E' morto Raimondo Vianello

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da judylee il Gio 15 Apr 2010, 13:05


Grazie signor Vianello... già ci manchi.
avatar
judylee
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 6072
Data d'iscrizione : 09.02.10
Località : ovunque sei...

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Cantastorie il Gio 15 Apr 2010, 13:11

Intelligente, Ironico, Elegante, Poliedrico, Professionista, di quella generazione che ha "inventato" lo spettacolo leggero in televisione.
Eccome, se ci mancherai Raimondo
avatar
Cantastorie
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 16424
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : Catania

http://tuttiallopera.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da ForsesiForseno il Gio 15 Apr 2010, 13:14

Un vuoto incolmabile lasciato da un grande artista, bravo, eclettico, dotato di una ironia non comune
avatar
ForsesiForseno
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1390
Data d'iscrizione : 05.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da seunanotte il Gio 15 Apr 2010, 13:50



avatar
seunanotte
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 4048
Data d'iscrizione : 05.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da seunanotte il Gio 15 Apr 2010, 13:51

avatar
seunanotte
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 4048
Data d'iscrizione : 05.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da RebeMuso il Gio 15 Apr 2010, 13:53

Oh, non lo sapevo!
Mi dispiace molto...ciao Raimondo, grazie per tutto quello che ci hai regalato, un grande! bacio
avatar
RebeMuso
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 760
Data d'iscrizione : 20.11.09
Località : Alessandria

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da ANNA il Gio 15 Apr 2010, 14:30

ciao Raimondo
un altro grande che lascia un vuoto nello spettacolo e nella tv in Italia,se solo qualcuno quelli che li popolano oggi imparassero un quarto di quello che sapeva fare...........
chissà adesso come riderà di noi insieme a Tognazzi...............
avatar
ANNA
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 12265
Data d'iscrizione : 24.10.09
Località : Catania

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da mary.. il Gio 15 Apr 2010, 14:32

Ciao Raimondo
Grazie per aver riempito le mie giornate da bambina
avatar
mary..
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1915
Data d'iscrizione : 03.12.09
Località : Viterbo-Latina

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da tiki il Gio 15 Apr 2010, 14:42

Raimondo grazie!
avatar
tiki
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2107
Data d'iscrizione : 09.01.10
Località : modena

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da EffeCi il Gio 15 Apr 2010, 14:56

Un altro pezzetto di noi che ci lascia. Mi passano davanti agli occhi ore di tv in bianco e nero. Tutta la mia infanzia. Un mondo che adoro e di cui ho molta nostalgia.
Raimondo Vianello, come Corrado e Mike.
avatar
EffeCi
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1350
Data d'iscrizione : 29.12.09
Località : Bologna

http://effeciblog.splinder.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da guenda il Gio 15 Apr 2010, 15:03

Ciao Raimondo.

mamma mia i Misteri di Cascina Vianello da ragazzina mi piacevano tantissimo
gruppo
avatar
guenda
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 2893
Data d'iscrizione : 22.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Mede@ il Gio 15 Apr 2010, 15:10

Lacrime in diretta tv per Federica Panicucci, che si è commossa alla notizia della morte di Raimondo Vianello, totem della tv italiana e bandiera Rai e poi Mediaset per tanti anni. "E' una bruttissima notizia", ha detto Federica, non appena ha letto il lancio di agenzia. Rimasta senza parole, la conduttrice di Mattino Cinque ha fatto partire un applauso per poi lanciare la pubblicità.

COSTANZO: "FARA' COPPIA CON TOGNAZZI" «Vianello è stata la prima persona che ho conosciuto 50 anni fa in televisione, 50 anni di vita e di amicizia che scompaiono. Mi diede l'esclusiva del suo matrimonio con Sandra nel '62 e quando mi sono sposato è stato il mio compare d'anello». Così Maurizio Costanzo ricorda con l'ADNKRONOS l'amico Raimondo Vianello, scomparso oggi a Milano all'età di 87 anni. «Sandra deve essere forte, dopo 48 anni di matrimonio e una vita insieme non è facile accettare la perdita del compagno. Nella coppia era portatore di una sana ironia. L'unica cosa che mi piace pensare -conclude- è che si sia ricostituita la coppia con Ugo Tognazzi».

MAGALLI PIANGE IN DIRETTA «Mentre eravamo in onda, ci hanno comunicato una notizia molto brutta, che ci rattristisce come telespettatori e come amici. È scomparso un amico, davvero un amico». Così Giancarlo Magalli negli ultimi minuti della puntata odierna de I Fatti vostri su Raidue. Magalli si è commosso e ad un certo punto non ha trattenuto le lacrime parlando della scomparsa di Vianello. «Lascia un vuoto enorme nel mondo delle spettacolo, in chi lo voleva bene e nel cuore di sua moglie Sandra - ha detto ancora Magalli -, cui siamo molto vicini. Non è stato facile lavorare sapendo questa notizia. Un abbraccio a Sandra e un abbraccio a Raimondo».

DANIELA BONGIORNO: "SONO VICINA A SANDRA" «Sono vicinissima a Sandra: vivo il suo dolore personalmente e intensamente, perchè è ancora molto fresco il mio»: Daniela Bongiorno, moglie di Mike, scomparso a settembre scorso, testimonia così la sua solidarietà alla Mondaini, che oggi ha perso il compagno di una vita, Raimondo Vianello. «Raimondo era una persona bellissima», dice ancora Daniela Bongiorno all'Ansa. «Il mio abbraccio va a Sandra, andrò sicuramente al funerale».

L'ADDIO SU FACEBOOK «Addio Raimondo, che barba, che noia senza di te...»: riprendendo un famoso sketch di qualche anno fa, uno spaccato di vita coniugale con Sandra Mondaini, è questo uno dei tanti messaggi che un fan di Raimondo Vianello ha lasciato sulla pagina di Facebook aperta dai suoi estimatori. E sono tantissimi i ricordi e l'affetto che i fan di Vianello riversano sul social network. «Con te finisce un altro pò di storia della bella televisione. Sarai sempre nei nostri ricordi con la tua sincerità e la tua ironia», «Addio grande uomo mi hai fatto fare le più belle risate», «Hai unito tante generazioni...eri unico e universale», questi solo alcuni dei messaggi postati su Facebook che rivolgono anche un pensiero e un abbraccio alla moglie Sandra. E tra i commenti affettuosi spunta qualcuno più amaro: «Addio Raimondo, fossero stati tutti un decimo come te e il grande Mike, che vi siete fatti da soli, senza partecipare a reality squallidi». Anche sul microblogging Twitter ci sono messaggi affettuosi per quello che un utente, definisce in inglese 'the gentleman of italian humor'. «Grazie per la tua semplicità», «era un grande», «goodbye Raimondo», «eleganza e savoir faire», sono alcuni dei post che lo ricordano accompagnati anche dai link ai suoi sketch, da quelli con la moglie Sandra allo storico partner Ugo Tognazzi, in queste ore cliccatissimi sul web.

BARALE: "ELEGANZA RARA" «Simpatia, eleganza e gentilezza sono doti che difficilmente si trovano in una persona sola e Raimondo le aveva tutte. Non ho più incontrato un gentiluomo come lui nel mondo dello spettacolo. Lavorare con lui e con Sandra è stato un privilegio». Così Paola Barale che con Raimondo Vianello e Sandra Mondaini lavorò nella sit-com 'Cascina Vianellò, ricorda l'attore scomparso oggi a Milano. Poi commossa la Barale rammenta alcuni episodi che risalgono al periodo in cui girò insieme alla celebre coppia: «telefonai a casa loro per cercare Sandra: mi scusi Raimondo disturbo? E lui che non perdeva mai la battuta. Si disturba ma ormai è troppo tardi...». E ancora, «una volta lungo un vialetto durante le riprese della sit-com Sandra esce dall'inquadratura perchè si sbaglia, Raimondo fece una faccia così buffa che il regista decise di mantenerla».

COLUMBRO: "IL SUO SORRISO ERA MARCHIO DI FABBRICA" «Quel sorriso divertito che era il suo marchio di fabbrica fu la cosa che mi colpì quando lo incontrai la prima volta a Roma, negli anni '80, nei corridoi di 'Canale 5»'. Così l'attore e presentatore toscano Marco Columbro ricorda Raimondo Vianello, scomparso oggi a Milano. «Mentre mi parlava - racconta a Ign, testata online del Gruppo Adnkronos - non capivo se diceva sul serio oppure no. In quel suo sorriso c'era la consapevolezza di prendere in giro e insieme il fatto che si stava divertendo lui stesso. Era come un bambino, si divertiva a mettere in imbarazzo e poi rideva». «Nella mia vita ho avuto due grandi ispiratori - spiega Columbro - uno era Corrado, l'altro Raimondo per il suo modo di recitare, di essere ironico e autoironico, per la sua leggerezza». «La coppia che formava con Sandra Mondaini è stata la più amata e la più longeva della tv. Io - ricorda Columbro - ho partecipato anche a una puntata di 'Casa Vianellò. Erano amatissimi - insiste - perchè rappresentavano la coppia italiana, ci si identificava nei loro difetti e nelle loro manchevolezze. Sandra e Raimondo erano così spontanei che non sembrava neanche che recitassero, semplicemente mettevano in scena la loro vita». «Non ci vedevamo da tanto tempo - dice ancora -, l'ultima volta era stata alcuni anni fa alla festa per il ventennale di 'Striscia la notizià. Sandra invece l'ho incontrata più recentemente in un'altra occasione triste, ai funerali di Mike Bongiorno. L'ho vista di sfuggita, poi l'ho chiamata e lei - conclude Columbro - mi ha detto che sia lei sia Raimondo non stavano bene».

ALEMANNO: "VOLEVAMO CAMERA ARDENTE IN CAMPIDOGLIO" «Se ne va un pezzo di Roma. Avremo voluto che Vianello fosse in camera ardente in Campidoglio, ma sembra ci siano difficoltà e rimarrà nella città di Milano». Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno commentando la morte dell'attore Raimondo Vianello, a margine della presentazione dell'evento 'Roma capitale dello sport' che si svolgerà il 16, 17 e 18 aprile a piazza del popolo a sostegno della candidatura della Capitale alle Olimpiadi del 2020. «Si tratta -ha aggiunto Alemanno- di un attore che come Alberto Sordi ha tracciato la storia della nostra città e della nostra nazione».

RAFFAELLA CARRA': "QUESTA MORTE MI SCHIANTA" Raffaella Carrà piange, non riesce a trattenersi: raggiunta dall'ANSA in Spagna chiede e richiede come è successo che Raimondo Vianello sia morto oggi, «perchè lui non può lasciarci». La Carrà pensa a Raimondo ma soprattutto a Sandra Mondaini: «per lei una botta allucinante. Questa morte mi schianta, dirò una preghiera per lui, ma centomila per lei». La Carrà aveva lavorato al cinema con Vianello, «una di quelle commedie improbabili di quegli anni, ci divertimmo da pazzi. Aveva la battuta sempre pronta, sagace ma con lui non ti potevi offendere. Era un uomo di stile, un gran signore. Li avevo sentiti qualche mese fa e oggi veramente questa notizia mi addolora».

CONFALONIERI: "NON LASCIANO EREDI" «Grandi personaggi così non lasciano eredi, sono unici e irripetibili e dobbiamo tenerceli ben stretti». Ne è convinto il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri amico di una vita di Raimondo Vianello. Intervistato dal Tg5, ha ricordi molto belli dell'attore scomparso oggi a Milano: «insieme a Mike e Corrado possiamo dire è stato uno dei cofondatori di allora Finivest, poi Canale5 e ora Mediaset. Ed è per questo che oggi tutti quanti noi ci stringiamo in un caloroso abbraccio attorno a Sandra Mondaini che ha segnato con Raimondo una delle più belle coppie del teatro italiano ed anche un esempio, per la famiglia, per la fedeltà, la generosità. Io so quanto poi loro hanno fatto per i bambini.

CHIAMBRETTI: "ORA MONDO SARA' UNA NOIA, UNA BARBA" «Se ne vanno sempre i migliori: mai una battuta così banale fu più azzeccata», dice Piero Chiambretti all'Ansa, commentando la morte di Raimondo Vianello. «Si può aggiungere che è un personaggio che non ha eredi, cloni, figure che anche lontanamente possano avvicinarsi alla persona che era. E poi, parafrasando una frase tipica degli sketch tra Raimondo e Sandra, direi anche che il mondo ora sarà solo 'una noia, una barba, una barba, una noià». Con Vianello, Chiambretti ha condiviso l'esperienza del Dopofestival a Sanremo nel 1998: «Era la prima volta Raimondo conduceva il festival, nonostante fosse già avanti negli anni: all'Ariston arrivò con la curiosità di un bambino e insieme il distacco di santone tibetano. Ricordo quel copione che non seguiva mai, il candore con cui finse di non risconoscere ospiti del calibro di Madonna». «Stasera al Chiambretti Night - conclude il conduttore - spero di poter riproporre un'intervista che gli feci al Dopofestival».

MORANDI: "ERA SEMPRE DIVERTENTE" «Credo che tutti noi abbiamo riso, sognato e passato momenti di gioia guardandolo». Lo dice Gianni Morandi a Ign, testata on line del gruppo Adnkronos, ricordando Raimondo Vianello. «Io poi ho avuto anche la fortuna di lavorare con lui - racconta Morandi - e tanti anni fa anche di giocare contro di lui a Roma in qualche torneo di calcio amatoriali. Lui giocava per la SaMo, che stava per Sandra Mondani. Era sempre divertente». «Non c'è dubbio che questo è un momento di grande dolore per tutti. Vianello è uno degli uomini di spettacolo che l'Italia ha più amato negli ultimi anni. Era bravissimo, spiritosissimo - sottolinea Morandi - Ci ha tenuto compagnia per oltre 50 anni. Da tutti noi un grande grazie».

MASI (DG RAI): "SE NE VA UN PEZZO DI STORIA" «Con Raimondo Vianello scompare uno dei padri della televisione italiana»: è la testimonianza del direttore generale della Rai, Mauro Masi. «Attore di cinema e teatro, autore, presentatore, un grande professionista - sottolinea Masi - che con ironia e con sensibilità ha portato sempre il sorriso nelle case di tanti italiani. Un personaggio straordinario: con lui il nostro Paese perde un vero signore del mondo dello spettacolo».

%e; Giancarlo Magalli negli ultot;LO PORTERO' SEMPRE NEL CUORE" «Di Raimondo ricordo l'ironia, la classe, lo stile, l'amorevolezza quando faceva il burbero con me: non mi ha mai permesso di dargli del tu», dice tra le lacrime Antonella Elia, partner di Vianello per tre edizioni di Pressing, dal 1995 al 1997. «Nella vita - ricorda la Elia - era comicissimo, come in scena. Ho avuto l'onore di fare coppia con lui: eravamo molto sincronizzati, ero la sua spalla e Raimondo usava la mia naturale goffaggine e svagatezza per fare spettacolo. Mi studiava, sempre perfettamente che cosa avrei detto. Non c'è mai stato nessun copione, improvvisavamo». La showgirl ha sentito Vianello «l'ultima volta tre anni fa: lo chiamai per invitarlo a vedere il mio spettacolo con Salemme a Milano - racconta - ma diede forfait perchè Sandra non stava bene. Lo porterò sempre nel cuore».

LORETTA GOGGI: "ERA DIVERSO DAGLI ALTRI" «Raimondo Vianello era diverso da tutti gli altri», dice all'ANSA Loretta Goggi appena appresa la notizia della scomparsa dell'attore oggi a Milano. «Aveva una comicità poco italiana, molto molto particolare e irraggiungibile. Non lascia eredi, nessuno l'ha potuto imitare perchè era unico», dice la Goggi cui piace ricordare di Vianello «l'immensa ironia». «Quando due persone discutono, come capita a tutti, anche a me e a Gianni Brezza, tutti dicono 'ecco i Vianellò: una coppia che ha rappresentato tutti. Per questo penso ora a Sandra Mondaini: so che sta molto male e immagino la sofferenza di queste ore. Con Gianni mi stringo a lei».

LIGUORI: "UN ALTRO GRANDE CHE SE NE VA" «È un altro grande che se ne va». Così Paolo Liguori, direttore del Tg com ricorda Raimondo Vianello, morto oggi a 87 anni. «Io ci ho lavorato poco - racconta Liguori a Ign, testata on line del gruppo Adnkronos - ma lo ricordo come una persona ironica, molto intelligente. In azienda lui e Sandra erano persone care a tutti: sempre gentili, educati, una coppia straordinaria che si potrebbe dire non in linea con un mondo dello spettacolo sempre un pò ruvido. E poi Raimondo era così anche nella vita reale, quando lo incontravi aveva sempre quel sorrisetto in volto e ti faceva una battuta raffinata… era un signore. Mi dispiace per lui e mi dispiace per Sandra».

FAZIO: "ERA UN GRANDE MAESTRO" «Raimondo Vianello è stato un esempio di straordinaria classe ed eleganza, con una dote unica, che ho sempre detto dall'inizio della mia carriera di invidiare e di guardare come a un modello: il fatto che la sua ironia derivava per gran parte dalla consapevolezza costante di sè»: è la testimonianza di Fabio Fazio. «Era come se Raimondo - dice all'Ansa il conduttore di Che tempo che fa - si trovasse sempre un passo in là rispetto a dove stava realmente, come se si guardasse da fuori, con un lieve distacco. Mi faceva pensare a Oliver Hardy quando, nelle comiche, faceva il cosiddetto 'look in camerà: si fermava e guardava nella telecamera, uscendo così dalla scena, dal personaggio, dal luogo in cui si trovava per entrare nella realtà. Ecco, Vianello praticava continuamente quella magia, quel prodigio che rendeva tutto accettabile, tutto possibile». «Praticare questo mestiere con classe - conclude Fazio - è quanto di più augurabile ci sia per tutti noi. Raimondo Vianello ne è stato certamente l'archetipo».

FORMIGONI: "CI MANCHERA' TANTISSIMO" «Ci mancherà tantissimo»: così il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, ha commentato la morte di Raimondo Vianello. Formigoni, in un messaggio, si è rivolto direttamente alla moglie del conduttore e attore, Sandra Mondaini. «Carissima Sandra - ha scritto - con profonda commozione e tristezza ho appreso la notizia della morte del tuo amatissimo Raimondo. Con la sua straordinaria ironia, insieme a te e ad altri grandissimi personaggi, è stato uno dei padri dello spettacolo nel nostro Paese, sapendo farci sorridere in modo mai banale e volgare, ma sempre con intelligenza e sobrietà». «Ci mancherà tantissimo - ha aggiunto - ma siamo anche certi che chi ci è caro continua ad accompagnarci misteriosamente ma realmente nel cammino della vita».

FIORELLO: GLI DEDICO LA SERATA" «Il mio primo pensiero va a Sandra a cui mando un affettuoso abbraccio. Se n'è andato il maestro dell'ironia per antonomasia, più di un presentatore, il primo anche che con 'Pressing' riuscì a portare il sorriso nelle trasmissioni sportive». Con queste parole lo showman Fiorello ricorda Raimondo Vianello, scomparso oggi a Milano all'età di 87 anni. «Mi piace ricordarlo -prosegue Fiorello- quando ai Telegatti, ogni volta che mi incontrava dietro le quinte, mi diceva con quel suo sguardo fintamente stupito: 'Cosa ci fai tu qui? Allora premiano proprio tuttì. Dedico a Raimondo -conclude- la mia serata a teatro di domani».

BAUDO: "ERA UN UOMO ECCEZIONALE" Raimondo Vianello «era un uomo eccezionale e un artista eccezionale»: Pippo Baudo è commosso al telefono con l'ANSA a ricordare l'attore scomparso oggi a 88 anni. «Il nostro era un rapporto di 40 anni, mi consideravo uno di famiglia. Spesso ci siamo frequentati fuori il lavoro, da loro si stava bene e mi sentivo a casa. Aveva sempre una battuta - prosegue Baudo - anche quando negli ultimi tempi non stava più bene, non ha mai perso il suo carattere». Qual è la sua eredità? «Lascia una maniera leggera di interpretare questo mestiere, non ha mai voluto essere divo pur essendo immenso, da lui nessuna prosopopea, nessuna autoesaltazione ma un senso della misura che oggi si è completamente perso». È il rapporto con Sandra Mondaini? «Ci vuole una vita per descrivere la finezza del loro rapporto, si prendevano in giro ma non riuscivano a fare a meno l'uno dell'altro. Sandra è stata l'ispirazione della sua vita e Raimondo per lei, devoti e solidali. Lei purtroppo sta molto male, si è spezzato oggi il cordone ombelicale che li ha tenuti uniti e questo mi addolora immensamente». Quando vi siete sentiti ultimamente? «Negli ultimi tempi non parlava più, si era come assopito, ma recentemente ero riuscito a parlarci: se mi chiami per le condoglianze anticipate - scherzò - hai sbagliato numero».

PIVETTI: "A SANREMO FU PATERNO" «Ci tengo oggi a ringraziare pubblicamente Raimondo Vianello perchè con lui ho fatto un pezzo di strada determinante e mi ha aiutato a farlo nel modo migliore»: è il ricordo di Veronica Pivetti all'Ansa, che con il conduttore scomparso oggi e con Eva Herzigova divise il palco dell'Ariston a Sanremo nel 1998. &laquunerali di Mike Bongiorno. L'ho con quel suo modo di sfottermi, di scherzare - racconta l'attrice - mi diede la possibilità di essere divertente: fu curiosamente paterno. Ho sempre spostato completamente quel suo tipo di umorismo, che poi è un modo di dire grandi verità in maniera leggera. E poi ogni suo scappellotto era sempre affettuoso, stimolante». «Quello con Vianello - conclude la Pivetti - è stato un incontro molto importante per me. Ne conservo un ricordo vivissimo e bellissimo».

RISPOLI: "ERA GRANDE PROFESSIONISTA" «Un professionista, un autentico gentiluomo che ha saputo rimanere sempre se stesso. Un amico di tutti coloro che hanno fatto spettacolo. Sarà impossibile dimenticarlo». Luciano Rispoli ricorda Raimondo Vianello morto oggi a Milano con le caratteristiche che «lo hanno sempre contraddistinto di grande cortesia affabilità, curiosità e professionalità ». Era, aggiunge Rispoli, «un grande gentiluomo, che ogni volta che lo si incontrava - anche a distanza di anni - lo si ritrovava sempre uguale a se stesso. Era la sua caratteristica più bella». Alla moglie Sandra Rispoli esprime il suo personale cordoglio.

LA TATA DI CASA VIANELLO: "E' STATO MIO PADRE ARTISTICO" «Sono stati vent'anni di lavoro bellissimi. Raimondo era una persona bellissima, io ambivo molto ad avere la sua stima». Lo ha detto a CNRmedia Giorgia Trasselli, interprete per vent'anni della tata in 'Casa Vianellò. «Io non amo molto le frasi retoriche, ma per me è stato un padre artistico. Sono stata contenta di averlo visto recentemente, anche se non stava tanto bene. Da lui -prosegue Trasselli- ho imparato la leggerezza ad affrontare i problemi che sorgevano sul set. Lui era così, prendeva i problemi di lavoro con serietà e rigore ma contemporaneamente con il sorriso e l'ironia».

VELTRONI: "UMORISMO INTELLIGENTE E POPOLARE" «La scomparsa di Raimondo Vianello colpisce tutti noi. E come se ciascuno avesse perso una persona amica che per anni ci ha accompagnato nella nostra quotidianità. Il suo umorismo intelligente graffiante ma al tempo stesso popolare era figlio di un'Italia che sapeva esprimersi con meravigliosa ironia attraverso parole misurate e gesti garbati». Così Walter Veltroni ricorda Raimondo Vianello. «Un abbraccio affettuoso va a sua moglie Sandra, compagna di una vita che li ha visti condividere sul palco e fuori momenti stupendi e difficili ma sempre -conclude- con inconfondibile eleganza».

FINI E SCHIFANI: "CI MANCHERA' MOLTO" Il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, ha inviato un messaggio di cordoglio a Sandra Mondaini: «Apprendo con profonda tristezza la notizia della scomparsa di Suo marito Raimondo Vianello, protagonista della commedia all'italiana e uno dei volti più amati dal grande pubblico televisivo. La sua figura, esempio di sobria eleganza e misurata classe, lascia un grande vuoto nel mondo dello spettacolo. Egli ha saputo interpretare con fine ironia la vita del nostro tempo accompagnando per più di sessant'anni l'evoluzione del costume e della società italiana». « La Sua umanità, simpatia e straordinaria signorilità gli hanno assicurato il costante affetto del Suo pubblico e di tutti gli italiani -ha scritto Fini- La Sua passione per lo sport e, in maniera particolare per il calcio, lo hanno reso un personaggio stimato e popolare anche tra gli sportivi. Ci mancheranno il suo garbo, i suoi toni non gridati, la sua competenza e grande professionalità. In questo momento di grande dolore, esprimo a Lei, gentile Sandra, il mio più sincero sentimento di cordoglio, unitamente a quello della Camera dei deputati».
«Ho appreso con grande tristezza la notizia della scomparsa di Raimondo Vianello. Per oltre cinquant'anni il suo umorismo sottile e tagliente ha accompagnato la vita del nostro Paese e ci ha fatto sorridere con leggerezza anche nei momenti più difficili». È quanto si legge in un telegramma che il Presidente del Senato, Renato Schifani, ha inviato alla signora Sandra Mondaini, moglie dell'attore Raimondo Vianello scomparso oggi a Milano. «Raimondo - prosegue il Presidente Schifani - ci mancherà, perchè ha rappresentato l'idea di un'Italia borghese, educata, mai volgare, ma al tempo stesso capace di non prendersi mai sul serio e di vivere la vita con allegro distacco. La sua elegante simpatia, così come il vostro sodalizio artistico e di vita, sono entrati a pieno titolo nel patrimonio culturale di un popolo». «Le esprimo - conclude il Presidente del Senato - tutta la vicinanza e l'affetto, anche a nomi dei senatori, con un commosso pensiero».

RIZZO NERVO: "APPARTENEVA SOLO AL PUBBLICO" «Scompare una delle figure più eleganti della televisione italiana. Vianello non apparteneva nè alla Rai nè a Mediaset, apparteneva al pubblico televisivo italiano». Lo dice a CNRmedia il consigliere del CDA Rai Antonino Rizzo Nervo. «Lascia un vuoto molto profondo - continua Rizzo Nervo - anche perchè non credo che il suo stile sia ripetibile. Possedeva un'autoironia straordinaria, accentuata dal fatto che lavorava in coppia con la moglie, il che lo rendeva un unicum. Lui, Tognazzi, Bongiorno, hanno fatto la storia della tv».

ALEMANNO: "HA RACCONTATO L'ITALIA" «Di Raimondo Vianello ho un bellissimo ricordo. È un grande attore del nostro Paese, uno che, un pò come Alberto Sordi, ha raccontato la storia italiana, con la sua comicità e con le sue intuizioni sempre cariche di una grande cultura e di un grande valore umano». È quanto ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno a margine del convegno «L'agricoltura nella storia d'Italia» organizzato da Confagricoltura all'Auditorium Conciliazione sulla scomparsa di Raimondo vianello.

L'INTER: "RIMARRA' INDIMENTICABILE" «Rimarrà indimenticabile per il mondo dello spettacolo, ma anche per il pubblico, che ha seguito la sua lunga carriera». Così, sul suo sito web, l'Inter ricorda, Raimondo Vianello, scomparso questa mattina. «Alla moglie Sandra - si legge - l'abbraccio affettuoso dell'Inter, che ricorda anche gli otto anni di conduzione della tramissione 'Pressing', in cui Vianello seppe unire intelligenza, misura, profondo senso dell'umorismo e competenza calcistica».

LA JUVENTUS: "SEMPRE GARBATO" La Juventus sceglie la forma di un comunicato sul proprio sito per ricordare Raimondo Vianello. «L¨Italia piange uno dei suoi personaggi pi— amati: Raimondo Vianello Š scomparso, all¨et… di 87 anni - si legge sul sito bianconero - Un attore brillante, un presentatore amabile, uno sportivo appassionato e attento: nella sua lunga carriera ha saputo spaziare dal cinema, al teatro, alla televisione con straordinaria semplicit…, guadagnandosi l¨affetto di tutti. Vianello ha dato molto anche al mondo del calcio, grazie alla conduzione della trasmissione Pressing, sempre garbata e mai sopra le righe». La Juventus «e tutti i suoi tifosi si uniscono al dolore della moglie, Sandra Mondaini e di tutti i suoi cari».

BONCOMPAGNI: "NON ERA MAI VOLGARE" «Sempre spiritosissimo, allegro, divertente, di qualità, mai volgare». Così Gianni Boncompagni ricorda Raimondo Vianello, morto questa mattina all'ospedale San Raffaele di Milano. «Sono dispiaciutissmo - dice Boncompagni a Ign, testata on line del gruppo Adnkronos - Era mio vicino di casa a Roma. Era un pò che non lo vedevo, da quando stava a Milano. Ma stava bene».

BERNABEI: "AVEVA GRANDE UMANITA'" Raimondo Vianello, «era in sintonia con la gente comune. Ne rappresentava - ricorda all'ANSA Ettore Bernabei che fu direttore generale storico della Rai negli anni d'oro di Vianello in tv - la pazienza, la bontà, il voler dare una mano a tutti. La sua non era solo eleganza e buon gusto. In Vianello c'era qualcosa di più, un afflato umano,una grande umanità. Sempre misurato. Il pubblico lo sentiva uno di loro. Fino all'ultimo ha cercato di non perdere contatto con le persone». Dal punto di vista artistico, Vianello «era grande. Ha accettato sempre di buon grado di fare da spalla ma non era un vero numero due: sia con Walter Chiari, con la stessa Sandra Mondaini, con Alberto Sordi, riusciva a stare a sempre allo stesso livello». E il famoso sketch censurato? «Ormai è archeologia televisiva», risponde Bernabei che preferisce ricordare Vianello «non solo bravo attore ma persona di valori».

APPLAUSI DALLA CAMERA DEI DEPUTATI Luca Barbareschi ha ricordato in aula alla Camera la figura del «signore della televisione» Raimondo Vianello. Il deputato del Pdl ha parlato da collega, ma anche da rappresentante delle istituzioni, chiedendo all'Assemblea di Montecitorio di rivolgere un saluto al popolare attore e conduttore televisivo. Un applauso dai banchi dell'emiciclo ha accompagnato le parole di Barbareschi. Raimondo Vianello, ha ricordato tra l'altro Barbareschi, ha rappresentato «un pezzo della storia di questo Paese, un grande attore, un uomo che ci ha accompagnato dalla nascita della televisone ad oggi con grande eleganza, con grande intelligenza», dimostrando che «si può fare spettacolo senza prendere posizioni politiche. Insieme a Tognazzi è il tipo di spettacolo che ha fatto dell'Italia unPaese più raffinato e che forse dovrebbe oggi riprendere come modello». «L'applauso dell'Aula -ha sottolineato la vicepresidente della Camera Rosy Bindi, che stava presiedendo l'Assemblea- credo sia la risposta al suo intervento». «Accolgo con grande dolore la notizia della scomparsa di Raimondo Vianello. Dire che per me Raimondo è stato un padre professionale è talmente vero da risultare riduttivo. Sandra Mondaini, alla quale esprimo tutta la mia vicinanza e la mia costernazione per tanta perdita, era così amica di mia madre che con lei mi portò per la prima volta a Fregene. Raimondo e Sandra hanno rappresentato nella mia vita il mio primo contatto col mondo dello spettacolo». Lo ha affermato Luca Barbareschi parlando della morte di Raimondo Vianello. «La mia amicizia nei confronti di Raimondo - ha proseguito l'attore - non ha mai conosciuto zone d'ombra, essendosi anzi sempre rafforzata, alimentata come era da stima e affetto assolutamente puri disinteressati e reciproci. Sabato non potrò non essere a Milano per l'ultimo saluto a Raimondo, a questo uomo che è stato una pietra miliare nella storia della nostra televisione e, attraverso essa, di tanti milioni di italiani». «Non omnis moriar, scriveva Orazio: anche lui sicuramente non del tutto è morto - conclude Barbareschi. Di lui ci resteranno per sempre, a testimonianza della sua grandezza, i suoi film, le sue comparse televisive, le sue gags, la sua signorilità e compostezza, oggi così assenti nel mondo falsamente patinato dei vip, avulso come era da ogni spasmodico desiderio di sovraesposizione, scevro da pettegolezzi, scandali ed inciuci».

CORDOGLIO DI NAPOLITANO Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa la triste notizia della scomparsa di Raimondo Vianello, ha inviato alla moglie, Sandra Mondaini, un messaggio in cui esprime la sua vicinanza ricordando il popolare attore che tanto ha dato al teatro, al cinema e alla Tv italiani.

ORFINI: "SCOMPARE UN GRANDE ARTISTA" «Esprimo a nome mio e di tutto il Partito democratico il cordoglio per la scomparsa di un artista ironico e brillante, amatissimo dal suo pubblico, che ha interpretato per più di mezzo secolo il costume del nostro Paese con intelligenza leggerezza. Alla moglie e alla famiglia va la nostra vicinanza e il nostro affetto». Lo dichiara il responsabile Cultura della segreteria nazionale del Pd, Matteo Orfini.

TREMAGLIA: "UOMO DI GRANDE PROFESSIONALITA'" «Un uomo di grande correttezza e professionalità, che ha saputo farsi apprezzare da tutti per queste sue doti». Così Mirko Tremaglia ricorda Raimondo Vianello. Entrambi, nel 1945, sono stati nel campo di prigionia degli alleati a Coltano per la loro appartenenza alla Repubblica sociale italiana. «Era un campo di prigionia -ricorda Tremaglia- molto vasto, con migliaia di persone. Io ero nel blocco numero cinque e non ho avuto occasione di incontrare Vianello. L'ho conosciuto in seguito ed anche io, come tanti altri, ho avuto modo di apprezzare la correttezza, l'equilibrio e la professionalità».

ALBONI: "ITALIA PERDE UN AMICO" «Purtroppo ci troviamo a chiudere una pagina della nostra storia televisiva e del nostro costume. Da oggi ci sentiremo un pò più tristi e sicuramente ci mancherà una persona che col tempo avevamo considerato a tutti gli effetti un amico, un personaggio che entrava nelle case di tutti noi». Così il consigliere regionale lombardo del Pdl, Roberto Alboni ricorda l'attore e conduttore Vianello morto stamane a Milano. «Ci lascia un grande artista, un grande uomo, un grande italiano che si era fatto apprezzare nel mondo del cinema, della tv e dello sport. Come per Mike Bongiorno, non solo il mondo dello spettacolo piange Vianello, ma tutto il nostro Paese perchè Vianello era l'immagine di un'Italia e di una società che si guardavano allo specchio sapendo ridere e far ridere con ironia intelligente e mai volgare».

BARBARO: "ERA AMATO DA GENTE COMUNE" «Con la scomparsa di Raimondo Vianello non se ne va solo una storica figura della tv e del cinema italiano, la cui carriera si è sviluppata per più di un cinquantennio in una simbiosi artistica e di vita con la inseparabile Sandra Mondaini, ma anche un uomo amato dalla gente comune per la sua impareggiabile ironia, per i suoi modi cortesi e da gentiluomo, per il suo raffinato humor che, insieme alla grandissima passione sportiva, e calcistica in particolare, ne hanno fatto una figura unica, apprezzata da tante generazioni diverse». Lo afferma Claudio Barbaro, deputato Pdl e presidente di Alleanza Sportiva Italiana. «Non dimentichiamo - conclude Barbaro - che suo fratello Roberto fu tra i fondatori del centro nazionale sportivo Fiamma, e quindi del volontariato dello sport a destra, di cui lo stesso Raimondo fu convinto sostenitore. Siamo fieri di annoverarlo tra i romani di nascita e siamo sicuri che Roma saprà tributargli tutti gli onori che merita».

MARIA DE FILIPPI: "MI STRINGO INTORNO A SANDRA" Per «me è un gran dolore, una perdita enorme, incolmabile», dice Maria De Filippi all'ANSA ricordando la scomparsa oggi di Raimondo Vianello. «Il mio pensiero va a Sandra. Vorrei stringerla e dirle che le sono vicina con tutto il cuore. Il loro amore è un esempio per tutti noi insieme alla loro umanità, onestà e semplicità.».

PROVINCIA MILANO: "INIZIATIVA PER RICORDARLO" La Provincia di Milano sta già pensando a una iniziativa per ricordare Raimondo Vianello. Il vicepresidente, Umberto Maerna, che è anche assessore alla Cultura, ha proposto di organizzare una serata allo spazio Oberdan e in una nota ha espresso «il cordoglio della Provincia e dell'Assessorato alla moglie Sandra Mondaini». «Oggi - ha osservato - è un giorno triste per il mondo dello spettacolo. Con Raimondo Vianello scompare un artista che non solo ha legato il suo nome e la sua fortunatissima carriera a Milano, ma anche un comico misurato e mai volgare, capace di entrare col suo linguaggio tra le famiglie e di conquistarle con quell'innata ironia che era la cifra del suo stile». «Sono convinto che Spazio Oberdan sia la sede più idonea per commemorare Vianello e quanto prima - ha aggiunto - organizzeremo un'iniziativa in grado di condividere col pubblico milanese il ricordo di un artista che, ne siamo convinti, rimarrà nel cuore di molti».

MARCELLO LIPPI: "CI MANCHERA'" «La scomparsa di Raimondo Vianello è un dispiacere enorme. Era uno dei grandi fuoriclasse italiani, una persona piacevolissima, ci mancherà». È il ricordo del ct della nazionale italiana di calcio Marcello Lippi, di Raimondo Vianello, scomparso questa mattina a Milano. «È una notizia che mi da grande tristezza -spiega Lippi all'ADNKRONOS-, era una figura tra le più positive in assoluto nel mostro mondo italiano, perchè non si tratta di inserire queste figure in un settore, sono figure che rimangono nella loro grandezza nell'immaginario collettivo a prescindere dal fatto che sia un giocatore, un attore, o uno scienziato».

EMANUELE FILIBERTO: "ESEMPIO DI EDUCAZIONE" «Sono molto addolorato per la scomparsa di Raimondo Vianello. Tutti gli italiani ne hanno sempre riconosciuto le qualità artistiche ed umane che ne hanno fatto un esempio di uomo di spettacolo garbato, rispettoso e con uno stile che oramai si riscontra raramente nella televisione italiana di cui fu uno dei padri fondatori. Quando lo incontrai la prima volta fu una vera emozione perchè per me rappresentava un pezzo di Italia insieme all'inseparabile Sandra Mondaini, sua moglie, a cui va il mio pensiero e la mia affettuosa vicinanza. Mancherà moltissimo a tutti noi!». Lo ha dichiarato il Principe Emanuele Filiberto di Savoia in merito alla scomparsa di Raimondo Vianello.

GARIMBERTI: PROFESSIONISTA MAI VOLGARE Con Raimondo Vianello «scompare uno dei pionieri della televisione italiana, un professionista raffinato, elegante e mai volgare». Lo dice il presidente della Rai Paolo Garimberti. «Un artista, un vero gentiluomo, che ha contribuito a rendere pi— lieve e gradevole il Servizio Pubblico fin dai suoi albori negli anni '50 e a fidelizzare con la sua comicità e il suo sorriso milioni di telespettatori. La sua versatilit… professionale, la sua passione per la battuta, la sua capacit… di scherzare con tutti e su tutto e la sua incredibile autoironia mancher… alla televisione italiana tutta e - conclude Garimberti- al mondo del calcio, sport per cui aveva un amore straordinario».

ZINGARETTI: "MAESTRO DI HUMOUR" «Con la scomparsa di Raimondo Vianello perdiamo uno dei personaggi più ironici e carismatici del nostro tempo, un maestro di humour che ha fatto la storia del teatro, del cinema e della televisione italiana. Nato a Roma ha girato l'Italia, riuscendo a far sorridere milioni di persone di ogni età e riportando sui teleschermi tutta la sua simpatia e quel suo modo di fare che lo ha reso unico nel nostro panorama televisivo. Raimondo Vianello è stato anche un conduttore di raffinata eleganza e con sua moglie Sandra ha formato una coppia indimenticabile della commedia italiana, dando vita ad alcuni siparietti che resteranno per sempre nell'immaginario collettivo. A nome mio e di tutta l'amministrazione provinciale desidero rivolgere le più sentite condoglianze alla moglie Sandra e a tutti i suoi familiari». È quanto dichiara in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.

CORDOGLIO DEL MILAN «Il mondo del calcio e degli appassionati italiani piangono la scomparsa di Raimondo Vianello». È questo il messaggio di cordoglio del Milan per la scomparsa di una storica figura della tv italiana. Nato a Roma il 7 Maggio 1922, aveva 87 anni. «In una grande e lunga carriera vissuta nel segno dell'indissolubile legame con la moglie Sandra Mondaini, Vianello, attore e conduttore televisivo, ha dato tantissimo allo sport italiano -aggiunge il club rossonero sul sito ufficiale- sia a livello di passione e attenzione che di partecipazione effettiva con la conduzione della trasmissione calcistica Pressing. Il Milan e tutti i milanisti si uniscono al cordoglio dei suoi cari e dei suoi affetti».

POMARICI: "OGGI COMMEMORAZIONE" «La scomparsa di Raimondo Vianello mi ha molto addolorato, scompare un altro pilastro di una stagione cinematografica e televisiva irripetibile. Roma ovviamente renderà omaggio a questo grande artista in molteplici forme; per quel che concerne il consiglio comunale la seduta odierna sarà aperta dalla commemorazione dell'aula Giulio Cesare, che tributerà un ultimo caloroso applauso a Raimondo». Così in una nota il presidente del consiglio comunale Marco Pomarici.


http://www.leggo.it/articolo.php?id=56615

_________________________________
***Metamorgan***
***QQMI***
***MARCOSANTORO***
avatar
Mede@
Admin Medea
Admin Medea

Messaggi : 26469
Data d'iscrizione : 22.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Mede@ il Gio 15 Apr 2010, 18:26

Metto qua:

Come prevedibile, la televisione sta effettuando delle variazioni di palinsesto per ricordare Vianello.

Ore 16:40 su Rete 4 in onda l’ultimo lavoro della celebre coppia, “Crociera Vianello“.

Cambia anche la programmazione di prima e seconda serata:

Su Raiuno
- Ore 20:30 al posto di Soliti Ignoti andrà in onda DA DA DA (Speciale Raimondo Vianello)
- Ore 21:10 Stasera è la tua sera condotto da Max Giusti.
- Ore 23:20 Porta a Porta (puntata speciale dedicata a Raimondo Vianello).

Su Canale 5
Striscia la Notizia dedicherà gran parte della puntata a Raimondo Vianello.
Al termine dei due episodi di Ris Roma, la puntata di Terra! curata da Toni Capuozzo avrà il titolo di “Ciao Raimondo”. Toni Capuozzo, in diretta da studio, presenterà l’ultima intervista concessa da Vianello rilasciata all’inviato di News Mediaset, Fabio Aragona. Anna Migotto raccoglierà le testimonianze di amici e compagni di lavoro, tra cui Fedele Confalonieri, Emilio Fede, Paolo Bonolis e la giornalista e critica televisiva Mirella Poggialini. Marco Corrias con Maurizio Costanzo, commenterà la puntata dei I Tre Tenori, in cui furono ospiti Raimondo Vianello, Corrado e Mike Bongiorno. Anna Praderio, approfondirà il rapporto di Vianello con il grande schermo. Al mondo de cinema, infatti, l’uomo di spettacolo ha regalato alcune delle sue interpretazioni più memorabili e straordinarie. A seguire, molti servizi e filmati di repertorio riguardanti i momenti salienti della sua vita, come la conduzione al Festival di Sanremo del 1998, il rapporto ironico quanto profondo con la moglie Sandra Mondaini e con l’amico e collega Mike Bongiorno e la sua grande passione per lo sport e, in particolare, per il calcio.

Su Rete 4
In prima serata una puntata in diretta di Vite Straordinarie. Elena Guarnieri ricostruirà con ospiti in studio e in collegamento la spettacolare carriera di Raimondo Vianello.
In tarda notte, prosegue la serie in replica di Attenti a noi due 2, curato da Paolo Piccioli datato 1983.

Anche Sky Cinema Italia modifica la propria programmazione. Domani 16 aprile dedicherà un omaggio a Vianello mandando in onda 5 film interpretati dal grande attore scomparso. Si comincia alle ore 13:05 con Tu che ne dici? di S. Amadio, in cui Vianello e Ugo Tognazzi sono due truffatori. Alle 14:45 Due contro tutti di A. Momplet , commedia western in coppia con Walter Chiari. A seguire, alle 16:15 I Maniaci di L. Fulci, che interpreta con Walter Chiari, Enrico Maria Salerno e Barbara Steele. Alle ore 17:45 andrà in onda I Gemelli del Texas, in cui il grande Steno dirige Raimondo Vianello in una commedia degli equivoci ambientata nel Far West. Infine alle 19:15 chiude il ciclo Psycosissimo, altra pellicola firmata Steno che ripropone la grande coppia Vianello - Tognazzi in una parodia del genere thriller piena di imprevisti.

In giornata anche i canali tematici Rai sul digitale terrestre modificano la programmazione:

Su RaiSat Cinema
Ore 16:00 al posto di” Irene” va in onda “Le olimpiadi dei mariti“, film commedia del ‘60 di Giorgio Bianchi, con Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, Delia Scala, seguito dal cortometraggio La borsa e il pugile.
Ore 21:00 al posto di “un genio due compari un pollo” va in onda “Toto Diabolicus” di Steno, con Totò, Raimondo Vianello, Nadine Sanders.

Su RaiSat Extra
Ore 19:35 al posto di “Parla con me” andrà in onda la prima puntata del varietà “Tante scuse“.

_________________________________
***Metamorgan***
***QQMI***
***MARCOSANTORO***
avatar
Mede@
Admin Medea
Admin Medea

Messaggi : 26469
Data d'iscrizione : 22.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da echo il Gio 15 Apr 2010, 18:37

Ciao Raimondo,
la figura della vecchia guardia che più ho amato.
avatar
echo
Admin Echo86
Admin Echo86

Messaggi : 4677
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da lily09 il Gio 15 Apr 2010, 19:25

Ciao Raimondo cuoricino
avatar
lily09
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1382
Data d'iscrizione : 05.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Valentina il Gio 15 Apr 2010, 19:38

Chissà Sandra, sembrava dovesse andarsene via prima lei e invece...li ho sempre visti come una cosa sola cuoricino
avatar
Valentina
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 22.02.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da alexcda il Gio 15 Apr 2010, 19:51

Valentina ha scritto:Chissà Sandra, sembrava dovesse andarsene via prima lei e invece...li ho sempre visti come una cosa sola cuoricino
mi fa una pena infinita pensare a lei
avatar
alexcda
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 4136
Data d'iscrizione : 30.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Antigone il Gio 15 Apr 2010, 19:53

Grazie di tutto, davvero..."Casa Vianello" e "I misteri della cascina Vianello" mi hanno fatto compagnia da piccola.
Che tristezza, era così elegante ed amabile.
avatar
Antigone
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1006
Data d'iscrizione : 19.01.10
Località : iperuranio

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da ubik il Gio 15 Apr 2010, 19:55

avatar
ubik
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post
Utente Fattiscente: 5001-9999 Post

Messaggi : 7484
Data d'iscrizione : 30.09.09
Località : milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da anny_skod il Gio 15 Apr 2010, 20:12

un altro signore della tv che se ne va..ciao raimondo
avatar
anny_skod
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 3739
Data d'iscrizione : 20.11.09
Località : avellino

http://www.youtube.com/aliquandos     - www.myspace.com/aliquand

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Gredm il Gio 15 Apr 2010, 20:37

Ho appena visto un servizio sul TG5... mi commuove come in un'ultima intervista Raimondo e Sandra fossero ironici esattamente come in "Casa Vianello", così veri, così in sintonia. E lui è così dolce. Mi dispiace un sacco per lei, veramente.
Mi piange il cuore vedere diviso un amore dalla morte... che bella coppia che erano triste
avatar
Gredm
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 788
Data d'iscrizione : 30.01.10
Località : Pordenone

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da VivaMatteo il Gio 15 Apr 2010, 21:15

Anche a me fa tristezza pensarea Sandra Mondaini sola... senza il SUO Raimondo... Ha detto bene Costanzo:"Forza Sandra, cerca di sopravvivergli..."
avatar
VivaMatteo
Utente Colonna: 2001-5000 post
Utente Colonna: 2001-5000 post

Messaggi : 4855
Data d'iscrizione : 01.10.09
Località : Aci Catena (Ct)

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Zoe il Gio 15 Apr 2010, 21:21

Ciao Raimondo cuoricino Grazie di tutto.
avatar
Zoe
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1838
Data d'iscrizione : 25.01.10
Località : Torino

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da bellaprincipessa il Ven 16 Apr 2010, 09:15

ecco, lo scopro ora... ieri son stata male e non ho accesso né radio, né tv, né pc...
Mi spiace cosi' tanto.
Arrivedereci caro Raimondo
avatar
bellaprincipessa
Utente... preoccupante >10.000 Post
Utente... preoccupante >10.000 Post

Messaggi : 14732
Data d'iscrizione : 05.10.09
Località : Roquebrune Cap-Martin (Costa Azzurra)

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Soul il Ven 16 Apr 2010, 10:45

Mi dispiace tantissimo
grazie Raimondo
avatar
Soul
Utente Aficionado: 501-2000 post
Utente Aficionado: 501-2000 post

Messaggi : 1725
Data d'iscrizione : 20.01.10
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' morto Raimondo Vianello

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum