[Opera] Brani d'opera cantati

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Mer 27 Ott 2010, 21:25

Cantastorie ha scritto:
prendendo spunto da Rigoletto nei Luoghi in onda in diretta tv tra 4-5 Settembre...

Rigoletto
Libretto Integrale

Playlist con interpreti : Gobbi-Callas-Di Stefano 1954

Primo Atto



Secondo Atto



Terzo Atto




VideoPlaylist tratta da youtube di altra edizione tv sempre con T. Gobbi..

http://www.veewow.com/playlist-fNr-Rigoletto-Gobbi



ecco, lo inserisco anche in questo 3d....ma c'è da tornarci su ovviamente chissà
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 30 Ott 2010, 13:57

Madame Butterfly - G. Puccini

La trama

Atto primo.
A Nagasaki, in epoca presente. In una casa in collina il tenente della marina americana, Pinkerton, attende il corteo nuziale della sua sposa, la geisha Cio-cio-san. Durante l’attesa Goro, sensale di matrimoni, gli mostra la casa, magnificandone gli accessori, poi gli presenta i servitori e Suzuki, cameriera di Cio-cio-san. Giunge il console americano Sharpless (duetto “Ah!... quei ciottoli m’hanno sfiaccato!”); Pinkerton gli rivela la sua morale libertina e cinica (“Dovunque al mondo lo Yankee vagabondo”) e infine non tralascia di descrivere i pregi della futura consorte (“Amore o grillo”), dichiarando di volerla sposare secondo la legge giapponese, con il diritto di ripudiarla anche dopo un mese. Intanto la giovane donna, ignara e innamorata, esprime la sua gioia alle amiche (voce di Butterfly: “Spira sul mar”) e, appena entrata in scena, presenta i parenti al futuro marito. Terminata la cerimonia nuziale, irrompe lo zio bonzo, maledicendo la nipote per aver rinnegato la religione degli avi (aria di Butterfly: “Ieri son salita tutta sola in secreto alla Missione”); Pinkerton lo scaccia e rimane finalmente solo con Butterfly (duetto “Viene la sera... Bimba dagli occhi pieni di malia”).

Atto secondo.
In una stanza della casa Butterfly discorre con Suzuki: Pinkerton è partito, promettendo di tornare in primavera, ma da tre anni non dà notizie di sé. Nonostante i dubbi dell’ancella, Butterfly, forte di un amore ardente e tenace, è convinta di non essere stata abbandonata dal proprio marito e fiduciosa l’attende (“Un bel dì vedremo”). Sharpless giunge con Goro, con lo scopo di leggerle la lettera in cui si annuncia l’arrivo del tenente e il suo nuovo matrimonio con un’americana (duetto “Chiedo scusa...”), ma dopo inutili tentativi non osa riferire tale messaggio. Intanto Goro propone a Butterfly nuovi facoltosi pretendenti, dal momento che, per la legge giapponese, la donna abbandonata è considerata di nuovo libera, ma perfino il nobile e ricco Yamadori viene respinto: ella dichiara ostinatamente di ritenersi sempre maritata. Quando Sharpless tenta di prepararla alla notizia dell’abbandono, Butterfly gli mostra il figlio di cui Pinkerton ignora l’esistenza (“Che tua madre”). Intanto al porto sta approdando una nave americana, ed è proprio quella di Pinkerton; Butterfly la identifica col cannocchiale e, commossa, corre felice sul terrazzo seguita dalla sua ancella (“Scuoti quella fronda di ciliegio”), adorna la casa di fiori (valzer dei fiori: “Gettiamo a mani piene”), indossa per la particolare occasione le vesti nuziali e veglia tutta la notte in attesa dell’amato (coro a bocca chiusa).

Atto terzo.
È l’alba (preludio orchestrale, coro di marinai). Butterfly, dopo aver aspettato inutilmente, si allontana dalla stanza col bimbo addormentato e sale a riposare. Poco dopo Pinkerton, accompagnato da una giovane donna, Kate, da lui sposata negli Stati Uniti, giunge con l’intento di prendersi il bambino – della cui esistenza è stato messo al corrente dal console Sharpless –, portarlo in patria ed educarlo secondo gli usi occidentali. Egli contempla la casa con grande rimpianto (“Addio, fiorito asil”) e preso dal rimorso si allontana, proprio nel momento in cui Cio-cio-san fa il suo ingresso con il figlio. Sharplesse le consiglia di affidare il bambino ai Pinkerton (“Io so che alle sue pene”) ed ella a malincuore acconsente; tuttavia, ormai privata di tutti gli affetti più cari, decide di togliersi la vita. In silenzio, senza clamori, dopo aver abbracciato disperatamente il figlio (“Tu, tu, piccolo Iddio”), si uccide con un pugnale; quando Pinkerton entrerà nella casa di Butterfly per chiedere il suo perdono, sarà ormai troppo tardi.


Minivideo dell'Opera completa nell'edizione con Freni-Domingo direttor Von Karajan e i Berliner orchestra
1972
https://www.youtube.com/user/RinconRican#g/c/6F4F9BC0EF2B57CD

Nel suo insieme, il linguaggio musicale di Butterfly non si allontana in modo clamoroso da quello diBohèmeeTosca: l’elemento di distinzione tra questa opera e le precedenti non è infatti da cercarsi nel melodismo puro e semplice, ma anzitutto nel cosiddetto ‘ aggiornamento’ armonico, che investe la scrittura orchestrale (solo in parte anche la condotta vocale) facendo tesoro delle esperienze dei musicisti francesi; tuttavia il tessuto sinfonico pucciniano, investito da una rigogliosa inventiva melodica, rivela l’autore italiano e si distacca nettamente dalla frantumazione cellulare di quello debussiano. E se non inedita era l’acclimatazione esotica, con l’uso di scale pentatoniche, esatonali, incomplete, ritmi di danza caratteristici, timbri strumentali ‘locali’, assolutamente nuovo è il modo con cui Puccini si pone di fronte all’elemento ambiente, diverso il ruolo che assegna allo ‘sfondo’ in questa rinnovata drammaturgia. Con Butterfly il musicista sente per la prima volta la necessità di una documentazione larga e minuziosa, e se inventaex novoalcuni temi orientaleggianti, si cura che posseggano il particolare colorito di quelli originali, sì da costituire, musicalmente, un autentico polo d’attrazione – rispetto alle invenzioni melodiche ‘occidentali’.

Inoltre la quantità degli episodi, lo spazio concesso a questo tipo di pittura ambientale è enorme, specialmente nella versione primitiva: i dettagli di scena assumono un valore ‘in sé’, sostituiscono l’azione che, difatti, ristagna, per lasciar posto a queste diffuse pennellate che sanciscono l’importanza dell’elemento decorativo, addirittura al di sopra della patetica vicenda umana.

Il ritmo di Butterfly, fin dal primo atto, è la lentezza quasi esasperante, con cui ogni momento della giornata, ogni pensiero, ogni turbamento, è dilatato come attraverso una lente d’ingrandimento, diventando un evento di straordinario rilievo e importanza, come le cose, le piccole cose che accompagnano la quotidiana vicenda della donna: una cintura, un piccolo fermaglio, un ventaglio, la lama con cui il padre si è suicidato, l’obi che vestì da sposa. Questo tipo di frammentazione analitica dei vari momenti della storia va di pari passo a una sorta di diffusione capillare della presenza di Butterfly in tutta l’opera, anche quando materialmente ella non compare. Essa è l’unico centro d’interesse, il costante riferimento per tutti gli altri personaggi, che vivono solo in funzione di lei.

Già il primitivo secondo atto si presentava come un lungo monologo interiore della protagonista femminile; le presenze del console e di Yamadori, gli interventi di Suzuki sono da leggersi come espedienti pratici, in omaggio a naturalistiche convenzioni teatrali: in effetti, Puccini ce li fa sentire niente più che come fantasmi della memoria di Butterfly, che si presentano a lei provocandone moti e passioni, ma non posseggono una loro autonomia, né una spiccata caratterizzazione musicale; essi sono pervasi dallo stesso slancio, dalla stessa tenerezza di Butterfly (il buon console come l’antipatico Pinkerton, Yamadori come Kate: «Sotto il gran ponte del cielo/ non c’è donna di voi più felice»), cantano con gli accenti con cui ella li ricorda, li contempla, li trasfigura nella sua tenera mente che si rifiuta alla realtà. Per questo ci è sembrato giusto definire quest’opera come uno stupendo ‘monodramma’, in cui la musica non si cura di altri personaggi, di un loro coerente svolgimento e verità psicologica, ma solo della storia interiore dell’unica protagonista; un monodramma in cui i parametri del teatro naturalista, adottati dal libretto, vengono fatti saltare attraverso il linguaggio musicale. Siamo di fronte a un dramma eminentemente psicologico, anzi psicoanalitico: fu questo davvero che sconvolse i frenquentatori dei teatri d’opera del primo Novecento. E, ancor più che le precedenti opere pucciniane,Butterfly era l’apoteosi del mito femminile, così cara a tutta la cultura di fine Ottocento, realizzata con i moderni metodi dell’analisi. Strano che questa storia freudiana fosse a scriverla un italiano e non un musicista di estrazione mitteleuropea, come ad esempio Richard Strauss; ma i tempi per creare un teatro che non fosse di emblemi, ma di uomini e donne palpitanti, ‘veri’, non erano ancora venuti, nella soddisfatta Germania di Guglielmo II. Là, la borghesia si recava all’opera con l’idea di trovare raffigurato un mondo platonico, iperumano a cui astrattamente tendere. Da noi i musicisti cercavano la via dell’identificazione fra storie rappresentate e pubblico presente in sala; ma Puccini si spingeva con questa opera «subdolamente antica» ancora più in là: gli indicava i modi attraverso cui sarebbe giunto, assai più tardi, a comprendere il suo straniamento dalla realtà.

Fonte: Dizionario dell'Opera Baldini&Castoldi

Minivideo dell'Opera completa nell'edizione con Freni-Domingo direttor Von Karajan e i Berliner orchestra
1972
https://www.youtube.com/user/RinconRican#g/c/6F4F9BC0EF2B57CD


il Libretto qui
Atto Primo




Atto Secondo



Atto Terzo


..ps..non arrivo adesso a scrivere le MIE due righe.....spero domani in serata chissà
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da lepidezza il Sab 30 Ott 2010, 14:11

miiiiiiii sto troppo indietro con gli arretrati.. intanto grazie! oddio...
avatar
lepidezza
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 15123
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Dom 31 Ott 2010, 13:09

sto cercando, ogni finesettimana, di inserire sempre qualcosina Lepidè, in ordine totalmente sparso...ossia può essere che mi limiti ad una singola "pagina-aria" o che abbia modo e tempo di fare un collage ..ma sempre su Singole Opere..
se ho tempo-modo in serata aggiungo commento personale su Butterfly e spero anche di inserire una paginetta-riassunto con i links interni per i temi-esempi che si trovano nelle pagine precedenti di questo 3d e negli altri 2-3 3d su tema Opera che sono sempre nella Sezione Arti qui in forum..

approfitto per ringraziare gli iscritti che nel corso di queste settimane mi hanno chiesto info o suggerimenti o dato spunti nei messaggi in MP...grazie davvero, io sono solo una dilettante ascoltatora chissà
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Gio 04 Nov 2010, 12:50

http://www.pluzz.fr/les-noces-de-figaro-2010-11-03-20h35.html

Nozze Figaro sulla tv francese....messainscena Scala - Mi ...

lo conservo anca qui
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 06 Nov 2010, 11:15

Postilla su Butterfly:

La si può leggere come l'espansione "occidentale" sull'immobilità dell' "orientale", la si può leggere come iniquità tra la superficialità macha-mascula e la profondità-concretezza feminina, la si può leggere come la ineluttabilità del destino in vicolocieco per una donna, ripudiata non solo da familiari ma dalle convenzioni sociali rigide in cui vive, che affida se stessa ad uno straniero incapace di "responsabilità" o di "prendersi cura di ...", o se volete di ricambiare l'amore ricevuto.
Può esser letta come l'errore di affidare se stessi in toto nelle mani di un'altra persona - compresa la persona amata, scambiata per il Salvatore che ci porta via, ci protegge, ci dà ristoro etc etc etc.
Può esser letta come la decisione di autodistruggersi per "liberare" chi si ha avuto la responsabilità di mettere al mondo..
E' il bello-straordinario di Butterfly. Si può leggere-sentire avendo in mente piu' bussole...è il bello dell'esser "moderni-contemporanei": non si ha la stessa libertà con espressioni teatral-musicali di storie "chiuse-definite-fisse".

Poichè non ho ancora video-ascoltato per intero NozzeFigaro, rimando per quella il blablabla al prox finesettimana...
per oggi, essendo questo forum anche un "accolita di gattare", ho pensato di regalarvi ciò ...

Rossini - Il duetto dei gatti


Con l'animazione di Emanuele Luzzati ..





Con la vocal-teatralità di Concetta e Peppe Barra..
]
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 06 Nov 2010, 11:19


Elenco Brani di questo 3d da pag. 01 a pag 10

Opera

pagina 01

MammaMorta - Andrea Chenier
Butterfly - Addio finale

pagina 02

Vesti la giubba - Pagliacci
Lucevan le stelle - Tosca
Casta diva - Norma
Amami Alfredo - Traviata
Nessun dorma - Turandot
Coro muto - Butterfly

pagina 03

Casta diva - Norma
Vesti la giubba - Pagliacci
Playlist delle arie preferite
Don carlos
- Ella giammai m'amo'
- Dio che dell'alma infondere - duetto tenore-basso
Falstaff
Dal labbro il canto estatico
Aria delle corna
Meddley

Lakmè

Pagina 04
Bella figlia dell'amore - Rigoletto
Varie su Traviata

Pagina 05

- Pura si come un angelo - Traviata/Germont
- Pavarotti-J. Brown

Pagina 06

- Varie su Nozze di Figaro - Mozart
audioplaylist

- Informazioni sulle Voci umane
Esempi
Tenore brillante
Tenore drammatico
Soprano d'agilità
Soprano drammatico

Pagina 07

Basso buffo
Basso drammatico

Duetto femminile in Nozze figaro
- Sia qualunque delle figlie - Cenerentola
- Ebben - Wally
- Info varie su Barbiere di siviglia

Pagina 08

Audioscelte su Barbiere Siviglia
- Largo al factotum - Figaro
All'idea di quel metallo - Figaro/Lindoro
Una voce poco fa - Rosina
La calunnia - don Basilio
Finale del primo atto
Finale del secondo atto

Pagina 09

Tacea la notte placida - Leonora - Trovatore

da Otello
- Credo in un dio crudel - Jago
- era la notte - Jago/Otello
- Si per quel marmoreo giuro - Jago/Otello

- Lakmè - Leo delibes
Serse - Ombra mai fu

da Carmen Bizet

En vai pour enviter
Je dis - Micaela
Près de rempart - duetto Jose/Carmen


cadenza
Bach
Dolce suono - Lucia Lammermoor

Orfeo di Monteverdi - Video Opera completa

pagina 10

Falstaff

Andrea Chènier

Un dì all'azzurro spazio - Chenier
Coe un bel dì di maggio - Chenier

videooperacompleta


Norma

Ei tornerà guerra - Norma
O Rimembranza - Norma - Adalgisa
Il trio - Norma - Adalgisa - Pollione
Mira o Norma - Norma/Adalgisa

Valchirie - Wagner - Finale 1mo atto
duetto

Cenerentola
- Un soave non so che - duetto Cenerentola/Principe
- Come un'ape - Dandini
- Si ritrovarla io giuro - Principe
- Un segreto d'importanza - Dandini/Don Magnifico
- Questo è un nodo avviluppato - Vari
- Non piu' mesta - Cenerentola
- Resumè 10 minuti


Trovatore

finale 4' atto - Leonora/Manrico/Conteluna/Azucena

pagina 11

Rigoletto
audio playlist completa
Gobbi minivideo

Madame Butterfly

- Spira sul mar - Butterfly
- Viene la sera - Butterfly/Pinkerton
- Chiedo Scusa - Butterfly/
- Scuoti quella fronda di ciliegi - Butterfly
- Un bel dì vedremo - Butterfly
- Io so che alle tue pene - Pinkerton
- Tu tu piccolo addio - Butterfly


Rossini - Duetto dei Gatti - varie



Lo aggiungo anche nel 1mo messaggio, così che sia piu' semplice "la ricerca entro il 3d"
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Lilly* il Sab 06 Nov 2010, 11:19

Non avevo mai visto quiesto post ç___ç (*si fustiga da sola)...
avatar
Lilly*
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 501
Data d'iscrizione : 27.11.09
Località : Minturno - LT

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 06 Nov 2010, 11:26

Non è mai troppo tardi Lilly...ogni finesettimana - mi sono autoimposta questa "scadenza" - inserisco qualcosina, in base alla vena della giornata o a qualche spunto ricevuto in settimana...- ma ripeto ancora, sempre da semplice ascoltatora, nessuna pretesa di alcunchè cucu
sempre apertissimo il 3d ad ogni contributo-ascolto-video o quel che vi và
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Lilly* il Sab 06 Nov 2010, 11:29

Grassie... la Lirica è una "cosa di famiglia" (nessuno di noi è esperto, ci piace e basta XD) e la ascoltavo semrpe con mio nonno, che d'estae mi protav anche alle sera con riduzioni di Opere varie etc... h oancora i suoi vinili pesantissimi di inizio secolo XD (che non posso più ascoltare da nessuna parte :( ).
avatar
Lilly*
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 501
Data d'iscrizione : 27.11.09
Località : Minturno - LT

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 06 Nov 2010, 11:37

anche per me è "iniziata in famiglia" coi dischi di nonna nel piattone dello stereo che gracchiavano e lei che invece delle fiabe ci raccontava le vicende delle opere che conosceva...e noi che alternavamo i bofonchi impazienti dalla boccaperta di meraviglia ..
poi imparare ad ascoltare dalla radio ..in tv poi ...la magia del viverle nel teatrone quando si poteva o valeva la pena andare...

insomma oggi è la stazione d'arrivo di un viaggio interiore iniziato decenni fa anche per me
cucu
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 06 Nov 2010, 12:04

Grazie canta, sto ascoltando tutto il Rigoletto. amore

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 13 Nov 2010, 13:59

Nozze di Figaro

Ne avevamo già scritto Qui..


Per il Libretto ...potete trovarlo anche qui con le singole scene in dettaglio
http://www.librettidopera.it/nozzefig/nozzefig_bnrid.html


La scorsa settimana, la tv pubblica francese ha trasmesso in diretta l'Opera in questione, nell'allestimento della Scala di Mi con un cast italo-francese di buona qualità..

Trovate la playlist dell'intera opera qui.. NozzeFigaro 2010 - Youtube.






L'ed. è:

Erich Kunz (Figaro),
Irmgard Seefried (Susanna),
George London (Almaviva),
Elisabeth Schwarzkopf (Contessa),
Sena Jurinac (Cherubino),
Marjan Rus (Bartolo),
Elisabeth Hungen (Marcellina),
Erich Majkut (Basilio, Curzio),
Chor de Wiener Staatsoper-Wiener Philarmonoker;
dir: Herbert von Karajan;
EMI 1950
.........

Per il Libretto ...potete trovarlo anche qui con le singole scene in dettaglio
http://www.librettidopera.it/nozzefig/nozzefig_bnrid.html

**********

Questa invece è una puntata di PrimadellaPrima/Raitre di qualche anno fa sul dietrolequinte di un allestimento di Nozze Figaro...






In spoiler ricopio il messaggio di qualche tempo fa..

Spoiler:
Cantastorie ha scritto:


Molto...se non tutto iniziò con "Nozze di Figaro" di Mozart-Del Ponte (1786)

In poche settimane, Mozart creò quest'Opera che per la PRIMA VOLTA mescola elementi da commedia buffa (da commedia dell'arte) con elementi di spessore introspettivo-drammaturgico nella scrittura per i singoli personaggi-cantanti (drammaturgico non vuol dire "tragico", vuol dire "teatralmente rappresentato"..dal greco drama=rappr. teatrale).
La storia è tratta da una commedia francese di Beaumarchais (la folie journée), commedia che negli anni appena antecedenti la rivoluzione francese contiene i semi di contestazione politica e sociale che poi troveranno espressione storica nel crollo dell'ancien regime francese a cavallo tra 700 e 800.
Mozart e il librettista italiano Del Ponte tralasciano gli accenti piu' accesi (l'Opera per andare in scena aveva bisogno dell'approvaz. dell'imperatore Asburgo per cui Mozart lavorava ovviamente..)ma questo lasciar da parte tematiche e rivendicazioni non li fa limitare a costruire un'opera buffa-scherzosa-leggera...
E un'altra cosa caratterizza Nozze di Figaro come "novità assoluta": le scene corali - in cui tot personaggi cantano in contemporanea in scena ognuno col proprio "carattere" da rappresentare ovviamente....Nelle opere precedenti, sulla scena si alternavano al max duetti-terzetti. La scena finale ad es. del secondo atto, vede in scena sette protagonisti per abbondanti 20 minuti:):)
Ultima notazione: Mozart aveva talmente affinato le sue doti di orchestratore che l'introduzione piu' corposa degli strumenti a fiato che interagiscono con le singole voci diventa il miglior esempio di come orchestra-voci siano perfettamente in grado di evocare emozioni diverse..dal buffo al patetico, dal poetico al drammatico..

Sui Brani-scelta ho l'imbarass della scelta..ma provvederò in giornata..

trama breve
L'opera è in quattro atti e ruota attorno alle trame del Conte d'Almaviva,
invaghito della cameriera della Contessa, Susanna, sulla quale cerca di imporre lo "ius primae noctis". La vicenda si svolge in un intreccio serrato e folle, in cui donne e uomini si contrappongono nel corso di una giornata di passione travolgente, piena sia di eventi drammatici che comici, e nella quale alla fine i “servi” si dimostrano più signori e intelligenti dei loro padroni. L'opera è per Mozart (e prima di lui per Beaumarchais) un pretesto per prendersi gioco delle
classi sociali dell'epoca che da lì a poco saranno travolte dai fatti con la Rivoluzione francese. L'intera vicenda può anche essere letta come una metafora delle diverse fasi dell'amore: Cherubino e Barbarina rappresentano l'amore acerbo, Susanna e Figaro l'amore che sboccia,il Conte e la Contessa l'amore logorato e senza più alcuna passione, Marcellina e don Bartolo l'amore maturo.

ps. Da Beaumarchais Paisiello aveva tratto l'Opera "Barbiere di Siviglia" ...medesima trama-base che userà Rossini qualche decennio dopo Mozart..Ehm parlare di Opera saltando i due Figaro non si può, no non si può

angelo
lepidezza ha scritto:Canta!
capisco tutto!
allora innovazione di mozart nozze di figaro:
da punto di vista musicale
a) orchestra-voci sono in grado di evocare emozioni diverse con l'introduzione piu' corposa degli strumenti a fiato che accompagnano le singole voci
b)le scene corali molti personaggi cantano in contemporanea
dal punto di vista testuale
a) parodia delle classi sociali che di lì a poco sarebbero state stravolte
b)l'amore in tutte le sue fasi:acerbo, in fiore,maturo e logoro .

quindi i due Figaro sono quello di Mozart e Rossini.
giuro non sapevo!

si Lepidè. NozzeFigaro è una sorta di OperaPrima..cioè quella è la prima volta in cui in una stessa rappresentazione trovi mescolati temi buffo-comici e temi riflessivo-seri e la parte piu' sorprendente sono le scene corali - ossia dove piu' personaggi insieme stanno in scena e per ognuno voce e suoni (Mozart era troppo genio per non mescolare voci e fiati...mentre fino ad allora praticamente gli strumenti usati per l'Opera erano sostanzialmente gli Archi - violini su tutti..con Mozart arrivano i Fiati...che poi quei furboni 800-900 useranno a manbassa per far da supporto alle voci-cantanti). Mozart è come Remida dove arriva stravolge e ricompone e dopo di lui niente è uguale. Se questo non è esser geni, non so cosa possa essere.
E non gli basto' mica solo NozzeFigaro. Con DonGiovanni butta le basi per quelle opere a trama piu' serio-drammatica e FlautoMagico è un pozzo senza fonno di inventiva, di spunti, di semplicità e di complicazione. Insomma Wolfy era n tipino mica didascalico...Gli altri musicisti si specializzavano in un genere e su quello ci campavano a vita: c'era chi faceva SOLO SONATE (Haidyn ne fece piu' di cento)...chi faceva solo Musica per pochi strumenti o per uno solo ..chi faceva solo "orhcestrazioni" ....quello no, un onnivoro nnaggia alla fame.


Si Figaro delle Nozze è lo stesso personaggio-barbiere di Rossini...praticamente Baumarchais -che era allievo di Molière - scrisse credo tre-quattro commedie sugli stessi personaggi..per cui ci si ritrova Figaro, il Conte Almaviva, Bartolo...come fosse una sagra a puntate insomma.

Ok, lo sapevo che l'onnivorismo prendeva il sopravvento ...non sono riuscita a metter meno di questi




Praticamente, tranne i primi tre filesmp3, gli altri sono i Finali di ogni atto - quelli corali..

L'ed. è:

Erich Kunz (Figaro),
Irmgard Seefried (Susanna),
George London (Almaviva),
Elisabeth Schwarzkopf (Contessa),
Sena Jurinac (Cherubino),
Marjan Rus (Bartolo),
Elisabeth Hungen (Marcellina),
Erich Majkut (Basilio, Curzio),
Chor de Wiener Staatsoper-Wiener Philarmonoker;
dir: Herbert von Karajan;
EMI 1950
.........

Per il Libretto ...potete trovarlo anche qui con le singole scene in dettaglio
http://www.librettidopera.it/nozzefig/nozzefig_bnrid.html


Ultima modifica di Cantastorie il Sab 13 Nov 2010, 15:46, modificato 1 volta
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 13 Nov 2010, 14:21


...Continua su Nozze Figaro


Personaggi e trama


Personaggi e trama l'ho ricopiato in spoiler

Spoiler:

in note trovate la trama dettagliata ..
http://www.operamondo.it/nozze%20di%20figaro%20trama.htm
Note aggiunte: Nascondi
Le nozze di Figaro

libretto di Lorenzo Da Ponte

dalla commedia Le Mariage de Figaro di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais

Commedia per musica in quattro atti

Prima: Vienna, Burgtheater, 1 maggio 1786

Personaggi:
il conte d’Almaviva, grande di Spagna (B);
la contessa d’Almaviva, sua moglie (S);
Susanna, cameriera della contessa (S);
Figaro, cameriere del conte (B);
Cherubino, paggio del conte (S);
Marcellina, governante (Ms);
Bartolo, medico di Siviglia (B);
Basilio, maestro di musica (T);
Don Curzio, giudice (T);
Antonio, giardiniere del conte e zio di Susanna (B);
Barbarina, sua figlia (S); paesani, contadinelle

La trama


Atto primo

Camera non affatto ammobiliata

Susanna spiega a Figaro perché non vuole assolutamente che la loro futura camera da letto sia proprio la stanza in cui si trovano, vicina all'appartamento del conte di cui sono servitori. Figaro non capisce perché la sua futura sposa non voglia una camera tanto comoda, per cui Susanna è obbligata a dirgli ciò che non avrebbe voluto dirgli. Figaro ascolta meravigliato che il Conte corteggia da tempo la sua fidanzata. Quella camera così comoda offerta al suo fido servitore prende ora ai suoi occhi un aspetto diverso. Figaro medita vendetta.

La vecchia ma vogliosa governante Marcellina dice a don Bartolo, avvocato, che intende avvalersi di una cambiale di matrimonio firmata da Figaro a suo favore, per un prestito in denaro, che ora è scaduta. Figaro dovrà sposarla. Don Bartolo è ben contento di occuparsi della cosa. Avrà così modo di vendicarsi di Figaro che, molto tempo prima, ha aiutato il Conte a sottrargli la sua pupilla Rosina, che ora è la moglie del Conte.

Susanna ascolta i piagnistei di Cherubino, un paggio adolescente nel pieno rigoglio dei sensi. Il Conte lo ha sorpreso in atteggiamento affettuoso con la giovanissima Barbarina, cugina di Figaro, e ha deciso di cacciarlo dal castello. Susanna lo prende bonariamente in giro per le sue continue avventure in cerca di ragazze e lui confessa che sì, ogni donna lo turba. CHERUBINO Non so più cosa son cosa faccio / or di fuoco, ora sono di ghiaccio... / ogni donna cangiar di colore, / ogni donna mi fa palpitar.

Si sente la voce del Conte che arriva. Cherubino, spaventato si nasconde dietro l'unica cosa a portata di mano, la poltrona, che costituisce tutto l'arredamento della stanza. Il Conte arriva e, pensando di essere solo con Susanna, le dichiara il suo amore, chiedendole un appuntamento in giardino. Per questo, dice, è disposto a pagare bene. Ma si sente la voce di don Basilio, maestro di musica, che sta per entrare. Il Conte si nasconde dietro la stessa poltrona di Cherubino, che appena in tempo riesce a scivolare via dall'altra parte e a nascondersi sopra la poltrona stessa, coprendosi con una vestaglia.

Don Basilio è venuto per raccomandare a Susanna, che, con i due nascosti, è agitatissima, di cedere ai desideri del Conte, che è generoso e discreto. Insinua poi che Susanna sia in realtà interessata al paggio, che invece è un chiacchierone imprudente, invaghito di tutte le donne del castello. Tra l'altro, aggiunge il maestro di musica ruffiano, sarebbe opportuno redarguire il giovinastro che a tavola guarda con troppa insistenza la Contessa. Se ne sono accorti tutti. Salta su il Conte. Come tutti!? Quel Cherubino sarà presto punito come merita. Il Conte lo ha sorpreso in casa di Barbarina. Lui, racconta il Conte, lo ha trovato sotto il tavolo, tirando via la tovaglia, così. Dicendo questo il Conte tira via la vestaglia e vede, sbalordito Cherubino rannicchiato sulla poltrona. Il maligno Basilio gongola. Il Conte è esterrefatto, furioso, offeso. Ma deve trattenersi perché arriva Figaro che ha pensato di rintuzzare i tentativi del Conte mettendolo alle strette. Ora infatti è qui con una brigata di paesani e con un velo bianco che il Conte stesso dovrebbe porre in capo alla sposina. E' una provocazione. Ma il Conte deve far buon viso a cattivo gioco. Riesce però a differire la cerimonia, dicendo che queste cose devono essere fatte come si deve, più tardi, dopo una accurata preparazione. Uscito il coro il Conte ordina a Cherubino di partire immediatamente per Siviglia dove si arruolerà come capitano. L'atto finisce con Cherubino affranto, Susanna dispiaciuta per lui e frastornata dagli avvenimenti, Figaro che incrudelisce sul giovane. FIGARO Non più andrai farfallone amoroso / notte e giorno d'intorno girando, / delle belle turbando il riposo, / Narcisetto, Adoncino d'amor.

Atto secondo

Camera ricca con alcova e tre porte

Il secondo atto inizia con una bellissima e malinconica aria della Contessa. Suo marito non l'ama più e va in caccia di altre donne. CONTESSA Porgi, amor, qualche ristoro / al mio duolo, a' miei sospir. / O mi rendi il mio tesoro, / o mi lascia almen morir.

Entra Susanna e racconta alla sua padrona come il Conte l'abbia insistentemente corteggiata. Entra Figaro e illustra alle due donne il suo piano d'azione: Susanna manderà un biglietto al Conte dandogli un appuntamento in giardino, come da lui richiesto. All'appuntamento però ci andrà Cherubino vestito da donna. Al momento giusto la Contessa potrà così sorprendere il marito in flagrante tradimento e lui, per la vergogna, rinuncerà ai suoi tentativi di ritardare le nozze. Figaro esce per andare a cercare il paggio e mandarlo dalle due donne. Cherubino arriva. Susanna comincia vestirlo da donna. Poi va a cercare un nastro per i capelli. Ma ecco che il Conte bussa alla porta, precedentemente chiusa a chiave da Susanna. Cherubino, terrorizzato, si nasconde nel guardaroba e si chiude dentro a chiave. La Contessa, agitatissima, apre. Il Conte ha ricevuto un misterioso biglietto che accusa di infedeltà la Contessa. Ora la porta chiusa a chiave e la palese inquietudine della moglie lo mettono in allarme. Si sente un rumore dal guardaroba. E' Cherubino che ha fatto cadere qualcosa. Il vuole sapere chi c'è là dentro. E' Susanna, dice la Contessa. Perché non apre?, dice il Conte. E' in abito da sposa, dice la Contessa, non sta bene farsi vedere. Il Conte non crede a sua moglie e, visto che lei non vuole dargli la chiave, la obbliga a seguirlo per andare a prendere l'occorrente per forzare la porta. Nell'uscire naturalmente si chiude la porta della stanza alle spalle. Ma Susanna era entrata già da prima e, non vista, aveva assistito alla scena. Ora è chiusa dentro insieme a Cherubino che, uscito dal guardaroba corre di qua e di là cercando una via di fuga e infine la trova. Si butta dal balcone in giardino e scappa via. Susanna si chiude nel guardaroba appena in tempo. Rientrano il Conte e la Contessa. Il Conte è armato. Crede fermamente che nel guardaroba ci sia l'amante della moglie e vuole ucciderlo. La Contessa, che crede che là dentro ci sia ancora davvero Cherubino, è terrorizzata e cerca in ogni modo di calmare il marito, finché confessa, non può fare altro, che in effetti là c'è chiuso un giovane, ed è anche vestito da donna, mezzo nudo. Il Conte è furibondo e terribile, ma ecco che dal guardaroba se ne esce tranquilla Susanna, lasciando di sasso tutti e due. Il Conte si trova a dover chiedere scusa. Ma arriva il giardiniere Antonio che si lamenta perchè qualcuno, saltando giù dal balcone, ha rovinato i suoi gerani. Il Conte aguzza le orecchie. Arriva Figaro che, avvertito in qualche modo dalle due donne, dice che è stato lui a buttarsi dal balcone. Arrivano Marcellina, don Basilio e don Bartolo a reclamare che Figaro paghi il suo debito sposando la vecchia. Il Conte assapora la vendetta. Sembra proprio che non ci sia scampo per il giovane e per la sua fidanzata.

Atto terzo

Sala con due troni e preparata a festa nuziale

Susanna, spinta dalla Contessa, finge di averci ripensato e promette al Conte di concedersi, in giardino, questa notte stessa. La Contessa infatti ha deciso che se Cherubino non potrà recarsi all’appuntamento, ci andrà lei stessa, indossando gli abiti di Susanna. Ma il Conte sente le parole di Susanna che imprudentemente, uscendo dalla sala del trono dice a Figaro che sta per entrare: hai già vinto la causa, alludendo alla causa con Marcellina. Il Conte è furibondo di gelosia e di orgoglio ferito. Si arriva al giudizio, E' il Conte stesso che sovrintende. Marcellina, appoggiata dal Conte, da don Bartolo e da don Basilio, pretende che il debito venga pagato, ma si viene a scoprire, tra lo stupore generale, che Figaro è suo figlio, frutto di una antica relazione con don Bartolo. Il Conte è completamente spiazzato. Le due coppie decidono di celebrare insieme i loro matrimoni.

La Contessa, sola e triste, pensa con nostalgia all’amore che un tempo il marito provava per lei. Le due arie della Contessa, malinconiche e dolci, sono tra le più belle di Mozart. Arriva Susanna che, sotto dettatura della Contessa, scrive un bigliettino al Conte per confermare l'ora e il luogo dell'appuntamento. L'atto finisce con la cerimonia della vestizione del velo bianco da parte delle due sposine, Susanna e Marcellina, e con un ballo, durante il quale Susanna fa scivolare in mano al Conte il bigliettino.

Atto quarto

Gabinetto

Il quarto atto inizia con Barbarina che cerca la spilla perduta. E' la spilla con la quale la Contessa ha chiuso il bigliettino che poi Susanna ha passato al Conte. Sul retro del bigliettino c'era la richiesta al Conte di restituire la spilla come prova di aver ricevuto il messaggio. Figaro interroga la inesperta Barbarina e viene a sapere che la sua fidanzata Susanna ha dato un appuntamento al Conte. Amareggiatissimo, canta un'aria di sconforto: FIGARO Aprite un po' quegli occhi / uomini incauti e sciocchi, / guardate queste femmine, / guardate cosa son.

Folto giardino con due nicchie parallele praticabili

Arrivano in giardino Susanna, vestita da Contessa, e Contessa, vestita da Susanna. Dietro un cespuglio Figaro soffre di gelosia. Susanna si accorge della sua presenza e canta un inno all'amore, facendo intendere a Figaro, che nel buio non vede che è vestita da Contessa, di aspettare con ansia l'incontro con il Conte. SUSANNA Giunse alfin il momento / che godrò senza affanno / in braccio all'idol mio!

Arriva Cherubino, vede la Contessa e, per via del vestito, la scambia per Susanna e prende a corteggiarla: so il motivo per cui sei qua, le dice, non fare la ritrosa con me, visto che non la fai con il Conte. La Contessa cerca di liberarsene, ma lui insiste. Arriva il Conte, che cerca Susanna e crede, ovviamente, di vederla in quella donna che porta i suoi vestiti. Ma c'è Cherubino vicino a lei. Intanto anche Figaro ha fatto in modo di avvicinarsi furtivamente. Il Conte molla un ceffone a Cherubino. Cherubino si scansa e il ceffone lo piglia Figaro, che si allontana, sempre più infelice. Anche Cherubino scappa. Il Conte, solo con la finta Susanna, la corteggia appassionatamente e le regala un brillante. La Contessa, sotto i panni di Susanna, trema di sdegno ma mantiene i controllo. Poi la conduce verso il padiglione. Ma Figaro fa appositamente baccano, per disturbare l'incontro d'amore. Il Conte manda dentro la finta Susanna e va a controllare che non arrivi nessuno scocciatore. Ora sono Figaro e la vera Susanna a essere soli in scena. Questa volta però Figaro riconosce Susanna sotto i vestiti della Contessa. Si sente rinascere ma decide di vendicarsi dello scherzo della fidanzata e si mette a corteggiarla come se fosse la Contessa, dicendo: madama, i nostri due se la intendono, intendiamocela anche noi. Susanna lo prende a schiaffi e allora lui, ridendo le dice che l'aveva riconosciuta dalla voce. Pace fatta. Ma ecco che ritorna il Conte, "l'uccellatore", come lo chiamano i due. Rapidamente Figaro e Suanna decidono di approfittare dell'occasione per dare al donnaiolo una lezione e si mettono ad amoreggiare. Il Conte vede Susanna vestita da Contessa abbracciata a Figaro e va su tutte le furie. Per fortuna non è armato, ma chiama gente perché tutti sappiano che sua moglie lo tradisce col barbiere. Arrivano tutti i personaggi della commedia, davanti ai quali il Conte accusa sua moglie e resiste ad ogni richiesta di perdono. E' il momento giusto perché faccia il suo ingresso la vera Contessa. Tutto ormai è chiaro. Il Conte non può negare: ha cercato di tradire la moglie, corteggiandola nei panni di Susanna. Ora è lui che, in ginocchio, chiede perdono alla moglie, che, contrariamente a quanto lui poco fa ha fatto, generosamente glielo concede. La musica del perdono scende dal cielo ed è una musica tale da dare l'impressione che la pietà stessa di Dio stia scendendo sugli uomini. Il finale è allegro: tutti a festeggiare i due matrimoni. E anche Barbarina avrà il suo Cherubino, mentre Contessa e Conte, riuniti, godranno forse di un ritorno di fiamma.


Per me, estrarre qualcosa da Nozze di Figaro è una sorta di impresa, perchè per me è un unicum quell'opera, ossia per essere ben intesa andrebbe ascoltata e seguita dal primo all'ultimo fiato.
Ci sono sì le cavatine-arie dei personaggi principali ...ossia il Farfallone amoroso di Figaro nel primo atto o il Voi che sapete di Cherubino ..o Dove sono i bei momenti della Contessa ...o l'assolo sulla gelosia di Figaro del quarto atto ...o il duetto della "scrittura" tra due soprano - cosa muj rara in Lirica (un duetto di voci pari dello stesso registro mmm rarità..)ma quello che è pietra miliare dell'Opera, quello che rende NozzeFigaro - per me - ciò che apre il "periodo d'oro" del melodramma è da un lato la fusione tra Comico-Drammatico nella stessa opera, l'unione-raddoppio tra voci e strumenti orchestra - Fiati e archi - , e la fusione polifonica tra tot numero di voci - 7 o 11 - che sono i finali del 2ndo,3zo,4rto atto.
Se piu' attori a teatro parlano insieme, si crea solo "confusione/incomprensione", in musica ..si crea armonia e contrasto insieme...
Io sento NozzeFigaro e mi viene in mente il film Prova d'Orchestra di Fellini ... perchè quel linguaggio nuovo che Mozart ha immesso nel modo di fare e sentire musica somiglia e parecchio alla visionarietà piena di concretezza del signore del cinema. I geni si toccano.

Tornando e chiudendo su Figaro, inserisco alcuni minivideo Youtube sul Figaro 1972 con la Freni nei panni di Susanna e Von Karajan a far il director...sempre trovabili su Youtube nella playlist ..https://www.youtube.com/user/Academyci#grid/user/78B08C98F402EF5D







****

Il duetto tra soprano del 3' Atto ...riprendo i due video inseriti tempo fa anche da Brilli ..sul parallelo sonoro tra "Ali di libertà" e "aria" ..

Brillianttrees ha scritto:



E tu non lo potevi sapereeee...ma quel video-film lo volevo mettere a mò di "conclusione" delle riflessioni-info su NozzeFigaro...

ehhh già..roba pericolosissima....la speranza e la libertà brrrrrrrrrrrrr
é l'identico motivo per cui P. Levi recitava ad alta voce il 26mo canto - quello per Ulisse di Dante - a mò di preghiera prima di crollare stanco morto la sera. Perchè anche nei luoghi che negano l'essenza umana è salvifico avere presente che l'Uomo è altro..da quei luoghi..
E NozzeFigaro è un ottimo amplificatore di quello.
L'abitudine dei nazisti di trastullarsi con il meglio della loro musica sinfonica proprio in quei luoghi serviva loro da AnesteticoMentale...come dire "io sono questo..che ascolta e si gode Beethoven o Wagner...quel bruto che esce di qui NON sono io".
E poi dicono che la Musica è "svago leggero eh".



Ecco cosa si dicono le due Soprano... siamo in pieno 3zo atto, le due concertano di scrivere una lettera-appuntamento che è una trappola per il conte, marito di una che fa il cascamorto con la sua serva Susanna ...

Le parole
Spoiler:
CONTESSA
(detta)
«Che soave zeffiretto...»

SUSANNA
(ripete le parole della Contessa)
Zeffiretto...

CONTESSA
(detta)
«Questa sera spirerà...»

SUSANNA
Questa sera spirerà...

CONTESSA
(detta)
«Sotto i pini del boschetto.»

SUSANNA
(domandando)
Sotto i pini?
(scrivendo)
Sotto i pini del boschetto.

CONTESSA
Ei già il resto capirà.
SUSANNA
Certo, certo: il capirà.
(rileggono insieme lo scritto)

Recitativo secco
SUSANNA
Piegato è il foglio... Or come si sigilla?
CONTESSA
(si cava una spilla e gliela dà)
Ecco, prendi una spilla:
servirà di sigillo. Attendi... scrivi
sul riverso del foglio:
«Rimandate il sigillo.»
SUSANNA
È più bizzarro
di quel della patente.
CONTESSA
Presto, nascondi... Io sento venir gente.
(Susanna si mette il biglietto in seno)
.........................
Grazie Brilli bacio
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Amantide_Religiosa il Sab 13 Nov 2010, 15:46

non mi ricordo se hai fatto il Barbiere? Mi piace molto, sopratutto Basilio

_________________________________
""The Common Market: We (British) went into it to screw the French by splitting them off from the Germans. The French went in to protect their inefficient farmers from commercial competition. The Germans went in to purge themselves of genocide and apply for readmission to the human race."
Yes Minister! :neve:
avatar
Amantide_Religiosa
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 14174
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Milano/Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 13 Nov 2010, 15:52

su barbiere avevo raccolto qualcosa nell'altro 3d su approfondimenti per singola opera...
http://xfactor.the-talk.net/le-arti-musica-cinema-e-tutto-quello-che-e-arte-f31/operaopera-per-opera-approfondimenti-per-singola-opera-bloccato-t1625.htm


Barbiere è un'altra delle mie preferite
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Gio 25 Nov 2010, 21:48




funge anche in questa piatta-formica

è un sito in cui si possono costruire audioplaylist anche con i links da youtube ( e in questo caso si può cliccare su Flash Video e si vedono i minivideo relativi)

Questa playlist di prova è l'intero Valchirie di Wagner..nell'ed. Scala 1984 con Muti Bacchetta e Domingo in scena. Le tracks sono tradotte alla buona in italiano...

ah si, fino all'Immacolata, mi fingerò alta,bionda,nerboruta...e visto che sono digiuna in toto su Richard, vi rimetto il video già citato in altro 3d sul finale 1mo atto,



il duetto amoros tra fratello-sorella gemelli, figli di un'umana e del dios Odino, ma loro mica lo sanno ..operisticamente perfetto non sapere n sacco de cose basilari (come noi umani d'altronde)..i quali s'ennamorano a vista - e non gli viene mica in mente di avere i poteri para-normali nemmano quando Siegmund estrae la spada dalla Roccia senza manco chiamà Merlino bah!
Il papà Dio Odino non si commuoverà - la misericordia non si mischia con la divinità - e ammmmazzerà l'armato Siegmund (papà del futur Sigfrido) ed esilierà dai poteri divini Brunilde (una delle figlie Valchirie di Odino....ma anche di altra dea della Saggezza....e ciò dovrebbe spiegarCi l'attenzione all'umana natura (?) boh, poi quando divento pratica di Richard vi rispond..)..che s'addorment e si sveglierà solo col beso di n'eroe di passagg (era parente-ava delle belleprincipesse addormentate nel bosc mi sà...).
Non avete capito gniente della trama? Meglio così, tanto le parole non contano, conta la musica bah!
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 11 Dic 2010, 16:17

TOSCA


Composer: Giacomo Puccini
Work: Tosca, opera in three acts
Libretto: Luigi Illica and Giuseppe Giacosa


Floria Tosca: Fiorenza Cedolins
Mario Cavaradossi: Marcelo Álvarez
Scarpia: Ruggero Raimondi

Angelotti: Marco Spotti
Sagrestano: Fabio Previati
Spoletta: Enrico Facini
Sciarrone: Giuliano Pelizon
Un carciere: Angelo Nardinocchi
Un pastorello: Ottavia Dorrucci

Chorus and Orchestra of Arena di Verona
Conductor: Daniel Oren


La Playlist su Youtube


Libretto dei 3 atti
Sono 11 minivideo, cliccare sulla freccina per proseguire..



se volete il miniplayer in una finestrina a sè...http://www.mixpod.com/standalone.php?id=73444842



avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Mar 22 Nov 2011, 14:02

Inserisco il link-sondaggio che abbiamo aperto sul sito-forum
TuttiallOpera
Tuttiallopera...Essendo aperto a tutti, chi volesse.....scegliesse tra le opzioni (max 3 please) o segnalasse in Altro..suggerimenti attinenti..
Nelle intenzioni, il sondaggio avrà scansione mensile, quindi il primo si chiude il 30 nov....

Sondaggio: Approfondimenti TuttiallOpera
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da mambu il Mar 22 Nov 2011, 21:33

Canta, vecchia mummia bacio

che si dice tra voi melomani della Semiramide di napoli?

ho letto recensioini entusiastiche. persino paolo isotta, sempre molto moderato, è prodigo di complimenti e aggettivoni a orchestra coro, cast, regia dancing

ci diamo appuntamento a Napoli per vederla?
avatar
mambu
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 11962
Data d'iscrizione : 22.09.09
Località : Brabante del Friuli

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Mer 23 Nov 2011, 12:58

magara putessem ì (spero sia napoletano giusto....nonna perdonanza-me)...

Ho ascoltato venerdì attraverso diretta rai-radio3... Primo atto con qualche inciampo-lentezza-incertezza ...mentre il secondo atto m'è piasiuto in complex

parentesi: Semiramide è un'opera complicaticcia....sia perchè richiede un cast di voci adatte-ruolo-suono che c'entrano poco-nulla con il resto del repertorio-ripetuto di Rossini ...specie per le dames (Semiramide è uno strano "mezzo" ......Arsace è uno "strano contralto"....e a memoria questa è tra le poche opere in cui il Sopranone-squilla nun c'è....e allora tutti i duetti-terzetti hanno da giostrarsi su toni non consueti per i professionist canterini...e là vengon le dolenti note:D)...poi. ci sarebbe il capitulo Sutherland-Callas che da sopranesse hanno cantato anca sta cosa, mettendo in subbuglio quei canoni......per cui chi s'è fatto l'orecchio con le loro edizioni, storce il nasino sentendo Semiramidi-Arsaci a mò Contralto:D

Parentesi Ronconi-regia: l.'idea di svuotare il palcoscenico da tutti gli orpelli-reggia-sfarzamientos ...e di spostare il coro nella buca-orchestra (come fosse uno sturmento-musicale aggiunto) per quel che ho letto ha reso più visibili i 4 personaggi-centro scena...
e questo non può che avere giovato:D
postilla: Ronconi è lo stesso regista che ha riesumato "viaggio a Reims" a Pesaro con sua maestrosità Abbado a metà anni 80 con un cast che non se potrebbe rifà al momento:)...in quel caso ha avuto a che fare con Rossini-pop/improvvisazione....cioè l'opposto del Rossini-serio di Semiramissa: per la cronaca, Mozart e Rossini secondo me sono gli unici "autentici operai-teatranti" abili in musica su drama e comedia.....

Rientro nel mì sarcofago....ah dellà si può riascoltare Semiramissa..magari interessa a quegli amici tua mummie-melomalandrinici come a mmia....cià
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 03 Dic 2011, 14:30

Il sonda-mese s'è chiuso premiando l'opzione "Opera singola" e poichè anche l'opzione "opera in cartellone/mese" ha raccolto un buon numero-preferenza, dedichiamo il primo "esperimento-mese" a Don Giovanni-Mozart con tutto ciò che vi ruota attorno - ossia non solo l'opera-Mozart...
Segnalo che il prox 7 dicembre la prima scaligera sarà trasmessa in diretta tv su Rai5 e in radiofonica su rairadio3.
In differita, nella stessa sera sarà trasmessa su Sky-Classica e su Arte.tv/Zdf...
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Ciprea* il Sab 03 Dic 2011, 17:46

Grazie Canta! Fai un lavorone! Io ti leggo ma ancora non riesco a seguire un opera....ho visto che su Rai5 o su Canale 5...Leggione...le trasmettono.

Non capiro' mai perche' le soprano soprattutto " emettono suoni" musico , ma non fanno capire un acca della parola cantata... WUB
avatar
Ciprea*
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3798
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Lazio

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Sab 03 Dic 2011, 18:03

su Rai5 timidone
grazie dei complimentos...ma se non lo si fa per Don Giovanni che è un po' il "papà" non vedo per chi potremmo farlo timidone
sull'incomprensibilità testo delle dames in generale ti dò ragione....ma sappi che in DonGiovanni in realtà i centri-motore-scena sono assolutamente tutti maschili musico :
Leporello è caratterialmente molto vicino alla nostra maschera di commedia dell'arte di Arlecchino (da Ponte era veneto.....e di certo ha letto Goldoni e Gozzi ...), Don Giovanni è ben più che un donnaiolo: è l'emblema illuminista (alcuna regola mi si imponga..alcun ostacolo mi si ponga)...e il fantasma-commendatore rappresenta i "Dover essere" imposti e le loro sanzioni.
Devo cmq mettere a punto la playlist su Youtube come pre-ascolti....inserirò anche qui il link così magari dai un orecchio..
è sempre difficile seguire un'opera per intero se non se ne ha prima un "pre-ascolto" dei punti focali....
io posso offrirti quelli..dei pre-ascolto o delle "dritte-intuizione" anticipate, considerando appunto che Don Giovanni è contemporaneamente il punto d'arrivo per ciò che c'era "PRIMA"..ossia per l'opera700...sia italiana (napoletan su tutti) che anglo-tedesca (con Gluck e Handel ad imperare)....e soprattutto è il punto di partenza per l'intero melodramma 800, in quanto essa contiene sia elementi di opera-buffa che di opera-tragica...Mica per niente Mozart è un genio absolute.......un inventore-stravolgitore dell'arte sua...bastaaaaaaaaaaaa sennò faccio sei romanzi sorrisodiscuse
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Cantastorie il Mar 22 Gen 2013, 20:47

lo so già e me lo dico da sola....non mi si crederà....
le ultime volte che ho fatto accesso qui avevo cambiato la password e me l'ero appuntata - secondo il Mio ricordo citrullo - nella solita agendina segnamill'appunti che uso per ste cose....
Bene, non me l'ero mica appuntata nella solita agendina segnaamill'appunti ma da tutt'altra parte che nulla ma nulla ha a che fare con webberie e affini...sono due settimane che cerco quella pw perche..ehm volevo risalutarvi e ...perchè sapendo che c'è qui chi usa Fb...volevo fare lo "spottino" alla pagina fb di TuttiallOpera che qui per molti versi ha preso avvio e allora mi sembrava doveroso tornare nel primo luogo del delitto e scriverci il linke..oltre che farlo sapere in MP a chi posso ricordare fosse interessato/a Ebbasta! e con l'esempio dello sbaglio agendinawebbe è bene che stia attenta a mandare MP alle persone giuste un momento ..bene, la faccio breve..non prima di salutare e ringraziare Medea che è stata in tempo reale la prima che m'ha riconosciuto-fb cuoricino , nonchè Mambu e Bea che hanno accettato contatto bacio volante ...chiudo, ok ok e salutando indistintamente tutti quelli che m'hanno sopportato da queste parti tempo fa...
il linkè facciabrucco è questo....
e...il contatto Cantastorie che si legge nel Mi piace la conosco bene, un tipaccio malcreato AIUT! tenetevi alla larga si si ..
https://www.facebook.com/pages/TuttiAllOpera/497293473655559?ref=hl

ps. ieri sera con lo speciale Gaber mi siete venuti in mente nitidamente.....sarà che le webbedirette qui sono rimaste un'esperienza indelebbboli nel mio deboli neuronico mah
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Opera] Brani d'opera cantati

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum