque si chiami in questo scorcio di fine anni 80. "Stand" è il primo grande successo di un gruppo americano di cui sentiremo parlare negli anni 90, i R.E.M.



riassunti per anno: http://www.80mania.com/musica.php


Ultima modifica di echo il Sab 22 Mag 2010, 11:03, modificato 1 volta
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da giops il Sab 22 Mag 2010, 00:32

Io sono nato nel 1982 e durante gli anni '80 ero davvero fin troppo piccolo per potermi ricordare bene le mode e cose varie. Diciamo che sono cresciuto soprattutto negli anni '90. E già rispetto ad oggi vedo molte differenze. Degli anni '80 mi ricordo poche cose, so che a 7 anni già seguivo gli U2 (sunday bloody sunday è una delle mie canzoni preferite) e ricordo quanto era brutto Paolo Bonolis a Bim Bum Bam. Ah ricordo quando Margareth Tachter fu cacciata dal suo stesso partito nel 1989, ricordo che mia madre aveva una acconciatura strana che oggi è difficile vedere, ed infine ricordo la neve a Roma (1985).
avatar
giops
Fattore Produttivo
Fattore Produttivo

Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 00:40

Io sono nata nell'86 e non ricordo nulla. Quello che so è che è sempre stata una decada definita "superficiale" anche e soprattutto a livello musicale. Invece, trovo che ci siano canzoni molto belle.
Vorrei ritrovare la lezione di Morgan sorriso

Ps. bim bum bam l'ho visto anche io, forse è durato anche negli anni '90!
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da giops il Sab 22 Mag 2010, 00:49

si in effetti è durato per quasi tutti gli anni '90
avatar
giops
Fattore Produttivo
Fattore Produttivo

Messaggi : 9792
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da maimeri il Sab 22 Mag 2010, 01:44

echo tu per caso ti ricordi,sempre degli anni '80, quel cantante olandese di colore con i capelli lunghi ricci che sembrava uan donna? non riesco a ricoredarmi assolutamente il nome ma ricordo il motivetto della canzone..
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da Gaufre il Sab 22 Mag 2010, 02:16

maimeri ha scritto:echo tu per caso ti ricordi,sempre degli anni '80, quel cantante olandese di colore con i capelli lunghi ricci che sembrava uan donna? non riesco a ricoredarmi assolutamente il nome ma ricordo il motivetto della canzone..
secondo me Echo è troppo giovane per ricordarselo, anche se le piacciono gli anni Ottanta
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da maimeri il Sab 22 Mag 2010, 03:10

qualcuno che si ricordi di sto tipo allora :°°°
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da Waltzing Matilda il Sab 22 Mag 2010, 08:52

Maimeri, forse era questo? Richenel
avatar
Waltzing Matilda
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 927
Data d'iscrizione : 04.02.10
Località : meandro sotterraneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 10:20

Ovviamente non me lo ricordo ( anzi non ricordo nulla :sorriso4: nell'89 avevo 3 anni )


1981 - Depeche Mode - Photographic

Non vi ricorda:
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da LucyGordon il Sab 22 Mag 2010, 10:34

Bho io ho un ricordo infantile degli anni 80. Se mai faceste un tread simile per il decennio successivo..... ....la cosa cambierebbe.
Ultimamente ho visto un film che narra gli eccessi di quel decennio negli states.
Grande cast, regia magari un pò meno. Film crudo.....molto crudo.
Da vedere per comprendere quegli anni. Ed anche qualcosa del star system di adesso.
Lo avevo già postato nella sezione Morgan, ma qui è proprio a cocco di pippa.
.....................
avatar
LucyGordon
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6692
Data d'iscrizione : 11.03.10
Località : San Francisco provincia di Offida

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 10:43

Mi piacerebbe farne uno anche per gli anni '60, '70 e '90...ora vediamo! OCCHEI! Ne parlavo l'altro giorno con il mio lui, tutte questi decadi ( anni '90 a parte ) hanno segnato musicalmente una rottura con il passato forte, riprendendolo ma cambiandolo. Anche negli anni '80 c'è stato questo passaggio, poi il vuoto. Perchè?
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da LucyGordon il Sab 22 Mag 2010, 10:51

echo ha scritto:Mi piacerebbe farne uno anche per gli anni '60, '70 e '90...ora vediamo! Ne parlavo l'altro giorno con il mio lui, tutte questi decadi ( anni '90 a parte ) hanno segnato musicalmente una rottura con il passato forte, riprendendolo ma cambiandolo. Anche negli anni '80 c'è stato questo passaggio, poi il vuoto. Perchè?

Non sono d' accordo, gli anni 90 sono stati gli anni del confine. Gli strascici musicali delle decadi precedenti hanno raggiunto l' apice, poi un crollo vertiginoso.
Cito solo: la svolta U2 con due abum stratosferici .....e i Nirvana. Ma potrei citarne molti altri di esempi. per non aprlare dela produzione cinematografica. Poi sono anch' io convinta che c'è stato...anzi c'è solo il nulla.
avatar
LucyGordon
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6692
Data d'iscrizione : 11.03.10
Località : San Francisco provincia di Offida

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 10:55

Si anche io l'altro giorno citavo il grunge ed anche il brit-pop. Poi forse son stati gli anni in cui l'hip-hop e l'r&b sono emersi.
Manca un filone veramente veramente forte a mio avviso.E non voglio dire che negli anni '80 o '70 c'è stato solo un filone di musica, anzi. Ma in quegli anni, per me, c'è sempre stato qualcosa di rottura fortissimo.
Ovvio che i Nirvana e gli U2 sono 2 pietre miliari della musica e non si discutono . occhiolino Poi gli anni '90 sono anche gli anni di Buckley.


( 1988 ) E' fantastico! sì sì!
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da LucyGordon il Sab 22 Mag 2010, 11:11

echo ha scritto:Si anche io l'altro giorno citavo il grunge ed anche il brit-pop. Poi forse son stati gli anni in cui l'hip-hop e l'r&b sono emersi.
Manca un filone veramente veramente forte a mio avviso.E non voglio dire che negli anni '80 o '70 c'è stato solo un filone di musica, anzi. Ma in quegli anni, per me, c'è sempre stato qualcosa di rottura fortissimo.
Ovvio che i Nirvana e gli U2 sono 2 pietre miliari della musica e non si discutono . Poi gli anni '90 sono anche gli anni di Buckley.

Bravo.....brava......nin sò.......
.......hai tirato fuori il problema ( per me)......credo che l' hip pop sia stata la causa principale del decadimento....non mi dice proprio niente.....anzi non lo sopporto........qui sono in sintonia con Morgan........pescano dal passato ci aggiungono quattro stringhe e fanno il disco....con il lavoro di altri. Guarda caso poi pescano da hit degli anni 80 per gran parte.
avatar
LucyGordon
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6692
Data d'iscrizione : 11.03.10
Località : San Francisco provincia di Offida

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da darklullaby il Sab 22 Mag 2010, 11:14

Echo, io sono nata nel 1974 e quindi ho vissuto a pieno gli anni '80...e ti dico che - a mio parere :sorriso4: - di veramente trash ci fosse solo l'abbigliamento UAUAUA!
Dal punto di vista musicale sono stati invece anni fantastici, ma forse sono un po' di parte :sorriso4:
Negli anni '90, a parte Buckley, i Bluvertigo ed alcune eccezioni tra cui quelle citate da Lucy, che seguivo fedelmente...beh, ti confesso che non amavo particolarmente la musica che veniva prosposta, infatti mi ricordo che in quel periodo ascoltavo prevalentemente De André, i Doors e pochi altri "pilastri".
avatar
darklullaby
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 27.12.09
Località : Milano

http://www.beachofstone.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 11:23

Come non c'era il trash? :sorriso4:


( 1983 )
Non so se si possa definire trash, tutto sommato è godibile :sorriso4:
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da LucyGordon il Sab 22 Mag 2010, 11:26

>Trashhhhhhhhhh a valanga.........l' abbiamo pure esportata questa.........
...........qui è in Polonia, avesse acchiappato una nota.........ancora ci odiano per questo
-------------


Ultima modifica di LucyGordon il Sab 22 Mag 2010, 11:27, modificato 1 volta
avatar
LucyGordon
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6692
Data d'iscrizione : 11.03.10
Località : San Francisco provincia di Offida

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da seunanotte il Sab 22 Mag 2010, 11:26

di veramente trash ci fosse solo l'abbigliamento UAUAUA!

le orrende spalline straimbottite e le enormi giacche e i pantaloni a vita altissima

La musica negli anni 80,cavolo che tempi.......Bea dove sei? sono sicura che lei saprebbe dirci di più
avatar
seunanotte
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 4048
Data d'iscrizione : 05.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da LucyGordon il Sab 22 Mag 2010, 11:28

seunanotte ha scritto:
di veramente trash ci fosse solo l'abbigliamento

le orrende spalline straimbottite e le enormi giacche e i pantaloni a vita altissima

La musica negli anni 80,cavolo che tempi.......Bea dove sei? sono sicura che lei saprebbe dirci di più

ma se ho capito bene Bea era più impegnata con i musicisti che con la musica
--------------
,,,,,,,,,,,,,,, apposto vi saluto tutti ......bannata a vita
avatar
LucyGordon
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6692
Data d'iscrizione : 11.03.10
Località : San Francisco provincia di Offida

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 11:32


Lei a suo modo era elegante!
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da Chiara 75 il Sab 22 Mag 2010, 11:41

Non poteva mancare in un topic dedicato agli anni '80 la mitica Endless love,colonna sonora del film Amore senza fine di Franco Zeffirelli.



avatar
Chiara 75
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 10160
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da darklullaby il Sab 22 Mag 2010, 11:44

echo ha scritto:Come non c'era il trash?

Vabbè, ma sfoderare Club Tropicana e Sabrinona Salerno non vale UAUAUA!
avatar
darklullaby
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1878
Data d'iscrizione : 27.12.09
Località : Milano

http://www.beachofstone.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da maimeri il Sab 22 Mag 2010, 12:09

Waltzing Matilda ha scritto:Maimeri, forse era questo? Richenel


ma sei un mitooooooooooooooooo!!

mi piaceva moltissimo la canzone e mi piaceva moltissimo lui come personaggio ( tra l'altro che io sappia era pure poliglotta)


il suo sito è www.richenel.nl (marò comm s'è fatt viecchio!!)
avatar
maimeri
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 8978
Data d'iscrizione : 27.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da echo il Sab 22 Mag 2010, 12:48


e loro? Spero che qualcuno ritrovi la lezione di Morgan sui Duran Duran e gli anni '80..."era arrivato Notorious" risate
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da Gaufre il Sab 22 Mag 2010, 13:28

LucyGordon ha scritto:
echo ha scritto:Si anche io l'altro giorno citavo il grunge ed anche il brit-pop. Poi forse son stati gli anni in cui l'hip-hop e l'r&b sono emersi.
Manca un filone veramente veramente forte a mio avviso.E non voglio dire che negli anni '80 o '70 c'è stato solo un filone di musica, anzi. Ma in quegli anni, per me, c'è sempre stato qualcosa di rottura fortissimo.
Ovvio che i Nirvana e gli U2 sono 2 pietre miliari della musica e non si discutono . Poi gli anni '90 sono anche gli anni di Buckley.

Bravo.....brava......nin sò.......
.......hai tirato fuori il problema ( per me)......credo che l' hip pop sia stata la causa principale del decadimento....non mi dice proprio niente.....anzi non lo sopporto........qui sono in sintonia con Morgan........pescano dal passato ci aggiungono quattro stringhe e fanno il disco....con il lavoro di altri. Guarda caso poi pescano da hit degli anni 80 per gran parte.
Ragazze, negli anni novanta c'è stata un sacco di musica buona, altroché!!! Tutto il grunge (e mica solo i Nirvana... Soundgarden, Pearl Jam, Alice in Chains, eccetera), il trip-hop (Massive Attak, Tricky, Lamb, eccetera), l'elettronico di Prodigy, Daft Punk, Orbital, Chemical Brothers... il Brit Pop (Blur, Kula Shaker, Oasis, eccetera) il rock, con grandissimi dischi di PJ Harvey, Nick Cave, e altri. Ben Harper... questi nomi non vi bastano??? Che volete di più? Anche una fetta di...
avatar
Gaufre
Forum Expatriée
Forum Expatriée

Messaggi : 9992
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ['80 - '89 ] NON SOLO TRASH

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum